mercoledì 17 04 24
spot_img
HomeSportBASKETSerie B Naz. Gir. A: rabbia e polemiche al PalaLongo, sfida nervosa...
spot_img

Serie B Naz. Gir. A: rabbia e polemiche al PalaLongo, sfida nervosa per la Virtus

spot_imgspot_img

Domenica delle palme amara per la Virtus Arechi Salerno che nella sfida interna contro Piacenza riesce a tenere in piedi un match difficile. Tuttavia, il finale del tempo regolamentare è stato molto concitato ed ha permesso ai lombardi di raggiungere la vittoria all’overtime.

Virtus Arechi Salerno: che peccato perdere così

Che Piacenza fosse in forma lo sapevano anche le mura del palazzetto. Ed è proprio per questo motivo che i ragazzi della Virtus Arechi Salerno hanno affrontato questa partita con grande spirito di squadra e con la consapevolezza che i lombardi possono essere battutti. Purtroppo però la spuntano i lombardi che nel lungo periodo hanno avuto la meglio del collettivo blaugrana anche grazie ad un pizzico di esperienza e furbizia in più.


Ti potrebbero interessare anche:


Il match

Il piano partita di Piacenza si capisce già dai primi secondi della partita. I lombardi cercano ossessivamente il dentro fuori cercando di liberare i tiratori da fuori l’arco. Purtroppo la cosa funziona e in poco più di 82 secondi gli ospiti sono avanti di 8 punti. I salernitani però non si disuniscono e possesso dopo possesso riescono prima ad erodere il vantaggio dei piacentini e poi a trovare il momentaneo vantaggio al quarto minuto (9-8). Piacenza però riesce a ritrovarsi e comincia a costruire un parziale importante che li porterà avant, di nuovo, di 7 punti. Tuttavia, la trama di inizio frazione si ripete e i blaugrana riescono ad arginare il vantaggio di Piacenza chiudendo il primo quarto sotto solo di 1 punto (25-26).

La seconda frazione inizia con tutt’altra verve. Infatti i ragazzi guidati da coach Amato riescono ad incanalare il match su dei binari corretti e a tenere il pallino del gioco, passando in vantaggio già dai primi momenti e tenendolo per gran parte della frazione con più di un possesso di vantaggio. Ma è sui momenti finali del primo tempo che i blaugrana mettono la freccia e riescono a distanziarsi sugli ospiti, chiudendo il secondo quarto con un vantaggio di 6 punti (44-38).

Il secondo tempo

A campi invertiti, i tanti spettatori presenti sui gradoni del PalaLongo assistono all’inesorabile ritorno di Piacenza, che prima si rifà sotto e poi effettua il sorpasso al quarto minuto (53-54). Però il tempestivo timeout chiamato dal coach blaugrana riesce a reindirizzare nuovamente il match sui binari giusti, con i salernitani che ritrovano il vantaggio e accompagnando il quarto alla fine con un vantaggio di 3 punti (65-62).

L’ultimo quarto è una vera e propria battaglia, con le squadre che rispondono colpo su colpo alle rispettive stoccate. Si arriva così al minuto 39:44, con le squadre piantate sul punteggio di 83-79. Piacenza riesce a trovare l’imbucata sotto canestro con un tante botte sotto il tabellone e Capocotta si accascia a terra, un avversario si avvicina e non si sa cosa si siano detti, ma il virtussino ha una piccola reazione che costa ai salernitani sia l’espulsione del numero 85 sia due liberi contro, che permettono a Piacenza di riacciuffare il pareggio. Nei restanti secondi del tempo regolamentare la Virtus cerca di disegnare lo schema per liberare Cucco ma il buzzer beater si infrange sul ferro, si andrà all’overtime.

La benzina sembra finita per entrambe le squadre, ma Piacenza ha più voglia e più spirito. Infatti, il sogno dei salernitani di battere i lombardi dura pochi minuti nel supplementare. Gli ospiti sono più concreti e soprattutto più lucidi, mentre i padroni di casa non riescono più a costruire gioco. Negli ultimi secondi si assiste alla classica girandola dei liberi, con Piacenza che sfrutta l’occasione per allungare e chiudere il match avanti di 5 punti (91-96).

Il tabellone di giornata

Purtroppo i risultati degli altri campi non sorridono alla Virtus. Infatti, i bianconeri di Caserta si sono imposti sul parquet di Crema accorciando le distanze in classifica. Risultato positivo anche per Sant’Antimo, mentre la DelFes si arrende fuori casa contro la Libertas Livorno. A seguire il tabellone completo e la classifica aggiornata:

Prossimo impegno per la Virtus Arechi Salerno sarà nell’impegno infrasettimanale del 27/03 sul difficile parquet della Pielle Livorno, che lotta per la prima posizione del girone.

spot_img
spot_img
spot_img
Osvaldo Luzzi
Osvaldo Luzzi
Salernitano di nascita Laureato in Economia e gestione delle Imprese all'Università degli Studi di Salerno, sono da sempre appassionato di sport, soprattutto di Calcio e Basket.

Notizie popolari