venerdì 14 06 24
spot_img
HomeCalcioIl post Esposito si chiama Nappi: presentazione imminente
spot_img

Il post Esposito si chiama Nappi: presentazione imminente

spot_img
spot_img

In seguito all’inaspettato dietrofront di Giovanni Ferraro, la Nocerina sembrerebbe aver individuato il profilo giusto per la panchina.

Un volto nuovo per la Nocerina

Sono state settimane movimentate per la società rossonera. La Nocerina, dopo aver deciso di sollevare dall’incarico di allenatore della prima squadra Gianluca Esposito, aveva “ufficializzato senza consenso e senza aver notificato il contratto” – parola di Ferraro – il tecnico di Vico Equense. L’ex allenatore del Giugliano ha così deciso di fare un passo indietro, lasciando ancora vacante il ruolo di tecnico dei molossi.

La società di Nocera Inferiore avrebbe virato, per forza di cose, l’attenzione altrove, intenta a scrutare nuove soluzioni. La ricerca avrebbe condotto a un volto nuovo, quello che presumibilmente prenderà in mano la squadra: Marco Nappi.


Ti potrebbero interessare anche:


Aggiornamento 15:30

Alle 17, al San Francesco, ci sarà la conferenza stampa di presentazione di Marco Nappi come nuovo allenatore della Nocerina.

Si attende l’ufficialità del nuovo tecnico

Il tecnico romano classe ’66, salvo clamorosi imprevisti, dovrebbe ripartire da Nocera, dopo le ultime due stagioni vissute all’Arzachena, con conseguente doppio piazzamento in zona play-off. Ad attenderlo ci sarà sicuramente un clima differente, ricco di ambizioni. Una piazza calda che vorrà al più presto sognare un ritorno tra i professionisti.

L’allenatore sarebbe giunto quest’oggi in città, resta però da capire quando si giungerà alla tanto attesa firma con conseguente ufficialità del suo approdo nella sua nuova famiglia rossonera.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari