mercoledì 24 07 24
spot_img
HomeFrontpageL'Udinese fa ricorso al CONI per il match non disputato con la...
spot_img

L’Udinese fa ricorso al CONI per il match non disputato con la Salernitana

spot_img
spot_img

L’Udinese comunica di aver fatto ricorso al CONI. Il club friulano non ci sta e spinge per ottenere il 3-0 a tavolino contro la Salernitana, in seguito al match non disputatosi lo scorso 21 dicembre.

Udinese: arriva il ricorso al CONI

Il 21 dicembre 2021 a Udine dovrebbe andare in scena un importante match per le zone calde della classifica: i padroni di casa sono pronti ad ospitare la Salernitana, ma i granata non si presentano. Il motivo è semplice: l’ASL di Salerno blocca i campani, falcidiati dal Covid, rendendo impossibile la partenza del club. Come da regolamento, dopo aver atteso in campo i primi 45 minuti, viene data la vittoria a tavolino per l’unica squadra presente sul terreno di gioco: l’Udinese.

Ovviamente non si fa attendere il ricorso della Salernitana, anche penalizzata di un punto. Il ricorso viene accolto: la Corte Federale certifica che la vecchia dirigenza fece di tutto per far partire la squadra. Si decide, quindi, di far rigiocare la partita. Ma i friulani non ci stanno e comunicano «di aver presentato ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI per l’annullamento della decisione della Corte Sportiva D’Appello Nazionale della FIGC in merito alla gara Udinese – Salernitana dello scorso 21 dicembre 2021 che annullava le sanzioni della sconfitta per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica per la Salernitana decise dal Giudice Sportivo della Lega Professionisti Serie A in data 18 gennaio 2022».

Udinese-Salernitana, il motivo del ricorso

L’Udinese ha fatto ricorso ‘attaccando’ soprattutto la mancata presentazione alla Corte d’Appello della ricevuta del pagamento di un volo charter che il Cavalluccio avrebbe dovuto utilizzare per la trasferta. La Corte si sarebbe basata (sempre secondo il club bianconero) più sulla fiducia che sulla presentazione di una prova. I friulani insistono chiedendo che non venga presa in considerazione la “causa di forza maggiore”. Va detto che il 21 dicembre era ancora in vigore il vecchio regolamento in caso di positivi nel gruppo squadra, dunque il Covid era a tutti gli effetti ritenuto come forza maggiore. Inoltre, i bianconeri si appellano all’articolo 97 della Costituzione, chiedendo trasparenza e correttezza dalla pubblica amministrazione. Cosa che, secondo loro, non è avvenuta con la Salernitana.

Si attende, ora, la decisione definitiva. Questa dovrebbe arrivare intorno alla metà del prossimo mese, se non oltre. Il 13 aprile, infatti, verranno prese decisioni in merito anche su ricorsi di altre partite. E non è detto che Udinese-Salernitana venga presa in considerazione nella stessa giornata.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari