martedì 06 12 22
HomeSalernitanaSalernitana-Chievo, il "riscatto" dell'ex: Sofian Kiyine ritrova i gialloblu

Salernitana-Chievo, il “riscatto” dell’ex: Sofian Kiyine ritrova i gialloblu

- Advertisment -spot_img

È stato proprio il Chievo, nel 2015, a portare in Italia un giovanissimo Sofian Kiyine, da poco ritornato alla Salernitana. Approfittando dello svincolo del ragazzo dallo Standard Liegi i talent scout del club clivense non persero tempo nel tesserare la giovane promessa belga.

Salernitana: Kiyine, un predestinato a metà

Sofian impressiona fin da subito i dirigenti della società veronese. Il suo primo anno con la primavera lo vedono già protagonista 22 partite e 7 gol per lui.

L’anno seguente il ragazzo in possesso del triplo passaporto, natio della Vallonia, Belgio, con padre marocchino e nonni materni italiani, prosegue la sua avventura al Chievo, venendo anche inserito in forma stabile nella rosa dei “grandi”.

Esordio in serie A per lui, nel gennaio 2017, nella sfida persa contro l’Atalanta. Per il giovane centrocampista fino a fine stagione altre sei presenze nel massimo campionato.

2017-2018: il prestito alla Salernitana

Nel 2017-2018, il Chievo decide di far fare la prima vera esperienza da professionista al calciatore. Forte è l’interesse della Salernitana di Lotito, che, forse anche in ottica Lazio, decide di prendere in prestito il giovane trequartista belga.

Centrocampista offensivo, che si differenzia per un ottima qualità tecnica abbinato a un notevole cambio di passo, oltre ad essere un vero e proprio jolly di centrocampo.

Il suo esordio con la Salernitana il 23 settembre 2017 in Salernitana-Spezia, al 10′ di gioco subentra ad Alessandro Tuia. Il ragazzo fin da subito fa capire che ci sa fare, mette lo zampino sul raddoppio granata e sfiora il terzo gol a pochi minuti dalla fine.

Buona la sua prima esperienza in maglia granata, da ricordare anche la sua marcatura nel derby contro l’Avellino, vinto per 2-0, l’11 marzo2018. L’elegante centrocampista belga concluderà la stagione con all’attivo due reti e un assist in 23 presenze.

Ritorno al Chievo e la chiamata della Lazio

Dopo la positiva esperienza di Salerno, il ragazzo fa ritorno in riva all’Adige, diventando un punto fisso della formazione titolare clivense. Per lui 23 presenze in massima seria.

Il calciatore sembra pronto all’approdo in un club di vertice, vicinissimo al suo acquisto nell’estate 2019 è il Napoli di De Laurentis, ma alla fine a spuntarla è la Lazio. Lotito decide di rigirarlo in prestito alla Salernitana, sotto la supervisione dell’allora tecnico granata Gian Piero Ventura.

Sfiora i play-off con la maglia della Salernitana, riuscendo a mettere a segno ben dieci reti, seppur la maggior parte venute da calci di rigore, un numero comunque significativo per un centrocampista.

A fine stagione fa ritorno alla casa madre, ma il calciatore non viene mai ritenuto idoneo al progetto dell’allenatore Simone Inzaghi e viene accantonato dalla società biancoceleste. Il 28 gennaio 2021 torna per la terza volta in prestito a Salerno.

Chissà, se sabato, Sofian oltre alla sua vecchia società, che l’ha svezzato nel calcio che conta, non ritroverà anche la voglia di esaltarsi in un vero e proprio scontro diretto che vale il secondo posto del campionato cadetto.


Potrebbe interessarti anche:

 

 

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: