venerdì 24 05 24
spot_img
HomeSportCANOTTAGGIOPink Dragon Boat Cup: la canoa come riabilitazione oncologica
spot_img

Pink Dragon Boat Cup: la canoa come riabilitazione oncologica

spot_img
spot_img

Pink Dragon Boat Cup. L’appuntamento è per domenica prossima nello specchio d’acqua antistante il Lungomare Trieste

Donne in Rosa

 Pink Dragon Boat Cup è la bellissima manifestazione dedicata alle donne operate di tumore al seno. L’evento è organizzato dalla sezione di Salerno dell‘Associazione per la ricerca sul cancro Angela Serra e dal Circolo Canottieri Irno. Alla presentazione della manifestazione erano presenti Arturo Iannelli, presidente della Commissione Ambiente e Cultura al Comune di Salerno e presidente della sezione salernitana dell’Associazione Angela Serra. Per il Circolo Canottieri Irno, Vincenzo Montefusco, responsabile canoa e Dragon Boat. A fare gli onori di casa Paola De Roberto, assessore Politiche sociali e giovanili e, ovviamente, il Sindaco Vincenzo Napoli.


Ti potrebbe interessare anche:

L’evento muove i passi dai riconosciuti vantaggi della pratica della canoa per le donne operate di tumore al seno. Una vera e propria terapia riabilitativa post-operatoria. Il movimento fisico che si effettua per pagaiare svolge, infatti, quasi un linfodrenaggio che evita l’accumulo di liquidi linfatici nel braccio dovuto all’asportazione dei linfonodi ascellari. L’imbarcazione che viene utilizzata a tale scopo e, appunto, il Dragon Boat, un natante di circa 12 metri, pare di origini cinesi che, sulla punta dell’imbarcazione, monta la testa di un drago. 20 le donne che si cimentano, rivolte verso la prua, con un tamburino che detta il tempo. Appuntamento, dunque, domenica 29 ottobre alle 9.30

Le parole degli organizzatori

Vicenzo Montefusco: «Oggi siamo estremamente felici di ospitare la prima tappa del Dragon Boat in Rosa a Salerno. Per noi è importante per tutto il lavoro cominciato un anno fa che ci ha consentito di raggruppare tante persone grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Angela Serra e dare vita alla divulgazione di questa disciplina, nella quale puntiamo tanto»

Arturo Iannelli: «L’Associazione Angela Serra è felicissima che anche Salerno abbia questa attività per le donne operate di cancro al seno, che per mette di prevenire il linfedema e di favorire, quindi, la circolazione della linfa. Ma non solo. L’attività del Dragon Boat vede queste donne, dopo che hanno avuto una problematica così drammatica, reinserirsi un gruppo e di fare squadra».

spot_img
spot_img
spot_img
Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24

Notizie popolari