sabato 02 03 24
spot_img
HomeFrontpageClub Mai Sola e lo striscione contro la guerra in Ucraina: “Stop...
spot_img

Club Mai Sola e lo striscione contro la guerra in Ucraina: “Stop war”

spot_imgspot_img

Ancora una volta il Club Mai Sola della Salernitana in prima linea con uno striscione contro i conflitti. Stavolta si va ben oltre i confini nazionali. Il messaggio è chiaro e incisivo: “Stop war”.

Club Mai sola e lo striscione all’Arechi

Presente allo stadio “Arechi” in vista del match contro il Bologna il gruppo, sempre molto attivo nel sociale, ha voluto esprimere vicinanza e supporto alle vittime della delicatissima situazione che in questi giorni sta sconvolgendo il mondo intero. Molto significativa la foto scattata proprio sugli spalti, dove insieme allo striscione giallo e azzurro e la frase “Stop war”, compare il presidente del club Antonio Carmando.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 18 persone, persone in piedi, folla e attività all'aperto

Come recita il post pubblicato sulla pagina Facebook di Mai Sola Salernitana, lo scopo è stato quello di lanciare un messaggio di pace. I colori della bandiera ucraina sullo sfondo compaiono nella moltitudine di striscioni granata per perorare la causa della nazione  martoriata dai primi attacchi militari russi. Uniti si vince e il calcio, come spesso accade, rappresenta uno scenario fortemente d’impatto per il veicolo di determinati messaggi e inviti.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Club Mai Sola e lo striscione contro la guerra in Ucraina: “Stop war”

spot_imgspot_img

Ancora una volta il Club Mai Sola della Salernitana in prima linea con uno striscione contro i conflitti. Stavolta si va ben oltre i confini nazionali. Il messaggio è chiaro e incisivo: “Stop war”.

Club Mai sola e lo striscione all’Arechi

Presente allo stadio “Arechi” in vista del match contro il Bologna il gruppo, sempre molto attivo nel sociale, ha voluto esprimere vicinanza e supporto alle vittime della delicatissima situazione che in questi giorni sta sconvolgendo il mondo intero. Molto significativa la foto scattata proprio sugli spalti, dove insieme allo striscione giallo e azzurro e la frase “Stop war”, compare il presidente del club Antonio Carmando.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 18 persone, persone in piedi, folla e attività all'aperto

Come recita il post pubblicato sulla pagina Facebook di Mai Sola Salernitana, lo scopo è stato quello di lanciare un messaggio di pace. I colori della bandiera ucraina sullo sfondo compaiono nella moltitudine di striscioni granata per perorare la causa della nazione  martoriata dai primi attacchi militari russi. Uniti si vince e il calcio, come spesso accade, rappresenta uno scenario fortemente d’impatto per il veicolo di determinati messaggi e inviti.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Club Mai Sola e lo striscione contro la guerra in Ucraina: “Stop war”

spot_img

Ancora una volta il Club Mai Sola della Salernitana in prima linea con uno striscione contro i conflitti. Stavolta si va ben oltre i confini nazionali. Il messaggio è chiaro e incisivo: “Stop war”.

Club Mai sola e lo striscione all’Arechi

Presente allo stadio “Arechi” in vista del match contro il Bologna il gruppo, sempre molto attivo nel sociale, ha voluto esprimere vicinanza e supporto alle vittime della delicatissima situazione che in questi giorni sta sconvolgendo il mondo intero. Molto significativa la foto scattata proprio sugli spalti, dove insieme allo striscione giallo e azzurro e la frase “Stop war”, compare il presidente del club Antonio Carmando.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 18 persone, persone in piedi, folla e attività all'aperto

Come recita il post pubblicato sulla pagina Facebook di Mai Sola Salernitana, lo scopo è stato quello di lanciare un messaggio di pace. I colori della bandiera ucraina sullo sfondo compaiono nella moltitudine di striscioni granata per perorare la causa della nazione  martoriata dai primi attacchi militari russi. Uniti si vince e il calcio, come spesso accade, rappresenta uno scenario fortemente d’impatto per il veicolo di determinati messaggi e inviti.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img

Notizie popolari