lunedì 26 09 22
HomeSalernitanaTop e Flop dei granata i numeri Salernitana-Empoli

Top e Flop dei granata i numeri Salernitana-Empoli

- Advertisment -spot_img

Top e Flop dei granata in Salernitana-Empoli

Top e Flop – Vincere con la capolista non è affatto facile, soprattutto per questa Salernitana incerottata da ormai inizio torneo. Forte l’Empoli che inizialmente gioca in scioltezza ma che costruisce due palle gol solo quando i granata perdono i due centrali difensivi. Ragion per cui la palma del top toccherebbe a tutta la squadra, a quel carattere che sa cacciare fuori nei momenti importanti. Avesse un gioco anche verticale, sarebbe tra le due-tre più forti del campionato.

Dovendo scegliere il Top la corona la poggiamo sulla testa di Bocalon che ha suonato due volte la campana ieri ribaltando l’Empoli come un calzino. Reti importanti per la classifica, per il morale generale della squadra ma anche per il calciatore il quale non segnava da ben due mesi, un’eternità per un attaccante che, ricordiamo, è al suo primo anno vero di serie B dopo le fugaci esperienze in gioventù. TOP

La Salernitana ha disputato una gara da 7 in pagella quasi per tutti. Senza voto il solo e sfortunato Bernardini; Schiavi è riuscito a strappare un 6 dal momento che, prima di uscire, faceva sentire la sua presenza ad un cliente del calibro di Caputo. Qui il pubblico ha fatto la sua parte, nel gioco dei ruoli, sommergendo di fischi l’ex granata.

Anche Radunovic ha preso 6 dalla nostra redazione ma a parte due/tre parate di quelle salva risultato, il portierone non è preciso nei rilanci, viene richiamato dalla sua retroguardia quando non esce dai pali, e si fa anticipare dal suo stesso compagno Vitale sul calcio di punizione che porta in vantaggio i toscani.

L’altro 6 è proprio per l’ex Ternana Vitale. Come a Novara, anche ieri ha ostacolato il proprio portiere andandosi a prendere l’angolo coperto sul calcio di punizione perfetto di Pasqual; grande merito all’ex viola che non ha battuto ciglio e ha tirato nell’angolo già selezionato dal suo joy-paid. Un’azione che ci può stare se viene concordata in allenamento – e non lo possiamo sapere – ma fatta in quella modalità, all’ultimo secondo, con l’evidente imbarazzo di Radunovic che non sa che fare, dà una volta di più prova di mancanza di fiducia. In più non appoggia mai all’estremo difensore quando il terzetto di dietro è pressato dagli empolesi, rischiando di perdere palla, così come era accaduto, appunto, anche a Novara. Che i due si parlino e si capiscano poiché al momento sono la nota stonata di questa Salernitana. Per noi sono a pari de-merito FLOP

Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: