martedì 25 06 24
spot_img
HomeCalcioL'Angri ufficializza Romano e Lamboglia nella nuova struttura societaria
spot_img

L’Angri ufficializza Romano e Lamboglia nella nuova struttura societaria

spot_img
spot_img

L’Angri con un comunicato ufficiale, ha annunciato di aver affidato il ruolo di direttore sportivo a Pierangelo Romano e quello di direttore organizzativo e responsabile del settore giovanile grigiorosso ad Alfonso Lamboglia.

Angri, ufficiali DS, direttore organizzativo e responsabile giovanili

L’Angri tramite un comunicato ufficiale, ha annunciato di aver affidato il ruolo di direttore sportivo a Pierangelo Romano e quello di direttore organizzativo e responsabile del settore giovanile grigiorosso ad Alfonso Lamboglia.


Potrebbe interessarti anche:


Queste due figure si aggiungono alla nuova struttura societaria voluta dal presidente Raffaele Niutta e dal direttore generale Armando Lanzione. Di seguito le prime parole dei nuovi dirigenti.

Le parole di Pierangelo Romano

«Ringrazio il presidente Niutta, il vicepresidente Rosolino e il direttore generale Lanzione per la totale fiducia che mi hanno dato. Volevo salutare e ringraziare anche chi nella stagione passata ha portato questa squadra ad ottenere la salvezza. Sono felice di essere in una piazza così calda che ha fame come me, ho visto una società che sa quello che vuole e che mi ha messo a disposizione tutto per fare bene. Lavoreremo per portare subito l’Angri dove merita di stare».

Le parole di Alfonso Lamboglia

«Ripartiamo dall’esperienza dello scorso anno che considero molto positiva malgrado la partenza in ritardo. Abbiamo avuto delle belle soddisfazioni portando in prima squadra Rosolino e Capuano rispettando in pieno il lavoro di supporto che la Juniores deve svolgere all’interno di una società. Quest’anno si allargano i ruoli. Ho assunto l’incarico di direttore organizzativo e di responsabile del settore giovanile, ponendomi come obiettivo quello di crescere e di creare un settore giovanile di alto livello che possa offrire a tanti giovani atleti, una concreta possibilità per rientrare nelle esigenze della prima squadra».

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari