martedì 18 06 24
spot_img
HomeFrontpageGerardo Fusco debutta in Serie A: continua la tradizione di famiglia
spot_img

Gerardo Fusco debutta in Serie A: continua la tradizione di famiglia

spot_img
spot_img

L’ennesima brutta sconfitta della Salernitana in questo campionato contro l’Hellas Verona ha visto il debutto in Serie A del giovane attaccante salernitano Gerardo Fusco.

Un altro Fusco debutta nella Salernitana

Continua la tradizione familiare che lega i “Fusco” alla casacca granata. Nella giornata di ieri, infatti, ha debuttato in Serie A Gerardo Fusco, attaccante classe 2005. Il giovane calciatore, è il nipote di Enzo e figlio di Luca che attualmente detiene ancora in record di presenze di tutti i tempi in maglia granata.


Potrebbe interessarti anche:


Tradizione di famiglia

Papà Luca, classe 1977, presente in tribuna e visibilmente commosso, appena il giovane calciatore in maglia quarantatre è sceso in campo ha avuto modo di vivere in prima persona il sogno di ogni padre che segue quotidianamente il figlio in questo difficile percorso nel mondo del calcio. Luca Fusco, annovera il record di tutti i tempi in termini di presenze in granata: l’ex difensore centrale e capitano dei granata, con ben duecentocinquantadue presenze, detiene ancora questo particolare primato. Ha un passato con la bersagliera anche il fratello Vincenzo: l’ex difensore centrale, ma abile e arruolabile anche nel ruolo di centrocampista, vanta trentasette presenze con la squadra della sua città.

Le dichiarazioni di Fusco

Al minuto 76′ mister Colantuono ha deciso di far debuttare il giovane attaccante salernitano che si è così espresso nel post-partita ai microfoni di DAZN: «È stata un’emozione indescrivibile debuttare nella squadra della città dove sono nato e per cui ho sempre tifato. C’era papà in tribuna, non l’ho ancora sentito ma spero sia felice della mia prova. Sono nella mia città, è il sesto anno che sono qui, so benissimo che questo è solo l’inizio. Mi alleno quotidianamente da due-tre settimane con giocatori un’esperienza incredibile: Manolas, Boateng, Fazio, Candreva e da loro posso trarre tutto il meglio da questa situazione».

Le dichiarazioni di Colantuono

Stefano Colantuono, responsabile del settore giovanile e momentaneamente allenatore della prima squadra, si è così espresso sul ragazzo che lui ha avuto modo di seguire in prima persona: «Gerardo lo conosco bene, criticavo il padre perché non lo faceva giocare. È un ragazzo che si impegna, volenteroso, è di Salerno, educato e si allena bene. Mi sembrava doveroso e giusto farlo esordire, perché in questi due anni è stato d’esempio per tutti e ha messo un esemplare impegno in campo e si è comportato bene».

Il percorso in primavera

Il giovane attaccante salernitano, in ventitré presenze stagionali con la primavera, è andato a segno per sei volte. Il suo apporto, migliorato soprattutto dopo l’addio di Scarlato in luogo di Boccolini, è stato decisivo per centrare l’obiettivo stagionale della salvezza per i granatini. Dopo l’arrivo del trainer romano, Gerardo Fusco ha ritrovato quella fiducia che prima con la precedente gestione tecnica era un po’ mancata. Un calciatore salernitano cresciuto nel settore giovanile granata non esordiva in Serie A dai tempi di Mattia Novella: era il 2018 e il tecnico era sempre Stefano Colantuono.

Video da commozione

Durante il riscaldamento, l’attaccante granata si è ritrovato nei pressi della Curva Sud, che, come sempre, non si stava risparmiando. Allora, come se fosse sui gradoni, si è unito al coro dello stadio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Scafuri SpeakerUccio (@speakeruccio)

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Giuseppe Mautone
Giuseppe Mautone
“Sii forte che nessuno ti sconfigga, nobile che nessuno ti umili, e te stesso che nessuno ti dimentichi.”
spot_img

Notizie popolari