giovedì 22 02 24
spot_img
HomeFrontpageI precedenti tra Napoli e Salernitana: dal dopoguerra alla rete di Boulaye...
spot_img

I precedenti tra Napoli e Salernitana: dal dopoguerra alla rete di Boulaye Dia

spot_imgspot_img

I precedenti tra Napoli e Salernitana sono quelli di una gara di certo non inedita. Diverse sono le sfide tra le due compagini. Su 14 incontri totali, 3 si sono svolti in Serie A, 4 in Coppa Italia, 6 in Serie B e 1 nella Divisione Nazionale. 9 sono le vittorie dei partenopei e 5 i pareggi, mentre i granata non hanno mai vinto.

I precedenti tra Napoli e Salernitana

La lunga trafila degli scontri tra Napoli e Salernitana risale addirittura ai tempi della DN, nell’immediato dopoguerra. La prima sfida del derby terminò con la vittoria degli azzurri. Dopo una serie di sfide giocate negli anni quaranta, il derby si ripropone  verso le fine degli anni novanta, quando le compagini si trovano a condividere la posta in palio nel campionato di Serie B e in Coppa Italia.

Il ricordo più dolce per i campani, insieme a quello di Dia dello scorso aprile, è certamente il gol di Leandro Lazzaro. Napoli in vantaggio con un colpo di testa di Villa e Salernitana alla ricerca disperata del pareggio. Al minuto 94′ l’argentino ribadisce in gol un bolide di Di Vicino respinto dal palo, ammutolendo il “San Paolo”.

Nel 2002-2003 la sfida ha visto le due squae pareggiare 1-1 in Coppa Italia e trionfare il Napoli per 2-1 in campionato. Per la Salernitana di Varrella, chiamato al capezzale di una squadra smarrita e inesorabilmente ultima, segnò Babù. Nel 2003-2004 la sfida finì 0-0, con la gara disputata sul neutro di Campobasso per via della squalifica del “San Paolo”.

Con il ritorno del Napoli in massima serie e il contemporaneo periodo di difficoltà della Salernitana di Aliberti, la sfida viene “rimandata” al 2008-2009. La Salernitana di Castori, neopromossa in B, si arrende in Coppa Italia per 3-1 contro una squadra di categoria superiore. L’anno dopo la sfida si ripropone il medesimo match, ma questa volta il risultato in favore dei partenopei è di 3-0.

Nel campionato di Serie A 2021-2022 la Salernitana si presenta in casa degli azzurri con una formazione di emergenza. Segna Bonazzoli, ma i granata di Colantuono soccombono sotto i 4 gol del Napoli, complici dei rigori molto dubbi. È il derby di Walter Sabatini e della “regola della piazzetta”, come denunciò alla stampa, polemicamente, pur non lesinando complimenti sinceri all’amico Spalletti.

Napoli VS Salernitana
2022-2023 Serie A Napoli 1-1 Salernitana
2021-2022 Serie A Napoli 4-1 Salernitana
2009-2010 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
2008-2009 Coppia Italia Napoli 3-1 Salernitana
2003-2004 Serie B Napoli 0-0 Salernitana
2002-2003 Serie B Napoli 2-1 Salernitana
2002-2003 Coppa Italia Napoli 1-1 Salernitana
2001-2002 Serie B Napoli 1-1 Salernitana
1999-2000 Serie B Napoli 3-1 Salernitana
1999-2000 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
1949-1950 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1948-1949 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1947-1948 Serie A Napoli 0-0 Salernitana
1945-1946 DN Napoli 1-0 Salernitana

La rete gustafest(a) scudetto di Dia

Nel 2022-2023 si segna probabilmente il momento più bello dell’intera tradizione dei derby sulla sponda granata. Il Napoli di Spalletti, in virtù della sconfitta della Lazio (seconda in classifica) al “Meazza” contro l’Inter, ha bisogno di un solo punto per laurearsi campione d’Italia. Lo stadio “Maradona” è pieno in ogni ordine di posto per celebrare un trofeo che manca al Napoli da ben 33 anni. La Salernitana, complice anche una situazione di classifica decisamente tranquilla, viene indicata come vittima sacrificale. Non mancano gli sfottò, più o meno coloriti, da parte dei padroni di casa, decisi a liquidare la pratica e a festeggiare lo scudetto in casa. Il Napoli gioca una buona gara, seppur ricca di tensione per via di una rete che tarda ad arrivare. Dopo il vantaggio di Olivera (62′) su calcio d’angolo, è Dia, con un’azione solitaria a trafiggere Meret (84′) e ad ammutolire il “Maradona”. Il Napoli continua l’assedio, ma deve accontentarsi di un pari che rimanda la festa scudetto e consegna alla Salernitana il ruolo di guastafest(a).

spot_img
spot_img
spot_img
Enrico Volpe
Enrico Volpe
Nato a Salerno, classe '89. Ho studiato filosofia all'Università di Salerno, dove mi sono laureato nel 2014 e dove ho conseguito il dottorato di ricerca (2021), con una cotutela internazionale all'Università di Colonia. La Salernitana è la mia grande passione e la seguo da sempre, sin da quando sono piccolo. Mi piace poter dare il mio contributo e scrivere sulla mia squadra del cuore.
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

I precedenti tra Napoli e Salernitana: dal dopoguerra alla rete di Boulaye Dia

spot_imgspot_img

I precedenti tra Napoli e Salernitana sono quelli di una gara di certo non inedita. Diverse sono le sfide tra le due compagini. Su 14 incontri totali, 3 si sono svolti in Serie A, 4 in Coppa Italia, 6 in Serie B e 1 nella Divisione Nazionale. 9 sono le vittorie dei partenopei e 5 i pareggi, mentre i granata non hanno mai vinto.

I precedenti tra Napoli e Salernitana

La lunga trafila degli scontri tra Napoli e Salernitana risale addirittura ai tempi della DN, nell’immediato dopoguerra. La prima sfida del derby terminò con la vittoria degli azzurri. Dopo una serie di sfide giocate negli anni quaranta, il derby si ripropone  verso le fine degli anni novanta, quando le compagini si trovano a condividere la posta in palio nel campionato di Serie B e in Coppa Italia.

Il ricordo più dolce per i campani, insieme a quello di Dia dello scorso aprile, è certamente il gol di Leandro Lazzaro. Napoli in vantaggio con un colpo di testa di Villa e Salernitana alla ricerca disperata del pareggio. Al minuto 94′ l’argentino ribadisce in gol un bolide di Di Vicino respinto dal palo, ammutolendo il “San Paolo”.

Nel 2002-2003 la sfida ha visto le due squae pareggiare 1-1 in Coppa Italia e trionfare il Napoli per 2-1 in campionato. Per la Salernitana di Varrella, chiamato al capezzale di una squadra smarrita e inesorabilmente ultima, segnò Babù. Nel 2003-2004 la sfida finì 0-0, con la gara disputata sul neutro di Campobasso per via della squalifica del “San Paolo”.

Con il ritorno del Napoli in massima serie e il contemporaneo periodo di difficoltà della Salernitana di Aliberti, la sfida viene “rimandata” al 2008-2009. La Salernitana di Castori, neopromossa in B, si arrende in Coppa Italia per 3-1 contro una squadra di categoria superiore. L’anno dopo la sfida si ripropone il medesimo match, ma questa volta il risultato in favore dei partenopei è di 3-0.

Nel campionato di Serie A 2021-2022 la Salernitana si presenta in casa degli azzurri con una formazione di emergenza. Segna Bonazzoli, ma i granata di Colantuono soccombono sotto i 4 gol del Napoli, complici dei rigori molto dubbi. È il derby di Walter Sabatini e della “regola della piazzetta”, come denunciò alla stampa, polemicamente, pur non lesinando complimenti sinceri all’amico Spalletti.

Napoli VS Salernitana
2022-2023 Serie A Napoli 1-1 Salernitana
2021-2022 Serie A Napoli 4-1 Salernitana
2009-2010 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
2008-2009 Coppia Italia Napoli 3-1 Salernitana
2003-2004 Serie B Napoli 0-0 Salernitana
2002-2003 Serie B Napoli 2-1 Salernitana
2002-2003 Coppa Italia Napoli 1-1 Salernitana
2001-2002 Serie B Napoli 1-1 Salernitana
1999-2000 Serie B Napoli 3-1 Salernitana
1999-2000 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
1949-1950 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1948-1949 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1947-1948 Serie A Napoli 0-0 Salernitana
1945-1946 DN Napoli 1-0 Salernitana

La rete gustafest(a) scudetto di Dia

Nel 2022-2023 si segna probabilmente il momento più bello dell’intera tradizione dei derby sulla sponda granata. Il Napoli di Spalletti, in virtù della sconfitta della Lazio (seconda in classifica) al “Meazza” contro l’Inter, ha bisogno di un solo punto per laurearsi campione d’Italia. Lo stadio “Maradona” è pieno in ogni ordine di posto per celebrare un trofeo che manca al Napoli da ben 33 anni. La Salernitana, complice anche una situazione di classifica decisamente tranquilla, viene indicata come vittima sacrificale. Non mancano gli sfottò, più o meno coloriti, da parte dei padroni di casa, decisi a liquidare la pratica e a festeggiare lo scudetto in casa. Il Napoli gioca una buona gara, seppur ricca di tensione per via di una rete che tarda ad arrivare. Dopo il vantaggio di Olivera (62′) su calcio d’angolo, è Dia, con un’azione solitaria a trafiggere Meret (84′) e ad ammutolire il “Maradona”. Il Napoli continua l’assedio, ma deve accontentarsi di un pari che rimanda la festa scudetto e consegna alla Salernitana il ruolo di guastafest(a).

spot_img
Enrico Volpe
Enrico Volpe
Nato a Salerno, classe '89. Ho studiato filosofia all'Università di Salerno, dove mi sono laureato nel 2014 e dove ho conseguito il dottorato di ricerca (2021), con una cotutela internazionale all'Università di Colonia. La Salernitana è la mia grande passione e la seguo da sempre, sin da quando sono piccolo. Mi piace poter dare il mio contributo e scrivere sulla mia squadra del cuore.
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

I precedenti tra Napoli e Salernitana: dal dopoguerra alla rete di Boulaye Dia

spot_img

I precedenti tra Napoli e Salernitana sono quelli di una gara di certo non inedita. Diverse sono le sfide tra le due compagini. Su 14 incontri totali, 3 si sono svolti in Serie A, 4 in Coppa Italia, 6 in Serie B e 1 nella Divisione Nazionale. 9 sono le vittorie dei partenopei e 5 i pareggi, mentre i granata non hanno mai vinto.

I precedenti tra Napoli e Salernitana

La lunga trafila degli scontri tra Napoli e Salernitana risale addirittura ai tempi della DN, nell’immediato dopoguerra. La prima sfida del derby terminò con la vittoria degli azzurri. Dopo una serie di sfide giocate negli anni quaranta, il derby si ripropone  verso le fine degli anni novanta, quando le compagini si trovano a condividere la posta in palio nel campionato di Serie B e in Coppa Italia.

Il ricordo più dolce per i campani, insieme a quello di Dia dello scorso aprile, è certamente il gol di Leandro Lazzaro. Napoli in vantaggio con un colpo di testa di Villa e Salernitana alla ricerca disperata del pareggio. Al minuto 94′ l’argentino ribadisce in gol un bolide di Di Vicino respinto dal palo, ammutolendo il “San Paolo”.

Nel 2002-2003 la sfida ha visto le due squae pareggiare 1-1 in Coppa Italia e trionfare il Napoli per 2-1 in campionato. Per la Salernitana di Varrella, chiamato al capezzale di una squadra smarrita e inesorabilmente ultima, segnò Babù. Nel 2003-2004 la sfida finì 0-0, con la gara disputata sul neutro di Campobasso per via della squalifica del “San Paolo”.

Con il ritorno del Napoli in massima serie e il contemporaneo periodo di difficoltà della Salernitana di Aliberti, la sfida viene “rimandata” al 2008-2009. La Salernitana di Castori, neopromossa in B, si arrende in Coppa Italia per 3-1 contro una squadra di categoria superiore. L’anno dopo la sfida si ripropone il medesimo match, ma questa volta il risultato in favore dei partenopei è di 3-0.

Nel campionato di Serie A 2021-2022 la Salernitana si presenta in casa degli azzurri con una formazione di emergenza. Segna Bonazzoli, ma i granata di Colantuono soccombono sotto i 4 gol del Napoli, complici dei rigori molto dubbi. È il derby di Walter Sabatini e della “regola della piazzetta”, come denunciò alla stampa, polemicamente, pur non lesinando complimenti sinceri all’amico Spalletti.

Napoli VS Salernitana
2022-2023 Serie A Napoli 1-1 Salernitana
2021-2022 Serie A Napoli 4-1 Salernitana
2009-2010 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
2008-2009 Coppia Italia Napoli 3-1 Salernitana
2003-2004 Serie B Napoli 0-0 Salernitana
2002-2003 Serie B Napoli 2-1 Salernitana
2002-2003 Coppa Italia Napoli 1-1 Salernitana
2001-2002 Serie B Napoli 1-1 Salernitana
1999-2000 Serie B Napoli 3-1 Salernitana
1999-2000 Coppa Italia Napoli 3-0 Salernitana
1949-1950 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1948-1949 Serie B Napoli 1-0 Salernitana
1947-1948 Serie A Napoli 0-0 Salernitana
1945-1946 DN Napoli 1-0 Salernitana

La rete gustafest(a) scudetto di Dia

Nel 2022-2023 si segna probabilmente il momento più bello dell’intera tradizione dei derby sulla sponda granata. Il Napoli di Spalletti, in virtù della sconfitta della Lazio (seconda in classifica) al “Meazza” contro l’Inter, ha bisogno di un solo punto per laurearsi campione d’Italia. Lo stadio “Maradona” è pieno in ogni ordine di posto per celebrare un trofeo che manca al Napoli da ben 33 anni. La Salernitana, complice anche una situazione di classifica decisamente tranquilla, viene indicata come vittima sacrificale. Non mancano gli sfottò, più o meno coloriti, da parte dei padroni di casa, decisi a liquidare la pratica e a festeggiare lo scudetto in casa. Il Napoli gioca una buona gara, seppur ricca di tensione per via di una rete che tarda ad arrivare. Dopo il vantaggio di Olivera (62′) su calcio d’angolo, è Dia, con un’azione solitaria a trafiggere Meret (84′) e ad ammutolire il “Maradona”. Il Napoli continua l’assedio, ma deve accontentarsi di un pari che rimanda la festa scudetto e consegna alla Salernitana il ruolo di guastafest(a).

Enrico Volpe
Enrico Volpe
Nato a Salerno, classe '89. Ho studiato filosofia all'Università di Salerno, dove mi sono laureato nel 2014 e dove ho conseguito il dottorato di ricerca (2021), con una cotutela internazionale all'Università di Colonia. La Salernitana è la mia grande passione e la seguo da sempre, sin da quando sono piccolo. Mi piace poter dare il mio contributo e scrivere sulla mia squadra del cuore.
spot_img

Notizie popolari