giovedì 23 06 22
incrementa i profili social con follower instagram facebook tiktok italiani

HomeFrontpageAtalanta-Salernitana, le pagelle granata: sfuma l'impresa, ma ottima prestazione. E che centrocampo!

Atalanta-Salernitana, le pagelle granata: sfuma l’impresa, ma ottima prestazione. E che centrocampo!

Ecco le pagelle della Salernitana, che esce dal match del “Gewiss Stadium”, contro l’Atalanta, con l’amaro in bocca. I granata hanno condotto un’ottima gara e avrebbero meritato qualcosa di più. Il pareggio in casa nerazzurra resta, però, un risultato tutt’altro che deludente.

Atalanta-Salernitana, le pagelle granata

Si è concluso in parità l’incontro fra Atalanta e Salernitana. Alla rete di Ederson risponde Pasalic nel finale, con un gol da punta di razza. La Bersagliera può vedere il bicchiere mezzo pieno, nonostante rimanga l’amaro in bocca per una partita che sembrava quasi essersi incanalata verso il quarto successo consecutivo.

I padroni di casa sono andati in gol all’88’, in seguito a quello che, di fatto, è stato il primo ed unico errore difensivo della partita. C’è da dire che l’ottima prestazione non può essere cancellata dal pari dei bergamaschi. I granata hanno dimostrato ancora una volta di essere una delle squadre – al momento – più ostiche e pericolose del campionato.


Sepe – Chiamato in causa pochissime volte. Il primo intervento complicato lo fa al 65′ e si fa trovare pronto. Forse poteva uscire un po’ sul gol, ma non può essere colpevolizzato: il diagonale di Pasalic era perfetto. 6

Gyomber – Interviene in modo deciso e pulito già nelle prime fasi del match. Sembrava aver perso il primo duello con Zapata in area, in un pericoloso 1v1, ma è bravissimo e reattivo a recuperare. In pressing arriva anche sulla trequarti avversaria. Stasera un muro. 7

Fazio – Vince tutti i duelli aerei. L’unica piccola pecca della partita è il liscio che favorisce una ripartenza, ma la prestazione è – ancora una volta – da ‘Comandante’. 6,5

Ruggeri – Tiene a bada un cliente scomodo come Boga più volte, poi si fa infinocchiare da Demiral in versione ‘ala’. Tutto sommato non sfigura affatto. Peccato per l’infortunio che lo costringe ad abbandonare il campo. 6
Dal 67′ Gagliolo – Tiene bene la posizione senza rischiare, cosa non facile considerata la caratura e le motivazioni degli avversari. Entra in un momento abbastanza teso e difficile del match. 6

Mazzocchi – Si focalizza maggiormente sulla fase difensiva. Non a caso, inizialmente, la Salernitana spinge più per vie centrali che dalla sua parte. Dimostra sempre di avere voglia e corsa, tanta corsa. Il lancio che porta al gol è suo, ma non è una novità: con i piedi è molto preciso. 6,5
Dall’85’ Dragusin – Gioca 10 minuti e, purtroppo, va segnalato l’errore di posizione che consente all’Atalanta di pareggiare. Nonostante sia ‘fresco’ quasi cammina e di conseguenza ritarda la salita, restando basso e non attivando la trappola del fuorigioco. 5

Coulibaly L. – Più intraprendente del solito in fase offensiva. Nel corso della partita va alla conclusione in porta diverse volte, raro da parte sua. I centrocampisti avversari gli lasciano tanto spazio per avanzare e lui raccoglie l’invito senza esitare. 7,5

Bohinen – Contro la squadra di Gasperini servono caratteristiche come calma e ordine, e oggi è lui ad infonderle ai compagni. Fa il metronomo e detta i tempi. Ha una bella falcata e un gran sinistro, e Musso gli nega il gol un paio di volte. Questo classe ’99 cresce di partita in partita, e a Nicola (e ai tifosi) non può fare che piacere. Serata da ‘professore’ in mezzo al campo. 7,5

Ederson – Secondo centro in campionato, e questo pesa tantissimo perché oltre ad essere difficile arriva contro un avversario davvero forte. Bello da vedere in campo. È intelligentissimo tatticamente e si inserisce alla perfezione in occasione della rete. 7,5
Dall’85’ Kastanos – S.V.

Zortea – Ha tanta pazienza. È efficace e gioca con attenzione. Tiene sempre sotto controllo Hateboer prima, Maehle poi, e aiuta Ruggeri raddioppiando prontamente. Tipica prestazione da giocatore che fa contento gli allenatori, ma che passa sotto silenzio. 6,5

Verdi – Fa vedere belle cose, ma gli manca sempre precisione nel tocco finale. Perde un po’ troppi palloni. È comunque utilissimo nel creare spazi per i compagni. Partita ad alta intensità. 6
Dall’85’ Mousset – S.V.

Djuric – Quanto sacrificio contro la difesa nerazzurra, con Demiral e Scalvini che gli stanno addosso! Ma le marcature contano poco, tanto di testa le prende tutte lui. E, infatti, fa un’altra spizzata perfetta. 7
Dal 78′ Bonazzoli – S.V.

Nicola – La squadra è messa bene sul terreno di gioco e a centrocampo si trovano tanti spazi. Fino al gol è tutto perfetto, ma non ci si può lamentare: contro l’Atalanta (e fuoricasa) un pareggio può andare bene. Le partite da vincere a tutti i costi sono altre… le prossime due. 7


Potrebbe interessarti anche:

- Advertisment -Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: