lunedì 14 11 22
HomeFrontpageDavide Nicola incontra la stampa al "Mary Rosy"

Davide Nicola incontra la stampa al “Mary Rosy”

- Advertisment -spot_img

Nuovo appuntamento di campionato e nuovo incontro con la stampa per Davide Nicola dal “Mary Rosy”, dove la Salernitana sta preparandosi per la partenza. È in programma la 10ª giornata del campionato di Serie A 2022-2023.

Davide Nicola nel pre match di Inter-Salernitana

Come sempre chiusa alle dirette video, la conferenza stampa si svolge nel chiuso del centro sportivo “Mary Rosy, quartier generale dei granata. In vista c’è la prima delle due trasferte a Milano in cui granata affronteranno una delle accreditate alla vittoria del campionato 2022-2023. Il Biscione e la Salernitana si ritroveranno in campo al “Meazza”, alle 12:30, nel primo match domenicale. Potrete seguire la diretta testuale della conferenza di rettamente qui, su SalernoSport24.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE

«Candreva ha già giocato da mezzala, il suo ruolo naturale è da quinto. I suoi dati sono impressionanti tuttora, io sposto i giocatori quando ci sono grosse emergenze, e credo che ancora non ci sono queste emergenze, perché significherebbe non dare fiducia agli altri».

«Partiranno i soliti in difesa, abbiamo anche Lovato. Penso che anche l’Inter farà un piccolo turn over. Non Cambierà il nostro modo di giocare, la nostra aggressività, certamente vedremo che strategia adottare, perché ci potrebbero essere momenti in cui saremo abbastanza bassi. Dovremo essere bravi, intelligenti, gestire, aggredire».

«Credo che generalmente abbiamo sviluppato un buon calcio. Io credo che non si possa giocar male e vincere, almeno generalmente. Noi scendiamo in campo sempre per sviluppare un buon calcio».

«Potremmo forse cambiare il modulo, partendo da 4 dietro. Avremo davanti una squadra che ha mentalizzato una superiorità rispetto alla media, poi si può determinare un risultato per cose che sfuggono al nostro controllo».

«L’Inter è una squadra abituata a giocare ogni tre giorni, quindi stanca no, né soddisfatta di ciò che ha fatto al Nou Camp».

«Bohinen non è pronto a giocare dal 1′ mentre Bradaric sì. Il primo non gioca dal 7 agosto, deve ritrovare sinergie e confidenze con campo e compagni. Non so chi giocherà in attacco, ma sono tranquillo, mi stanno dando tutti buone indicazioni. Mancheranno sia Radovanovic che Fazio, il capitano l’ha scelto la squadra, lo vedrete domani».

«La vittoria sul Verona non ci ha tolto un peso, così fosse sarebbe difficile fare questo lavoro nel fase di trasmissione di pensiero ai miei giocatori. Domani servirà una grande prova di consapevolezza per mettere in difficoltà una squadra come l’Inter».

«Non essendoci Bohinen abbiamo provato con il doppio mediano. È una soluzione che ci dà delle cose ma ce ne toglie altre. Non siamo al completo ma non è una nuova e non è una scusa alla quale possiamo appellarci, quindi penso e sperimento cose nuove, per dare magari chance a chi non ha giocato con grandissima continuità. Kastanos è tra i giocatori che potrebbero coprire quel ruolo».

Fine conferenza

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: