martedì 28 05 24
spot_img
HomeFrontpageSalernitana, niente proroga! Gravina: "Cessione in 10 giorni o fuori dalla A"
spot_img

Salernitana, niente proroga! Gravina: “Cessione in 10 giorni o fuori dalla A”

spot_img
spot_img

Continuano ad aumentare le incognite nel percorso della Salernitana: non bastavano gli annosi problemi per la cessione, il Covid-19 rincara la dose.

Salernitana, Gravina: “Auguriamo di trovare acquirente”

Gabriele Gravina interviene nella conferenza stampa indetta al termine del Consiglio Federale: «Ci sono ancora le condizioni per salvare la Salernitana. La città paga? Mi dispiace tantissimo, davvero. Ho visto i cori e gli striscioni nel match contro l’Inter. Ma io non ho promesso niente se non valorizzare l’operato del sistema. Non abbiamo assunto nessuna delibera, mi sono limitato a leggere quanto contenuto in un atto notarile. I trustee devono prendere atto che la Salernitana sarà esclusa al 31 dicembre. Ieri sera abbiamo ricevuto una proposta da uno dei disponenti che non è contemplata nell’atto notarile. Noi auguriamo alla Salernitana di trovare un acquirente entro questi dieci giorni altrimenti l’atto che c’è parla chiaro. Sul caso Salernitana, stiamo valutando la possibilità di offrire anche la partenza da campionati professionistici di base. L’unico interlocutore che ho avuto in questi giorni è stato il Presidente De Luca che è venuto qui a Roma più di una volta. Facciamo una scommessa? Sono convinto che in 10 giorni sarà venduta. Ripeto che mi dispiace per i tifosi, per la piazza, la città che si è sempre mostrata una piazza importante ma c’è un atto da rispettare. Io non credo che una società come la Salernitana, sana, non abbia mercato: c’è qualcosa sotto».


Consiglio Federale terminato: ultimatum resta il 31 dicembre

Il Consiglio Federale ha deciso di non concedere la proroga alla Salernitana per permettere ai trustee di portare avanti il campionato granata. Resta, quindi, l’ultimatum al 31 dicembre. Senza offerte e senza cessione la Salernitana verrà estromessa dal campionato. Lotito ha lasciato furioso la riunione senza proferire parola all’uscita dal complesso di Via Allegri dirigendosi velocemente in macchina. Ha parlato anche Renzo Ulivieri, residente dell’Associazione Italiana Allenatori: «Capisco i tifosi della Salernitana che sono preoccupati ma ci sono delle regole da rispettare. Non ci sarà nessuna proroga. Speriamo possa accadere il miracolo ma l’intenzione e l’interesse è di arrivare alla fine del campionato senza perdere una società».

figc-gravina-consiglio-federale-salernitana


Il Covid ferma la Salernitana: niente Udinese

Nella serata di ieri il club granata ha annunciato dapprima la notizia di alcuni contagiati dal virus nel gruppo squadra e poi ha emesso un comunicato in rispetto a quanto decretato dall’ASL di Salerno. Dopo un lungo tira e molla i granata non sono partiti per Udine e quindi la partita in programma alle 18.30 alla Dacia Arena non si giocherà. Inizierà un altro braccio di ferro con le istituzioni del calcio per definire l’epilogo di questa gara. Sarà sconfitta a tavolino o da recuperare? Difficile ora prevederlo ma i precedenti analoghi (su tutti il noto caso Juventus-Napoli) lasciano una solida speranza agli uomini di Colantuono di poter scendere in campo più avanti. Magari il recupero potrebbe tenersi in un momento più favorevole alla Salernitana, oggi ai minimi storici per entusiasmo, elementi disponibili e trend. L’Udinese ovviamente non ci sta e porterà avanti le proprie ragioni nelle sedi opportune.

La Lega attende ma ne discute in Consiglio Federale

La Lega A al momento non si è espressa ufficialmente in merito al rinvio. Nel caso dovesse confermare la partita in data odierna la Salernitana rischia lo 0-3 a tavolino ed un punto di penalizzazione. L’altra battaglia in termini di “carte bollate” si è disputata presso la sede FIGC a Roma.

Proroga o no? Conferenza alle ore 15

Gravina ha radunato il Consiglio, che si è espresso in merito alla richiesta di proroga richiesto da Lega A e trustee. Presente anche il disponente del trust, Claudio Lotito, silente dinanzi ai microfoni. Alle 15 è prevista una conferenza stampa della Federcalcio che dissolverà i dubbi. Intanto l’attesa è trepidante, è in gioco concretamente il futuro de club. Una prima indiscrezione vede il Consiglio Federale non accettare la proroga della fine del campionato e quindi scadenza confermata al 31 dicembre.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari