lunedì 22 04 24
spot_img
HomeFrontpageAl "PalaJacazzi" vince lo spettacolo: un punto a testa per Napoli e...
spot_img

Al “PalaJacazzi” vince lo spettacolo: un punto a testa per Napoli e Sporting

spot_imgspot_img

La sfida tra Napoli e Sporting Sala Consilina ha regalato emozioni e stravolgimenti continui nel corso dei 40′ di gioco. Un match gradito certamente dagli amanti del grande futsal italiano.

Una grande serata di futsal

L’idea tattica di mister Oliva di inserire il power play sin dai primi minuti accompagna la gara del Sala Consilina che, dopo la conclusione velenosa di Volonnino, sfiora il vantaggio con Thorp. Solo la traversa nega al numero 8 gialloverde la gioia del gol.


Potrebbe interessarti anche:


I partenopei rispondono con Mancuso in grado di sbagliare un gol già fatto: servito da Saponara, il pivot azzurro non fa centro a porta praticamente spalancata. Gol sbagliato, gol subìto: Brunelli stoppa da fuori area di destro e col sinistro trova l’angolino per il vantaggio Sporting.

Spinge il Napoli alla ricerca del pareggio. El Cholito Salas è tra gli uomini più pericolosi e lo dimostra trovandosi sempre al centro dell’azione. Il calcettista paraguaiano semina il panico, sgasa e dispensa assist ai compagni.

Non riesce a concretizzare Colletta; Carducci salva un tiro a colpo sicuro qualche istante dopo; Salas scambia con Mancuso e trova un attento Fiuza. Nel momento migliore degli uomini di Colini, il Sala Consilina trova il raddoppio con Cutrignelli che, spalle alla porta, è lesto a infilare di testa Bellobuono. Saponara accorcia le distanze con un gol da vero pivot, proteggendo il pallone e scaraventandolo in rete.

Napoli con le spalle al muro, che reazione dei partenopei!

Nella ripresa, la palla del pareggio è sui piedi di Bolo che servito da Salas batte a colpo sicuro: Fiuza è strepitoso da terra a smanacciare la sfera. Ancora Perugino spreca un occasione invitante. Duarte scarica un destro da fuori che trova le mani di Fiuza che devia sul palo. Disastroso Bellobuono: l’estremo difensore azzurro tenta di salvare il pallone dalla fuoriuscita sul fondo e regala il pallone a Brunelli per il 3-1 dei salernitani. Tanti pali colpiti dal Napoli. Rompe l’incantesimo Duarte, nelle vesti di portiere di movimento, che fa 2-3.

Oliva non rinuncia al portiere di movimento e l’istinto gli dà ragione: Stigliano va dentro per Thorp che appoggia in rete. Gli azzurri non alzano bandiera bianca e trovano il 3-4 con Salas e il 4-4 grazie a una super azione con tanto di extra-pass per Bolo che davvero non può fallire.

Nel finale, forcing offensivo del Napoli che prova addirittura a vincerla. Sbilanciandosi, i partenopei lasciano la porta vuota, rischiando in più occasioni di subire il gol del KO, specialmente con Cutrignelli che impatta male e spedisce fuori.

Il tabellino

Napoli Futsal: Bellobuono 12, Perugino 6, Salas 10, Bolo 24, Duarte 28. A disp.: Caio 1, De Gennaro 94, Ercolessi 2, Mancuso 8, Colletta 17, De Simone 23, Saponara 65. All.: Colini

Sporting Sala Consilina: Fiuza 12, Zonta 6, Volonnino 17, Stigliano 7, Brunelli 11. A disp.: Pozzo 92, Carducci 2, Thorp 8, J. Salas 20, E. Salas 10, Teramo 71, Cutrignelli 77. All.: Oliva

Marcatori: 11’01” pt, 5’11” st Brunelli (S); 15’51” Cutrignelli (S); 19’02” Saponara (N); 11’44” Duarte (N); 12’13” Thorp (S); 13’58” Salas (N); 17’02” Bolo (N)

Ammoniti: Thorp (S), Zonta (S), Duarte (N), Volonnino (S)

Arbitri: Alex Iannuzzi (Roma 1), Nicola Acquafredda (Molfetta)
Crono: Saverio Carone (Bari)

Oliva: “Peccato per le occasioni sprecate, guadagnato un punto su un campo difficile”

«Sapevamo delle difficoltà della partita, oltre alle diverse assenze. Abbiamo provato a sporcare la partita al Napoli e ci siamo riusciti mettendo in campo ciò che abbiamo provato in allenamento. Poi, quando la partita si apre in questo modo, iniziano ad esserci occasioni da una parte e dall’altra. Così come loro, a pochi secondi dalla fine, abbiamo in più occasioni la palla della vittoria. Peccato che Nico non abbia centrato la porta. Guadagniamo un punto sul campo difficile di una squadra che lotta per il vertice. Ora bisogna recuperare le energie e lavorare per la prossima partita».

Duarte: “Concretizzato meno di quanto creato, i risultati arriveranno”

«Riparto dagli ultimi 10′ della squadra: abbiamo creato tanto e non abbiamo segnato abbastanza. Se fossimo andati in vantaggio avremmo visto un’altra partita. Quarto pareggio consecutivo? Non sappiamo cosa stia mancando in questo periodo, ma stiamo lavorando e prima o poi i risultati arriveranno».

spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".

Notizie popolari