domenica 26 05 24
spot_img
HomeSportBASKETRimonta-spettacolo, OMEPS Battipaglia piega Firenze
spot_img

Rimonta-spettacolo, OMEPS Battipaglia piega Firenze

spot_img
spot_img

Dopo due settimane di logorante attesa, il girone Sud della Serie A2 femminile di basket sta per incoronare la sua regina: una tra OMEPS Battipaglia e Il PalaGiaccio Firenze festeggerà la promozione nel massimo campionato italiano.

La finale play-off della Serie A2 femminile di basket

Otto mesi di lavoro, sacrifici e fatica racchiusi in tre atti: sabato pomeriggio il primo capitolo della finale play-off della Serie A2 femminile di basket tra OMEPS Battipaglia e Il PalaGiaccio Firenze.

Un epilogo a lieto fine dopo una lunghissima rincorsa: il PalaZauli in festa per il 72-62 con cui le biancoarancio hanno superato la squadra allenata da Stefano Corsini, che si era spinta addirittura a +17 nel terzo periodo.

L’emozione imbriglia i due quintetti: un solo canestro dal campo nei primi 4’30” di gioco per mano di Sara Seka. Firenze debutta sulla scena con Obouh Fegue, ma i conti sono ancora in passivo dopo il 6-2 segnato da Milani. Poco a poco, però, le biancorosse si scrollano di dosso timori ed imbarazzi: l’intensità difensiva è il filo conduttore di una risalita che si concretizza grazie a una gestione ordinata dei possessi in attacco.

Liberati i cavalli vapore, Firenze prende immediatamente confidenza con il canestro: l’uno-due di Marta Rossini vale il primo vantaggio esterno della serata (6-7), ulteriormente rafforzato da Flavia De Cassan. La OMEPS abbozza una reazione con Ferrari – tenuta efficacemente sotto controllo da Corsini – ma le ospiti chiudono il primo quarto di slancio: De Cassan imita Poggio dalla grande distanza, 11-18 sul tabellone.

PalaGiaccio ancora più sicuro di sé con le ragazze del secondo quintetto: Capra debutta con un assist impeccabile per De Cassan prima di segnare il canestro dell’11-24. Battipaglia sovrastata dalla difesa aggressiva ma corretta delle ospiti, che spingono ancora più indietro le rivali con i punti di Marta Rossini e Capra: massimo vantaggio sul 12-28.

Vasilis Maslarinos interviene a cuore aperto: Crudo prima scelta sul perimetro, Alford sotto i tabelloni al posto di una Cutrupi in apnea. La mossa del coach greco produce una reazione lenta ma poderosa: Potolicchio si sblocca dai 6.75, Seka e Alford sorprendono Poggio nel cuore dell’area, OMEPS a -6 (26-32) in vista del finale di quarto. Tuttavia, Il PalaGiaccio riprende quota proprio con la sua pivot aggiunta: distanze immutate, 30-36.

Temprate da questa prova di carattere, le fiorentine tornano sul parquet con la stessa carica emotiva vista nei primi 20′ di gioco: Obouh Fegue è un rebus per le lunghe salernitane, che concedono alla giocatrice francese 6 punti in fila. Precipitata di nuovo a -12 (30-42), Battipaglia rompe il silenzio con una generosa Seka, ma le toscane viaggiano ancora a passo di carica grazie ai punti in area di De Cassan e alle sortite di Capra.

Il -15 sul tabellone (35-50) è una zavorra impietosa per la OMEPS, che continua a difettare di precisione e qualità in attacco, tant’è che le uniche entrate in bilancio arrivano dalla linea dei liberi con Crudo. Neppure un raro sussulto di Ferrari ribalta il copione della partita: Firenze sempre più lanciata verso un’altra impresa dopo la tripla del 38-55 segnata dall’ex di giornata Cremona.

L’uscita obbligata dopo il quarto fallo delle boe fiorentine Obouh Fegue e Poggio concede a Battipaglia l’opportunità di attaccare con più convinzione l’area e – soprattutto – di contendere qualche rimbalzo in più alle battistrada: Ferrari e Alford accennano a un tentativo di rimonta, in parte smorzato dal 2/2 a cronometro fermo di Marta Rossini. 45-57 all’ultima pausa.

Il quarto fallo fischiato a De Cassan è un altro duro colpo per il PalaGiaccio, che vede poco a poco avvicinarsi le padrone di casa: Alford attacca con profitto l’area, Crudo completa il gioco da 3 punti del 50-57. Le toscane respirano con De Cassan, ma la tendenza è sempre più favorevole alla OMEPS, che prende fiducia anche dall’arco: Potolicchio e Milani fanno pentole e coperchi, sorpasso sul 61-60 a meno di 4′ dal gong.

Battipaglia si distrae per un attimo in difesa, concedendo a De Cassan l’ultimo canestro ospite della partita. Di lì in avanti è solo OMEPS: Milani segna il piazzato del 63-62, Seka converte un assist di alta classe di Paola Ferrari, Crudo completa la migliore serata in maglia biancoarancio con l’uno-due che obbliga Il PalaGiaccio alla resa.


Potrebbe interessarti anche:


Gara-2 a Firenze, l’eventuale “bella” a Battipaglia

La serie si sposterà giovedì sera al PalaMarcellino di Firenze per la già decisiva gara-2. In caso di parità, il redde rationem andrà in onda domenica 4 giugno a Battipaglia.

Tutte le gare inizieranno alle ore 19.

spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.

Notizie popolari