martedì 06 12 22
HomeFrontpageIn vista di Salernitana-Cremonese: l'analisi della squadra di Alvini

In vista di Salernitana-Cremonese: l’analisi della squadra di Alvini

- Advertisment -spot_img

È ormai imminente la sfida di domani che vedrà protagonisti Salernitana e Cremonese alla ricerca dei tre punti. La Salernitana è alla ricerca della vittoria per riconfermare la prestazione fatta con la Lazio, la Cremonese ricerca la 1ª vittoria in Serie A. Andiamo ad analizzare le idee tattiche del tecnico dei grigiorossi Alvini.

Salernitana-Cremonese: idea di gioco e tattiche

Quando venne presentato al Perugia Alvini espose la sua idea di calcio: «Mi piace l’idea di una squadra aggressiva, che domini la partita e rispetti i principi di gioco, esaltando le caratteristiche tecniche, tattiche e fisiche dei miei giocatori».

Il sistema di gioco della Cremonese prevede un 3-4-1-2, con i tre centrali, due centrocampisti sulla linea mediana che contribuiscono nella manovra di costruzione e i terzini che larghi che danno supporto sia in fase difensiva che offensiva. I due attaccanti che compongono il reparto offensivo sono composti da una punta dinamica (Okereke) e una punta centrale di “peso” (Ciofani).

I grigiorossi prediligono la costruzione dal basso. Infatti, il sistema di gioco della Cremonese in fase di possesso basso vede i giocatori formare un 3-5-2 nella propria trequarti con Buonaiuto che scende per dare supporto ai centrocampisti e gli esterni allargarsi per dare maggiori linee di passaggio e una spinta ulteriore sulle fasce.

La manovra si sviluppa, il centrale sale e il terzino raggiunge la linea offensiva. Non a caso lo stesso mister Davide Nicola ha ribadito nella conferenza stampa di oggi: «Bisogna essere aggressivi quando costruiscono e quando alzano il baricentro».


Ti potrebbero interessare anche:


Nelle transizioni offensive uno dei marchi di fabbrica delle squadre di Alvini è il recupero palla, soprattutto sulla propria trequarti. Nella partita contro l’Udinese, come con la Fiorentina, ciò che ha mandato in confusione le due squadre è stata la marcatura ad uomo in fase avanzata.

Wallace perde palla dopo un recupero di Pickel

Nella partita con la viola i tre centrocampisti della viola sono stati costantemente pressati da Pickel, Zanimacchia e Escalante che più di una volta hanno conquistato il possesso palla. Giocando però in maniera veloce questo pressing può essere eluso, portando quindi portare a delle aperture in alcune zone del campo (immagine 3).

(immagine 3)
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: