lunedì 24 06 24
spot_img
HomeFrontpageSalernitana ancora senza allenatore e DS: la programmazione ne risentirà?
spot_img

Salernitana ancora senza allenatore e DS: la programmazione ne risentirà?

spot_img
spot_img

Giunti ad inizio giugno e con il campionato di Serie A terminato il 26 maggio con la retrocessione in B, la Salernitana ancora non ha iniziato a porre le basi per la stagione entrante. Le figure del DS e dell’allenatore sono ancora mancanti e ciò potrebbe influire sulla programmazione del prossimo campionato.

Salernitana a caccia di allenatore e DS per la Serie B

I granata ancora brancolano nel buio per quanto riguarda la programmazione della prossima stagione in B.


Ti potrebbero interessare anche:


La retrocessione aritmetica arrivata con diverse settimane d’anticipo avrebbe dovuto dare il La per la creazione di basi solide in vista della futura risalita, eppure così non sembra. Le figure del DS e dell’allenatore sono ancora avvolte nel mistero ad un mese circa dall’inizio del ritiro pre-campionato. Certo, le voci insistenti sul cambio di proprietà non aiutano molto nella gestione del da farsi, ma è difficile fare calcoli e programmazioni nella situazione attuale.

Brera Holdings e Laird Norton restano sullo sfondo, con i primi che dovrebbero formulare un’offerta concreta entro domani, mercoledì 5 giugno. In caso di mancato accordo, Danilo Iervolino manderà avanti la società e cercherà i profili idonei per il pronto ritorno in massima serie.

Al momento, le idee per la panchina indicano tutte un possibile ritorno di Filippo Inzaghi, il quale in B è molto richiesto. Il Pisa sembra addirittura passato in vantaggio nella corsa al tecnico piacentino, il quale aveva trovato un estimatore importante pure nell’Hellas Verona in Serie A. Per quanto concerne la figura del DS, sfumato Faggiano (passato al Catania), il maggior indiziato resta Guido Angelozzi del Frosinone. Sullo sfondo restano pronti Carlo Osti della Sampdoria e Mauro Meluso, ex di Spezia e Napoli. Il nuovo DS, chiunque la spunterà, avrà un compito ingrato: sfoltire la rosa dagli (innumerevoli) esuberi, racimolare il più possibile dalle cessioni e rinforzare la squadra con profili adatti allo scopo. Si spera che la partenza a rilento non influisca in maniera determinante sulla ricostruzione.


AGGIORNAMENTO ORE 22: Sembra sfumata l’ipotesi che avrebbe potuto portare Guido Angelozzi dal Frosinone alla Salernitana. L’esperto dirigente siciliano ha sciolto le riserve nelle ultime ore e ha deciso di restare in terra ciociara. Ad ora, il profilo che maggiormente stuzzica la fantasia di Danilo Iervolino, è quello di Gianluca Petrachi.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari