domenica 29 01 23
HomeFrontpageAncora campo neutro per la Rari Nantes Salerno

Ancora campo neutro per la Rari Nantes Salerno

- Advertisment -spot_img

La 6ª giornata del campionato di serie A1 di pallanuoto va in archivio. La Rari Nantes Salerno pareggia, ancora in campo neutro, contro la l’Anzio Waterpolis.

Pareggia la Rari Nantes Salerno

La Rari Nantes Salerno pareggia 7-7 la partita giocata contro l’Anzio Waterpolis degli ex Santini e Cuccovillo. Non decolla il campionato dei rarinantini che, con 4 punti in 6 partite giocate, viaggiano nelle parti basse della classifica. I salernitani sono stati costretti, per la seconda volta consecutiva, a giocare la partita in campo neutro, nella struttura sportiva di Santa Matria Capua Vetere. A tal proposito la società ha emesso un duro comunicato stampa per denunciare l’inadeguata gestione da parte del Comune. Infatti, dopo una corsa contro il tempo degli ultimi giorni, non si è riusciti ad aprire la piscina Vitale a causa della temperatura dell’acqua ritenuta troppo bassa, a causa del malfunzionamento delle caldaie.  Ma, a parte la partita, la squadra ha risentito del fatto che non si è potuta allenare come di dovere divisa tra la piscina Nicodemi e la piscina Scandone di Napoli E, dopo due settimane, questa precarietà comincia a pesare sul gruppo.

La partita

Match equilibrato quello tra la Rari Nantes Salerno e l’Anzio Waterpolis. Ma, ancora una volta, i giallorossi pagano amnesie che costano punti. Non sono bastati, infatti, 3 punti di vantaggio a Luongo & company per chiudere la partita e portare a casa una importante vittoria. I parziali: 2  2; 4  3; 1  1; 0  1. Per i salernitani hanno segnato: Luongo, U. Esposito, Tomasic, Gallo, Parrilli, Bertoli e Barroso Macarro. Tutti con una rete a testa. 

 Le parole del presidente Gallozzi:

«Proviamo un forte senso di amarezza per non avere la possibilità di usufruire pienamente della piscina. Siamo stati, quindi, nuovamente costretti a disputare una partita di campionato a Santa Maria Capua Vetere. Dopo avere avuto conferma dalla Asl che tutti i tamponi di controllo anti-legionella erano negativi, confidavamo di disputare la nostra gara alla Simone Vitale.  

Invece, un nuovo problema. Questa volta alle caldaie che non hanno permesso all’acqua di raggiungere la temperatura conforme alla piscina. Non so se questi problemi sono dovuti a leggerezza, superficialità o addirittura incompetenza. Fatto sta che questo è il terzo stop ed abbiamo ripreso la stagione da appena tre mesi. A questo punto serve una seria riflessione da parte della Amministrazione Comunale e decidere se fare la necessaria manutenzione straordinaria e risolvere una volta e per tutte le varie problematiche oppure se chiudere l’impianto. Perché non si può continuare con questi continui stop and go.  

Ricordiamo anche che manca l’Assessorato allo Sport e che la Commissione Comunale allo Sport non ha potuto fare, nelle ultime settimane, quasi nulla per risolvere i problemi della Simone Vitale.  

Auspico, in ogni caso, una rapida soluzione dei problemi gestionali che si palesano costantemente davanti a noi».


Potrebbe interessarti anche:

Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari