venerdì 19 07 24
spot_img
HomeSportHOCKEY SU PISTAFontan intoccabile, Campolongo Salerno esulta in Coppa
spot_img

Fontan intoccabile, Campolongo Salerno esulta in Coppa

spot_img
spot_img

Conclusa la prima metà del girone eliminatorio di Coppa Italia di A2 con la sfida del PalaTulimieri tra Campolongo Salerno e Startit Prato.

Primi punti della stagione per la Campolongo Salerno

Semaforo verde per la Campolongo Salerno, vittoriosa per 7-4 sulla Startit Prato al termine di una partita divertente e combattuta che i granata hanno risolto nella ripresa.

Due occasioni in apertura per i padroni di casa: Giuseppe Giudice impensierisce Vespi con un tiro che sorvola la traversa, poi tocca ad Esposito – servito da Fontan Alfani – saggiare i riflessi del numero 1 biancoazzurro. Parati i primi colpi dell’ippocampo, i toscani sfiorano il gol con Barbani: la sua sventola da posizione favorevole sbatte contro il montante.

Un rimpallo favorevole sulla trequarti lancia Baldesi verso la porta avversaria: Marrazzo spende un fallo da rigore per ostacolarlo. Lo stesso Baldesi s’incarica di trasformare il penalty, ma il portiere granata salva con i gambali.

Gli sforzi della Startit sono però premiati al 5′: gioco a due tra Alberto Capuano e Santoro, che serve il compagno sul primo palo. Marrazzo è battuto: 0-1. Prato prova a cavalcare l’onda favorevole con Barbani e Alberto Capuano, ma senza successo. Di contro, la Roller alza i giri del suo motore: azione personale di Fontan respinta da Vespi, che dice di no anche ad Esposito.

Sono le prove generali del pareggio, che si concretizza al 7′: Fontan recupera la pallina a metà pista, scambia con Sabetta che trova ancora l’italo-argentino dalle parti di Vespi; il suo tiro è una carezza che si insacca nell’angolo più lontano.

Neppure il tempo di esultare che l’arbitro Andrisani assegna il secondo rigore della serata alla Startit: Giuseppe Giudice strattona in piena area Barbani. Santoro opposto a Marrazzo: parata d’istinto del portiere salernitano.

Più Campolongo che Startit a metà tempo: Fontan centra la traversa da buona posizione; Giorgio Giudice sorprende la difesa pratese ma trova un ottimo Vespi sulla sua strada. I toscani, però, riordinano le idee e tornano in vantaggio al 14′: Sabetta perde un duello con Baldesi a ridosso della balaustra, l’attaccante toscano pattina fino a ridosso dell’area per poi trafiggere Marrazzo con un fendente imprendibile. 1-2.

Tre reti in meno di un minuto

Altre due reti nello spazio di 60″: Salerno pareggia con il suo goleador principe, che riceve dal maggiore dei fratelli Giudice, si infila tra le maglie della difesa avversaria prima di mettere a sedere Vespi con una finta deliziosa; Prato risponde ancora con Baldesi, che firma la sua personale doppietta con un tiro velenoso che mette fuori causa Marrazzo, forse ingannato da una deviazione. 2-3.

Prato compie il massimo sforzo per ampliare le distanze: Santoro impegna ancora Marrazzo, che poi compie un autentico pezzo di bravura con Lorenzo Capuano, negandogli il gol per tre volte di fila. La Campolongo prova a uscire dall’angolo con Giorgio Giudice, a cui si oppone Vespi, attento anche sui tentativi ravvicinati di Durante ed Esposito. Prato di nuovo vicina al 2-4 con Mugnai e Benelli: Marrazzo chiude letteralmente la porta.

Nel finale di tempo, altre due opportunità per Fontan e il più piccolo dei Giudice: Vespi si salva con il guanto e i gambali. A 30″ dalla sirena, infine, il punto del 3-3: Sabetta, posizionato dietro la porta difesa da Vespi, dialoga con l’italo-argentino, che gli restituisce il testimone prima di riaprire per Giorgio Giudice: il suo diagonale incendia la rete ed esalta il PalaTulimieri.


Potrebbe interessarti anche:


Uno-due della Roller all’inizio della ripresa

Al rientro in pista, i padroni di casa spiccano il volo: Fontan porta a spasso tutta la difesa della Startit, sigillando il suo capolavoro con un tiro angolato. Pochi istanti dopo, il cannoniere granata s’improvvisa regista: scambio veloce con Daniele Esposito che riceve in piena area e segna la rete del 5-3.

Un durissimo risveglio per Prato, che rompe il silenzio in attacco con Baldesi: Marrazzo risponde con il guantone. Per il 5-4 bisogna aspettare il 6′: Baldesi pattina alle spalle della porta, si gira in area e, pur perdendo l’abbrivio, riesce comunque a freddare Marrazzo. Il gol appena subito scuote i salernitani, che ci riprovano con Fontan (parata sicura di Vespi) ed Esposito (salvataggio in tuffo del portiere biancoazzurro).

Squadre più lunghe, occasioni in abbondante copia: il primo a provarci è Alberto Capuano con una bordata insidiosa; gli fa eco Sabetta, che centra l’incrocio dei pali. Startit di nuovo pericolosa sull’asse Alberto Capuano-Santoro: Marrazzo attento tanto quanto il suo collega avversario, che si difende bene sulle conclusioni di Esposito e Sabetta. La più grossa occasione, però, passa dalla stecca di Baldesi: ancora applausi per il portiere della Roller.

Dopo aver temuto per il riaggancio, la Campolongo blinda i 3 punti con una splendida triangolazione Fontan-Giorgio Giudice-Esposito, che batte Vespi con una stoccata imprendibile. 6-4 al 17′. Prato porta ancora un paio di minacce sull’asse Mugnai-Baldesi, ma si arrende definitivamente al 23′: Fontan chiude una serata di rara grazia con un’incursione che lascia di sasso Barbani e Vespi. Pallonetto morbido, 7-4 sul tabellone.

Poco più avanti, la squadra allenata dall’ex Bernardini si procura il terzo rigore della serata per un fallo di Giuseppe Giudice su Mugnai, che si assume anche la responsabilità del tiro. Ancora una volta, però, Marrazzo indossa l’abito da supereroe: tre rigori contro, altrettante parate. Prato macina altre due occasioni con Poli – la cui bordata si stampa sul palo – e Baldesi. Nel mezzo, un altro lob di Fontan deviato da Vespi.

Il 18 novembre trasferta a Matera

Concluso il girone d’andata, la Campolongo si giocherà le (poche) chances di qualificazione alla Final Four nella trasferta del 18 novembre a Matera, che condivide la vetta del girone D con Blue Factor Castiglione e Iren Follonica.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.
spot_img

Notizie popolari