domenica 29 01 23
HomeSalernitanaTiago Casasola: "Spero di rimanere a Salerno. Vi racconto l'Arechi"

Tiago Casasola: “Spero di rimanere a Salerno. Vi racconto l’Arechi”

- Advertisment -spot_img

Tiago Casasola ospite di Calciomercato.com, parla del suo desiderio di rimanere a Salerno, in Serie A, di Anderson e anche di Lotito e Castori.

Tiago Casasola a tuttotondo

Il terzino granata ospite della trasmissione di Calciomercato.com, raccolta le emozioni del campionato appena vissuto. la gioia di una città intera trasmessa anche dall’ospitalità del sindaco Vincenzo Napoli. Poi un occhio al futuro passando per lo stadio “Arechi”. In compagnia di Stefano Agresti, direttore del noto giornale, e di Francesco Guerrieri, il calciatore non si risparmia quando parla dello stadio “Arechi” pieno.

Guerrieri: «A chi è andato il primo pensiero ad obiettivo raggiunto?».

Casasola: «Tante emozioni, m alla famiglia e soprattutto il primo pensiero è stato rivolto a loro e al mio papà che non c’è più».

Agresti: «La dimensione dell’Empoli è consolidata rispetto all’ambito societario, ma la Salernitana è un’altra cosa. Ha una piazza straordinaria, molto calda, i tifosi si fanno molto sentire. La Salernitana dovrebbe stare in Serie A con grande continuità».

Casasola: «Salerno è una piazza che merita la Serie A, tanto il club quanto la città. Il fatto che sia arrivata questa promozione è stata una grande gioia, una gioia per tutti».

Agresti: «Che vi ha detto Lotito?».

Casasola: «Ci è stato molto vicino, nonostante i suoi tanti impegni. Lui ci ha sempre creduto e ci ha sempre supportato».

Agresti: «Sei in prestito dalla Lazio? Qua è il tuo futuro?».

Casasola: «Ora è un momento un po’ strano, i riflettori andranno sul passaggio di proprietà. Io per ora non ci penso, mi godo questo momento di vacanza».

Agresti: «Ci parli di Castori, un tecnico un po’ spesso sottovalutato?».

Casasola: «Non credo che sia tanto sotto valutato, sicuramente lavora in silenzio, lui fa parlare il campo. Il mister ci ha trasmesso grande serenità».

Guerrieri: «Chi ti impressionato di più? Chi ti preoccupa di più del prossimo anno?».

Casasola: «Tra i miei compagni sicuramente Anderson che con la B non c’entra niente.  Quando era alla Lazio sicuramente si è trovato molto bene perché aveva bisogno di giocare, ma avere compagni davanti che erano di un livello molto alto, era difficile mettersi in vetrina. Sarebbe superfluo individuarne uno tra i grandi giocatori che sono massima serie».

Guerriri: «Ricordi della Roma che ti portò in Italia?».

Casasola: «Grande rispetto per la società che ha creduto in me e mi prese, ma non ho grandi ricordi del club giallorosso».

Guerrieri: «Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?».

Casasola: «Voglio fare un buon campionato e trovare spazio in Serie A».

Guerrieri: «Immagini l’atmosfera che troverete a San Siro o allo Juventus Stadium?».

Casasola: «Non so ma ti posso dire cosa è l’Arechi pieno. Uno spettacola senza eguali».

Agresti: «L’ho visto da giovane e posso confermarlo, l’Arechi pieno è bellissimo. parli come se sapessi di rimaere a Salerno. Una speranza o sai già qualcosa?».

Casasola: «Io parlo da giocatore della Salernitana perché ho un contratto fino al 30 giugno. Poi è chiaro che penso al futuro e spero di rimanere con questa maglia».

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari