mercoledì 17 04 24
spot_img
HomeFrontpageMichele Gallo e gli azzurri della sciabola volano a Parigi
spot_img

Michele Gallo e gli azzurri della sciabola volano a Parigi

spot_imgspot_img

La fine settimana della Coppa del Mondo di sciabola maschile a Budapest si è conclusa con l’attesissima gara a squadre: Michele Gallo e gli azzurri in pedana per cullare il sogno olimpico.

Michele Gallo ai Giochi olimpici

La pattuglia dei salernitani che parteciperanno ai Giochi olimpici di Parigi 2024 si allarga: dopo Aziz Abbes Mouhiidine e Ilenia Elisabetta Matonti, lo sciabolatore Michele Gallo ha messo al sicuro il biglietto per la capitale francese.

L’ottavo posto conquistato a Budapest dal quartetto azzurro – di cui facevano parte anche Luca Curatoli, Luigi Samele e Pietro Torre – è stato sufficiente per rintuzzare la rimonta della Germania, a cui non è stato sufficiente arrivare in semifinale per scavalcare l’Italia nel ranking di qualificazione.


Potrebbe interessarti anche:


Gli sciabolatori del CT Zanotti hanno debuttato negli ottavi di finale contro la Cina: asiatici sconfitti in relativa scioltezza per 45-33. Come da pronostico, il torneo degli italiani è proseguito con la sfida agli Stati Uniti. I primi quattro assalti promettono benissimo: Samele e Curatoli – ambedue vittoriosi su Eli Dershwitz e Mitchell Saron – fissano il parziale sul 10-7, Torre liquida Colin Heatcock con un perentorio 5-0 e consegna a Samele un corposo +8 (15-7) dopo il primo terzo della sfida.

Il capitano azzurro allarga ulteriormente le distanze con il 5-2 a Saron, ma il paesaggio cambia completamente quando torna in pedana Dershwitz, che rifila un netto 15-5 a Torre e riporta gli USA in linea di galleggiamento: 25-24. Curatoli dà un po’ di respiro ai suoi: 5-2 a Heatcock, 30-26 con tre assalti ancora in sospeso.

A questo punto, Zanotti decide di sostituire Torre proprio con Gallo, ma il salernitano subisce un netto 4-9 per mano di Saron. Indietro di una stoccata (34-35), gli azzurri perdono definitivamente contatto dai nordamericani nelle ultime due sfide: Heatcock e Dershwitz completano il lavoro, superando Samele e Curatoli, e si assicurano la semifinale con il punteggio di 45-39.

La certezza dopo la semifinale tra Corea e Germania

Conclusa la corsa per i piazzamenti nobili, l’Italia non ha potuto fare altro che… tifare per la Corea, impegnata in semifinale contro la Germania. Il 45-39 con il quale gli asiatici hanno sconfitto il quartetto tedesco ha sciolto le ultime riserve: seppure con il brivido, anche gli sciabolatori parteciperanno al torneo olimpico della prossima estate. Le sconfitte nel torneo di consolazione con l’Iran e la Romania sono dettagli insignificanti in una serata di festa.

Una doverosa precisazione: non è detto che il commissario tecnico della Nazionale italiana confermi in blocco la squadra che si è assicurata la qualificazione per Parigi. Tuttavia, è davvero difficile pensare che Zanotti voglia privarsi di un atleta solido come Gallo, che ha disputato tutti i tornei internazionali a squadre dell’ultimo biennio.

Prima di concentrarsi sull’avventura a cinque cerchi, però, il 23enne dei Carabinieri dovrà onorare fino in fondo una stagione di Coppa del Mondo fin qui avara di soddisfazioni a livello personale. La prima occasione per svoltare si presenterà dal 4 al 6 maggio a Seul (Corea del Sud), dove si disputerà l’ultimo Grand Prix del 2023-2024.

spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.

Notizie popolari