venerdì 01 03 24
spot_img
HomeSalernitanaBocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana, ora dobbiamo ripartire”
spot_img

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana, ora dobbiamo ripartire”

spot_imgspot_img

Riccardo Bocchini, in conferenza stampa, dopo il 5-0 di Empoli-Salernitana fa il punto della situazione, facendo le veci di Fabrizio Castori.

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana”

Riccardo Bocchini dopo i cinque gol subiti dall’Empoli, risponde alle domande in conferenza stampa, facendo le veci di mister Fabrizio Castori.

Partita inguardabile, 10 gol subiti senza farne nelle ultime tre

«Ci teniamo particolarmente a scusarsi con i tifosi e a chi tiene e segue la squadra. Sappiamo che lo fanno con passione e dedizione. Oggi è stato sbagliato tutto, una partita da analizzare sin da domani e pensare alla prossima. Prima di queste tre abbiamo giocato un grande campionato».

Qual è la vera Salernitana, questa o quella arrivata prima in classifica?

«La Salernitana vera è fino alla partita contro il Pordenone. Dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare a lavorare. Come terza sconfitta può sembrare un tracollo, ma non lo è. Questo momento deve farci riflettere e ripartire. Le partite non vanno legate tra loro».

Ci sono state scelte di formazioni sbagliate?

«Non bisogna analizzare la partita su una scelta, ma neanche a due. Bisogna fare mea culpa. In una partita come questa non sbaglia mai solo uno, come una catena».

Siete scesi in campo molto nervosi

«Ci può stare il nervosismo. Anderson è giovane e magari ha peccato in una partita delicata. Cerchiamo sempre di motivare la squadra. Sull’1-0 siamo riusciti anche a creare qualche pericolo, ma non abbiamo concretizzato e abbiamo lasciato la partita aperta. L’Empoli ha trovato entusiasmo».

Questa sconfitta è un campanello d’allarme, data la terza consecutiva?

«Questa sconfitta è un campanello d’allarme come lo sono state le altre, sin da Ferrara. Dobbiamo cercare il modo di superare questo tipo di scoglio, soprattutto psicologicamente, perché ci limita. Abbiamo raggiunto comunque degli ottimi risultati e questo dovrebbe muovere qualcosa nei giocatori per giocare meglio queste partite di cartello».


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
Gennaro Caso
Gennaro Caso
Studente universitario di economia, classe 2000 e nativo di Nocera Inferiore, approccia al mondo del giornalismo nell'estate del 2020, con Salerno Sport 24. Da sempre segue con attenzione e imparzialità il mondo del calcio internazionale e regionale. Nell'adolescenza si avvicina al futsal, ma soprattutto al tennis. La passione per i numeri e le statistiche a sottolineare che lo sport e la matematica possono andare a braccetto!
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana, ora dobbiamo ripartire”

spot_imgspot_img

Riccardo Bocchini, in conferenza stampa, dopo il 5-0 di Empoli-Salernitana fa il punto della situazione, facendo le veci di Fabrizio Castori.

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana”

Riccardo Bocchini dopo i cinque gol subiti dall’Empoli, risponde alle domande in conferenza stampa, facendo le veci di mister Fabrizio Castori.

Partita inguardabile, 10 gol subiti senza farne nelle ultime tre

«Ci teniamo particolarmente a scusarsi con i tifosi e a chi tiene e segue la squadra. Sappiamo che lo fanno con passione e dedizione. Oggi è stato sbagliato tutto, una partita da analizzare sin da domani e pensare alla prossima. Prima di queste tre abbiamo giocato un grande campionato».

Qual è la vera Salernitana, questa o quella arrivata prima in classifica?

«La Salernitana vera è fino alla partita contro il Pordenone. Dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare a lavorare. Come terza sconfitta può sembrare un tracollo, ma non lo è. Questo momento deve farci riflettere e ripartire. Le partite non vanno legate tra loro».

Ci sono state scelte di formazioni sbagliate?

«Non bisogna analizzare la partita su una scelta, ma neanche a due. Bisogna fare mea culpa. In una partita come questa non sbaglia mai solo uno, come una catena».

Siete scesi in campo molto nervosi

«Ci può stare il nervosismo. Anderson è giovane e magari ha peccato in una partita delicata. Cerchiamo sempre di motivare la squadra. Sull’1-0 siamo riusciti anche a creare qualche pericolo, ma non abbiamo concretizzato e abbiamo lasciato la partita aperta. L’Empoli ha trovato entusiasmo».

Questa sconfitta è un campanello d’allarme, data la terza consecutiva?

«Questa sconfitta è un campanello d’allarme come lo sono state le altre, sin da Ferrara. Dobbiamo cercare il modo di superare questo tipo di scoglio, soprattutto psicologicamente, perché ci limita. Abbiamo raggiunto comunque degli ottimi risultati e questo dovrebbe muovere qualcosa nei giocatori per giocare meglio queste partite di cartello».


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
Gennaro Caso
Gennaro Caso
Studente universitario di economia, classe 2000 e nativo di Nocera Inferiore, approccia al mondo del giornalismo nell'estate del 2020, con Salerno Sport 24. Da sempre segue con attenzione e imparzialità il mondo del calcio internazionale e regionale. Nell'adolescenza si avvicina al futsal, ma soprattutto al tennis. La passione per i numeri e le statistiche a sottolineare che lo sport e la matematica possono andare a braccetto!
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana, ora dobbiamo ripartire”

spot_img

Riccardo Bocchini, in conferenza stampa, dopo il 5-0 di Empoli-Salernitana fa il punto della situazione, facendo le veci di Fabrizio Castori.

Bocchini: “Chiediamo scusa ai tifosi della Salernitana”

Riccardo Bocchini dopo i cinque gol subiti dall’Empoli, risponde alle domande in conferenza stampa, facendo le veci di mister Fabrizio Castori.

Partita inguardabile, 10 gol subiti senza farne nelle ultime tre

«Ci teniamo particolarmente a scusarsi con i tifosi e a chi tiene e segue la squadra. Sappiamo che lo fanno con passione e dedizione. Oggi è stato sbagliato tutto, una partita da analizzare sin da domani e pensare alla prossima. Prima di queste tre abbiamo giocato un grande campionato».

Qual è la vera Salernitana, questa o quella arrivata prima in classifica?

«La Salernitana vera è fino alla partita contro il Pordenone. Dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare a lavorare. Come terza sconfitta può sembrare un tracollo, ma non lo è. Questo momento deve farci riflettere e ripartire. Le partite non vanno legate tra loro».

Ci sono state scelte di formazioni sbagliate?

«Non bisogna analizzare la partita su una scelta, ma neanche a due. Bisogna fare mea culpa. In una partita come questa non sbaglia mai solo uno, come una catena».

Siete scesi in campo molto nervosi

«Ci può stare il nervosismo. Anderson è giovane e magari ha peccato in una partita delicata. Cerchiamo sempre di motivare la squadra. Sull’1-0 siamo riusciti anche a creare qualche pericolo, ma non abbiamo concretizzato e abbiamo lasciato la partita aperta. L’Empoli ha trovato entusiasmo».

Questa sconfitta è un campanello d’allarme, data la terza consecutiva?

«Questa sconfitta è un campanello d’allarme come lo sono state le altre, sin da Ferrara. Dobbiamo cercare il modo di superare questo tipo di scoglio, soprattutto psicologicamente, perché ci limita. Abbiamo raggiunto comunque degli ottimi risultati e questo dovrebbe muovere qualcosa nei giocatori per giocare meglio queste partite di cartello».


Potrebbe interessarti anche:

Gennaro Caso
Gennaro Caso
Studente universitario di economia, classe 2000 e nativo di Nocera Inferiore, approccia al mondo del giornalismo nell'estate del 2020, con Salerno Sport 24. Da sempre segue con attenzione e imparzialità il mondo del calcio internazionale e regionale. Nell'adolescenza si avvicina al futsal, ma soprattutto al tennis. La passione per i numeri e le statistiche a sottolineare che lo sport e la matematica possono andare a braccetto!
spot_img

Notizie popolari