venerdì 19 07 24
spot_img
HomeSalernitanaSalernitana-ChievoVerona, le pagelle: granata dai due volti, pareggio alla fine
spot_img

Salernitana-ChievoVerona, le pagelle: granata dai due volti, pareggio alla fine

spot_img
spot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in SalernitanaChievoVerona. Il match pomeridiano, valevole per la 21ª giornata della Serie BKT, è terminato 1-1.

Le pagelle dei granata in Salernitana-ChievoVerona

Pomeriggio primaverile allo stadio “Arechi” di Salerno. La Salernitana di Fabrizio Castori ha affrontato il ChievoVerona di Alfredo Aglietti nel 21° turno di campionato, ecco le pagelle dei granata.

Belec – Un solo intervento nel primo tempo e poi, ad inizio ripresa, rabbia e rammarico per il dubbio gol assegnato al Chievo. Compie due ottime parate nel corso della ripresa e riesce perlomeno a garantire il pareggio ai suoi, 6,5.

Bogdan – Il meno positivo del terzetto difensivo granata. Gioca una buona partita nel primo tempo, ma nella ripresa risulta più volte leggero e disattento, 5,5.

Gyomber – Meno pulito del solito, rimedia un’ammonizione che gli costerà la trasferta di Pisa. Gioca comunque una gara positiva e mette una pezza quando può, 6.

Mantovani – Primo tempo accorto, pulito e sempre sul pezzo per il numero 5 granata. Nella ripresa gioca ancora meglio chiudendo tutto il possibile, 7.

Jaroszynski – Nel giorno del ritorno in granata, ritrova una posizione differente rispetto alla passata stagione. Gioca una pima frazione attenta, ma cala nella ripresa con alcune leggerezze in fase di disimpegno, 6.

Capezzi – Gara positiva per il centrocampista granata, bravo anche a farsi vedere in zona offensiva con filtranti e tiri dalla distanza. Cala nella ripresa, 6. Dal 57′ Kiyine – Secondo spezzone consecutivo per il talento belga-marocchino. Entra per provare a fare la differenza, ma lo si vede pochissimo, 5.

Di Tacchio – Nel primo tempo sfiora un clamoroso gol di tacco, per il resto si distingue per la solita grinta e sostanza a centrocampo, 6. Dal 82′ Dziczek – Non un buonissimo ingresso in campo, SV.

Coulibaly – Il meno pimpante della zona novralgica, commette alcuni falli evitabili ma dimostra di farsi trovare sempre pronto a dare fastidio all’avversario. Ammonito, viene graziato dall’arbitro ed in seguito sostituito da Castori, in affanno, 5,5. Dal 72′ Schiavone – Entra per evitare l’inferiorità numerica e garantire maggior freschezza in mezzo al campo, 6.

Casasola – Parte a mille con ottimi fraseggi con Tutino ed anche un paio di conclusioni pericolose. Serve l’assist a Tutino ed un paio di palle interessanti a Djuric. Nella ripresa sciupa un clamoroso tu-per-tu con Semper, calciando a lato sbilencamente e, come i restanti compagni di squadra, cala d’intensità, 6,5.

Djuric – Partenza a rilento per il numero 11 granata, apparso più spaesato e lontano alla manovra del solito. Nella ripresa sale in cattedra con un paio di occasioni pericolose, ma Semper è bravo a negargli la gioia del gol, 5,5. Dal 82′ Gondo – Non riesce a lasciare il segno, SV.

Tutino – Si toglie subito di dosso la ruggine accumulata in panchina con giocate di classe e tanta, tantissima voglia di mettersi in mostra. Al 22′ ritrova la rete con una giocata di gran classe con stop, controllo e piattone a bucare Semper. Nella ripresa cambia volto, cercando meno la palla e più la profondità, isolandosi spesse volte dalla manovra di gioco, 6,5. Dal 82′ Anderson – Vedi Gondo, SV.

Castori – Non si schioda più dal 3-5-2 ed un motivo ci sarà. La squadra parte bene, domina gli avversari nel primo tempo, ma rimane, evidentemente, negli spogliatoi per la seconda frazione. Gli ingressi di Kiyine e Schiavone provano a svegliare la Salernitana, ma il Chievo continua a spingere portando a casa un punto persino stretto, 6.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari