venerdì 24 05 24
spot_img
HomeFrontpageL'arbitraggio di Empoli-Salernitana: giusto non dare il penalty all'Empoli
spot_img

L’arbitraggio di Empoli-Salernitana: giusto non dare il penalty all’Empoli

spot_img
spot_img

L’arbitro dell’incontro andato in scena al “Castellani” tra Empoli e Salernitana è stato Manuel Volpi, della sezione di Arezzo. Ecco tutti gli episodi del match.

Empoli-Salernitana, la partita dell’arbitro

L’AIA ha designato Manuel Volpi, classe ’88 della sezione di Arezzo, per la partita tra Empoli e Salernitana andata in scena questa sera al “Castellani”. Il match, valido per la 34ª giornata del campionato di calcio di Serie A, è terminato 2-1 in favore degli azzurri.

Alla sua quarta partita diretta in questa stagione di A, Volpi aveva già incrociato i padroni di casa in altre due occasioni in questo 2022-2023. Sempre in campionato, quando i toscani espugnarono il “Dall’Ara” al 7º turno, e in Coppa Italia. In quel caso si trattava del 1º turno della competizione e l’Empoli veniva sconfitto – in casa – ai supplementari dalla SPAL.

Il fischietto aretino è stato assistito dai guardalinee Peretti e Di Monte, dal quarto uomo Rutella e dalla coppia VAR formata dagli esperti Fourneau e Abisso. La direzione di gara di Volpi non è da bocciare, nonostante qualche errore per parte che, fortunatamente, non è stato influente.


Potrebbero interessarti anche:


Gli episodi del primo tempo

Al 6′ minuto c’è subito un errore di Volpi. Mazzocchi interviene con gamba alta e piede a martello direttamente sulla gamba di Grassi. L’arbitro è ben posizionato ed è a pochi passi dall’azione. Si pensa che l’azione prosegua per il vantaggio concesso ma, una volta uscito il pallone, l’aretino non fischia fallo in favore dei padroni di casa. Oltre al calcio di punizione in favore dell’Empoli, sarebbe stato giusto anche ammonire Mazzocchi. L’esterno granata viene così graziato.

Minuto 28: Lovato becca il primo cartellino del match. Il difensore granata interviene con grande ritardo su Cambiaghi, atterrando il giocatore dell’Empoli. L’ammonizione è giusta. Un minuto più tardi Luperto commette un fallo tattico, senza cattiveria, su Dia. I giocatori della Salernitana chiedono un cartellino giallo, ma l’arbitro non è dello stesso avviso.

Gli episodi del secondo tempo

Appena cominciata la ripresa, Lassana Coulibaly subisce un fallo da un avversario che lo sgambetta durante una sua avanzata. L’arbitro non fischia fallo e concede il vantaggio, prendendo la scelta giusta. La Salernitana va anche alla conclusione con Kastanos, senza trovare lo specchio della porta, ma la regola del vantaggio è stata correttamente applicata.

Al 53′ Marin entra pericolosamente in area e prova a dribblare Lovato. Il difensore granata allunga la gamba e Marin va a terra. I giocatori dell’Empoli chiedono a gran voce il penalty, ma l’arbitro non è d’accordo. Dal replay si vede chiaramente che il contatto c’è ma non è forte, Marin si lascia cadere molto facilmente, accentuando lo scontro. Volpi è bravissimo a non fischiare. Anche il VAR, dopo un breve controllo, conferma quanto deciso dal direttore di gara.

Al 60′ Bronn viene ammonito per un intervento scomposto e in ritardo su Baldanzi, bravo a liberarsi velocemente del pallone. L’ammonizione per il tunisino è corretta. Pochi secondi più tardi, l’arbitro non vede un fallo su Ochoa. In questo caso sarebbe stato giusto assegnare un calcio di punizione in favore dei granata.

Minuto 63: l’Empoli segna la seconda rete. Caputo insacca dopo aver ricevuto palla da Ebuehi, che a sua volta la riceve dopo una carambola. L’arbitro ferma tutto per presunto offside. Il fuorigioco non c’è perché la palla arriva al terzino dopo aver impattato sul corpo di un giocatore della Salernitana. Per quanto riguarda l’attaccante, Caputo si trova dietro la linea della sfera. Il VAR impiega un paio di minuti per confermare la marcatura.

Anche Baldanzi entra nella lista degli ammoniti al minuto 70. Il giovane centrocampista atterra Bohinen prima tirandogli la maglietta, poi colpendolo con la gamba. Ineccepibile la decisione di Volpi.

89′: Pjaca trova una bellissima rete, che varrebbe il 3-1 per l’Empoli, ma è tutto fermo. C’è fuorigioco, infatti, di un giocatore dei toscani. Il VAR conferma l’offside e si resta sul 2-1. Destro, al 96′, alza troppo il braccio e colpisce al volto Bronn durante un duello aereo. L’attaccante viene, quindi, ammonito giustamente dal direttore di gara.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari