domenica 26 05 24
spot_img
HomeCalcioRallenta la Paganese, stop per la Cavese, mentre è super Angri
spot_img

Rallenta la Paganese, stop per la Cavese, mentre è super Angri

spot_img
spot_img

Ultime battute nel campionato di Serie D, dove non sono mancate le sorprese. A 180 minuti dalla fine del campionato tutto è ancora possibile.

Serie D: spettro play-out per la Nocerina

Turno di Serie D completamente folle per le squadre della provincia di Salerno. Tanti i risultati a sorpresa che a 180 minuti dalla fine del campionato potrebbero regalare ancora altri esiti.

Paganese

Occasione persa per la Lupa Frascati che, contro ogni pronostico, sfiora il colpaccio, salvo essere raggiunta nel finale dalla capolista Paganese. Dopo l’1-0 maturato nella prima frazione di gioco, grazie a un calcio di rigore procurato e trasformato da Persano, gli ospiti agguantano il pari: dagli undici metri D’Agostino non sbaglia e fissa il risultato finale sull’1-1. La Paganese con questo pareggio rimane sì in testa alla classifica ma con un punto di vantaggio sul Sorrento, vittorioso in trasferta contro l’Atletico Uri. Ora la classifica recita: Paganese 65 e Sorrento 64. Domenica gli azzurrostellati sfideranno il Pomezia e poi il Tivoli. Servono due vittorie per avere la certezza della promozione.

Angri

Vittoria pesante dell’Angri che supera la Casertana in rimonta: al vantaggio iniziale dei falchetti, risponde prima Barone, poi Fiore col sigillo del 2-1. I grigiorossi ringraziano un Ferrari non particolarmente ispirato che, in ben due occasioni, non riesce a superare Esposito. Con questa vittoria l’Angri si tira fuori dalla zona play-out, ma serve ancora quel passo in più per la salvezza diretta, vista la bagarre che c’è in zona rossa. La prossima gara in trasferta contro il Portici potrebbe dire tanto per i grigiorossi che sperano nella salvezza diretto dopo un anno travagliato.

Nocerina

Dura batosta per la Nocerina che esce sconfitta, di misura, dal match del “Poli” contro il Molfetta per 1-0. In zona ‘Cesarini’, Vivacqua calcia e regala lo scontro salvezza ai biancorossi che si portano così a una sola lunghezza di distanza dai molossi. Nocerina che attualmente occupa la prima posizione dei play-out a meno due dall’Afragolese, domenica i rossoneri sfideranno il Bitonto già salvo e la Cavese che lotta per vincere il campionato. A 180 minuti dalla fine per la squadra di Erra il futuro è ancora tutto da scrivere.

Cavese

Inaspettatamente, la Cavese di mister Troise floppa il primo match point della stagione per vincere il campionato. I metelliani perdono per 1-2 contro il Martina, squadra già salva ma per rendimento una delle migliori del girone H. In un Simonetta Lamberti vestito a festa per accompagnare i metelliani verso la vittoria (circa 4mila i presenti) sono stati gelati dal Martina che grazie alle reti di Ancora e Langone gelano l’impianto di corso Mazzini. A nulla è valsa la rete dello 1-2 di Bubas. A 180 minuti dalla fine del campionato la classifica recita: Cavese 66, Brindisi 63 e Nardò 62. É domenica c’è Brindisi-Cavese che può valere una stagione.

Santa Maria Cilento

Tris del Santa Maria Cilento rifilato alla Vibonese: Johnson, Tandara e De Marco stendono gli ipponici con un sonoro 3-0. Frenata la corsa play-off per la formazione di Vibo Valentia che resta così ferma a 46 punti; i cilentani si allontanano dalla zona play-out.

spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".

Notizie popolari