domenica 29 01 23
HomeFrontpageSpalletti a DAZN: "Nel primo tempo dovevamo velocizzare le giocate. Di Lorenzo...

Spalletti a DAZN: “Nel primo tempo dovevamo velocizzare le giocate. Di Lorenzo impressionante”

- Advertisment -spot_img

Luciano Spalletti vuole ancora di più dai suoi giocatori. Dopo la vittoria nel derby per 0-2 contro la Salernitana l’allenatore del Napoli commenta così ai microfoni di DAZN.

Le parole di Spalletti a DAZN dopo Salernitana-Napoli

“Queste partite possono essere condizionate dall’aspetto dell’entusiasmo, della sufficienza, della troppa responsabilità. Bisogna saperle gestire nella maniera corretta nella maniera corretta da un punto di vista mentale, giocare sempre bene a pallone e avere quel ritmo corretto. Nel 1° tempo non trovavamo spazio nella trequarti, si rischiava solamente di prendere una ripartenze, poi due giocate in velocità hanno cambiato l’inerzia della partita. Nella ripresa la gestione è stata corretta, ma nel 1° tempo dovevamo velocizzare le giocate”.

Sul 1° gol: “Quella è una giocata che riesce a cerare l’insidia nella linee avversarie. Prima di quella occasione eravamo troppo lineari, ad averle giocate di estro del genere perché possono fare la differenza. Nel 1° tempo siamo andati sotto ritmo, con pochi giocatori ad andare oltre la linea difensiva”.

Di Lorenzo? “È fondamentale, la fascia se la meritava. È una roba impressionante come arriva all’allenamento, per la faccia per il ritmo che tiene sempre. È questo quello che fa la differenza, noi dobbiamo andare più forti di stasera e lui è il primo a dare quel segnale. Noi abbiamo diversi ragazzi seri che responsabilizzano il gruppo”.

“Nel calcio non si può mai stare tranquilli, se Meret non ci mette una pezza si riapre la partita. Bisogna fargli i complimenti perché ha fatto un’intervento straordinario dopo quasi un’ora e mezza sotto l’acqua senza essere quasi mai impegnato. Poi ti capita quella palla lì che ti devi creare il paratone, devi essere ad un livello eccezionale senza considerare che che ha avuto qualche linea di febbre stanotte. La maturità diventa fondamentale. I vari Mario Rui, Rrhmani e Kim l’hanno gestita benissimo senza correre rischi”.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari