giovedì 08 12 22
HomeSportNiente da fare per Socci, il titolo Welter rimane a Crotone

Niente da fare per Socci, il titolo Welter rimane a Crotone

- Advertisment -spot_img

Non riesce l’impresa di Dario Socci, quella di portare a Salerno la cintura dei pesi Welter, la spunta il crotonese Tobia Giuseppe Loriga.

Loriga la spunta, niente da fare per Socci

Dieci round non sono bastati a Dario Socci per avere la meglio sul 43enne Loriga nel match organizzato al “PalaBoni” di Mantova e che vedeva in palio la cintura di campione italiano della categoria welter. Lo squalo rossoblù, grazie ad una parte centrale del match, ha la meglio sul salernitano.

loriga-socci-welter
“PalaBoni” di Mantova | ph: RaiSport

Un combattimento che ha fornito uno spettacolo degno della categoria, ma nel quale solo con un KO, alla fine Socci avrebbe potuto prevalere. Per i tre giudici i punteggi finali vedono Loriga spuntarla per 96-94, 96-94 e 95-95; sei riprese a favore dello squalo rosso blu e quattro per Italian Trouble. Per majority decision, Loriga si riconferma campione.

loriga-socci-welter
L’inizio del match | ph: RaiSport

Le dichiarazioni a fine match

Come ha detto lo stesso Loriga alla fine: «Ogni match racconta una storia a sé, ho cercato di accorciare la distanza perché il suo modo di boxare, molto americano, non era facile da affrontare».

In effetti, il crotonese aveva dichiarato in una intervista alla nostra redazione, pochi giorni or sono, che ogni match è diverso e non si può preparare una strategia all’inizio. Detto fatto, Loriga vince di misura grazie ad un’ottima lettura dell’incontro ed una forma fisica impressionante.

Possiamo definirlo un eterno Peter Pan, questo pugile di Crotone non sembra invecchiare mai e va ad affrontare un pugile ostico come Socci sul suo piano, sul suo pugilato, sulla sua distanza, replicando colpo a colpo. Parte un po’ lento, perdendo le prime tre riprese (a nostro giudizio), cercando di carburare, di spezzare il fiato, ma poi vince le altre sei riprese. Emblematica la frase a fine quarto round detta al suo angolo “Fatemi respirare“. Respira eccome il crotonese, trovando energie inaspettate grazie anche ad una esperienza accumulata in oltre quaranta incontri da professionista.

Nell’ultima ripresa, il pugile salernitano spinge sull’acceleratore, vuole portare a Salerno la tanto ambita cintura, porta colpi più incisivi ed alza il ritmo. I colpi alla corta distanza entrano precisi e per un momento le gambe del campione sembrano cedere. Loriga comincia allora a girare sul ring cercando di non farsi trovare dai colpi più precisi del salernitano ed attende la fine della ripresa. Ripresa che viene assegnata ad Italian Trouble, ma purtroppo non basta. Loriga si tiene stretta la cintura.

Le reazioni dai social

Complice il lockdown in corso, tutti a casa e tutti davanti la televisione per questo match tanto atteso e tanto pubblicizzato. Tanti i salernitani e i crotonesi sintonizzati per spingere i propri beniamini alla vittoria.

Gli atleti non deludono le aspettative, soprattutto verso i propri tifosi, salendo sul ring con i colori e i vessilli della propria amata città. Grande orgoglio per Salerno e Crotone, che per una sera si contendono la cintura italiana.

Che l’incontro sia piaciuto si evince dagli innumerevoli post apparsi sui social subito dopo la lettura dei cartellini. Purtroppo tanti i tifosi salernitani amareggiati per questa sconfitta e che non accettano il verdetto dei tre giudici.

Un match di altri tempi, bello, avvincente ed in bilico fino alla fine, complimenti ad entrambi i pugili.

loriga-socci-welter
Dopo il verdetto della giuria | ph: RaiSport

Potrebbe interessarti anche:

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: