domenica 23 06 24
spot_img
HomeFrontpageDercenno campionessa d'Italia con Civitavecchia
spot_img

Dercenno campionessa d’Italia con Civitavecchia

spot_img
spot_img

Una grande soddisfazione per lo sport salernitano: Nunzia Dercenno campionessa d’Italia con le compagne di squadra della Ginnastica Civitavecchia nella Final Six di Firenze.

Nunzia Dercenno sul trono della ginnastica tricolore

L’alta società della ginnastica italiana accoglie ufficialmente la 17enne Nunzia Dercenno, che ha scritto una pagina di storia con la Ginnastica Civitavecchia: mai una società laziale aveva vinto lo scudetto in quasi quarant’anni di storia del campionato femminile.

Una soddisfazione doppia per l’atleta salernitana e le sue giovani compagne di squadra – la fresca campionessa europea del concorso generale Manila Esposito, July Marano ed Emma Recchia – che hanno interrotto la striscia vincente della Brixia, imbattuta dal 2011.


Potrebbe interessarti anche:


La squadra laziale – che aveva primeggiato nel girone di semifinale con 32 punti, lasciandosi alle spalle la Libertas Vercelli (poi ripescata come migliore seconda) e la Artistica 81 Trieste – ha compiuto un vero e proprio capolavoro in finale, superando le fuoriclasse bresciane (tra le quali spiccano i nomi delle azzurre Alice D’Amato, Martina Maggio e Giorgia Villa) al termine di un duello a dir poco esaltante.

Schierata in tre attrezzi su 4, Dercenno si è difesa al volteggio (dove ha raccolto un punteggio di 13.200 con uno Yurchenko avvitato) prima di mettere a segno il colpaccio alle parallele asimmetriche, dove ha sfruttato un pesante errore in atterraggio di D’Amato per aggiudicarsi la sfida diretta (13.500) e iscrivere a bilancio i 3 punti che hanno proiettato la Ginnastica Civitavecchia al comando della classifica.

Meno brillante, infine, la prova alla trave, sporcata da un errore in uscita. Tuttavia, il 12.250 assegnato dai giudici è stato sufficiente per raccogliere altri 2 punti preziosi nella corsa al tricolore.

La finale di Firenze si è decisa al corpo libero, dove un’eccellente Esposito (14.200) ha superato di due decimi la diretta concorrente Angela Andreoli e sigillato la vittoria con 30 punti, due in più delle regine appena detronizzate.

La salernitana in finale a Capodistria nel concorso alle parallele

Neppure il tempo di festeggiare il tricolore che Dercenno è partita subito per Capodistria, in Slovenia, dove si sta disputando la World Challenge Cup di artistica.

Eliminata nella prova di qualificazione del volteggio – in cui si è piazzata 14ª con 12.375 punti – la teen-ager di origini napoletane si è riscattata nelle parallele asimmetriche, dove ha prenotato un posto per la finale di domenica con il 5° punteggio assoluto (13.300, difficoltà 5.200).

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.
spot_img

Notizie popolari