domenica 03 03 24
spot_img
HomeSalernitanaCittadella-Salernitana, buona direzione di gara dell'arbitro Manganiello
spot_img

Cittadella-Salernitana, buona direzione di gara dell’arbitro Manganiello

spot_imgspot_img

Una partita, tutto sommato, corretta quella tra Cittadella e Salernitana, che solo nella ripresa si è accesa ma, merito, all’arbitro Manganiello che riesce a mantenere alta la concentrazione e a gestire in modo impeccabile la situazione.

Cittadella-Salernitana: giuste le sanzioni, tutte nella ripresa

Un primo tempo senza particolari sussulti quello tra Cittadella e Salernitana. Pochissimo lavoro nella prima frazione di gioco per la terna arbitrale, diretta dal signor Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo e dai suoi assistenti Alaves e Nizzi.

Giusta la segnalazione dell’assistente al 28′, l’attaccante del Cittadella Baldini era aldilà dei difensori granata.

Al 30′ minuto, invece, fa bene l’assistente a lasciar proseguire l’azione in area del Cittadella, Djuric veniva mantenuto in gioco dal calciatore dei veneti Proia.

Cinque gialli, tutti, nel secondo tempo

Ripresa sicuramente più vivace, al 53′ potrebbe starci il giallo per il calciatore del Cittadella Proia che trattiene Capezzi su una possibile ripartenza, l’arbitro assegna solo il fallo per la formazione ospite.

56′ tackle duro di Iori su Bogdan, giusto il giallo; il capitano del Cittadella chiede subito scusa al difensore croato della Salernitana.

Al 58′ giallo anche per il difensore granata Gyomber che entra in modo pericoloso su Ogunseye.

Terza ammonizione della gara, al 64′, per il difensore del Cittadella Adorni che ferma il neo-entrato Tutino diretto a rete.

Al 69′, dopo aver lasciato proseguire per vantaggio, il direttore di gara va giustamente ad ammonire il difensore della Salernitana, Jaroszyński; che nell’azione precedente era entrato in modo pericoloso sul numero 17 dei veneti, Donnarumma, giusta la sanzione per il difensore polacco.

Manganiello non si fa ingannare da Anderson che dopo una bella serpentina cade al limite dell’aria, cercando una punizione da una posizione abbastanza pericolosa, ma l’italo-brasiliano viene, giustamente, ammonito per simulazione.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Cittadella-Salernitana, buona direzione di gara dell’arbitro Manganiello

spot_imgspot_img

Una partita, tutto sommato, corretta quella tra Cittadella e Salernitana, che solo nella ripresa si è accesa ma, merito, all’arbitro Manganiello che riesce a mantenere alta la concentrazione e a gestire in modo impeccabile la situazione.

Cittadella-Salernitana: giuste le sanzioni, tutte nella ripresa

Un primo tempo senza particolari sussulti quello tra Cittadella e Salernitana. Pochissimo lavoro nella prima frazione di gioco per la terna arbitrale, diretta dal signor Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo e dai suoi assistenti Alaves e Nizzi.

Giusta la segnalazione dell’assistente al 28′, l’attaccante del Cittadella Baldini era aldilà dei difensori granata.

Al 30′ minuto, invece, fa bene l’assistente a lasciar proseguire l’azione in area del Cittadella, Djuric veniva mantenuto in gioco dal calciatore dei veneti Proia.

Cinque gialli, tutti, nel secondo tempo

Ripresa sicuramente più vivace, al 53′ potrebbe starci il giallo per il calciatore del Cittadella Proia che trattiene Capezzi su una possibile ripartenza, l’arbitro assegna solo il fallo per la formazione ospite.

56′ tackle duro di Iori su Bogdan, giusto il giallo; il capitano del Cittadella chiede subito scusa al difensore croato della Salernitana.

Al 58′ giallo anche per il difensore granata Gyomber che entra in modo pericoloso su Ogunseye.

Terza ammonizione della gara, al 64′, per il difensore del Cittadella Adorni che ferma il neo-entrato Tutino diretto a rete.

Al 69′, dopo aver lasciato proseguire per vantaggio, il direttore di gara va giustamente ad ammonire il difensore della Salernitana, Jaroszyński; che nell’azione precedente era entrato in modo pericoloso sul numero 17 dei veneti, Donnarumma, giusta la sanzione per il difensore polacco.

Manganiello non si fa ingannare da Anderson che dopo una bella serpentina cade al limite dell’aria, cercando una punizione da una posizione abbastanza pericolosa, ma l’italo-brasiliano viene, giustamente, ammonito per simulazione.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Cittadella-Salernitana, buona direzione di gara dell’arbitro Manganiello

spot_img

Una partita, tutto sommato, corretta quella tra Cittadella e Salernitana, che solo nella ripresa si è accesa ma, merito, all’arbitro Manganiello che riesce a mantenere alta la concentrazione e a gestire in modo impeccabile la situazione.

Cittadella-Salernitana: giuste le sanzioni, tutte nella ripresa

Un primo tempo senza particolari sussulti quello tra Cittadella e Salernitana. Pochissimo lavoro nella prima frazione di gioco per la terna arbitrale, diretta dal signor Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo e dai suoi assistenti Alaves e Nizzi.

Giusta la segnalazione dell’assistente al 28′, l’attaccante del Cittadella Baldini era aldilà dei difensori granata.

Al 30′ minuto, invece, fa bene l’assistente a lasciar proseguire l’azione in area del Cittadella, Djuric veniva mantenuto in gioco dal calciatore dei veneti Proia.

Cinque gialli, tutti, nel secondo tempo

Ripresa sicuramente più vivace, al 53′ potrebbe starci il giallo per il calciatore del Cittadella Proia che trattiene Capezzi su una possibile ripartenza, l’arbitro assegna solo il fallo per la formazione ospite.

56′ tackle duro di Iori su Bogdan, giusto il giallo; il capitano del Cittadella chiede subito scusa al difensore croato della Salernitana.

Al 58′ giallo anche per il difensore granata Gyomber che entra in modo pericoloso su Ogunseye.

Terza ammonizione della gara, al 64′, per il difensore del Cittadella Adorni che ferma il neo-entrato Tutino diretto a rete.

Al 69′, dopo aver lasciato proseguire per vantaggio, il direttore di gara va giustamente ad ammonire il difensore della Salernitana, Jaroszyński; che nell’azione precedente era entrato in modo pericoloso sul numero 17 dei veneti, Donnarumma, giusta la sanzione per il difensore polacco.

Manganiello non si fa ingannare da Anderson che dopo una bella serpentina cade al limite dell’aria, cercando una punizione da una posizione abbastanza pericolosa, ma l’italo-brasiliano viene, giustamente, ammonito per simulazione.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img

Notizie popolari