domenica 21 07 24
spot_img
HomeSalernitanaSerie B: Spinelli (forse) lascia il Livorno e... ne ha per tutti
spot_img

Serie B: Spinelli (forse) lascia il Livorno e… ne ha per tutti

spot_img
spot_img

Mai banale Aldo Spinelli. L’ormai “quasi” ex presidente del Livorno ha rilasciato un’intervista fiume a La Gazzetta dello Sport nella quale ha parlato a ruota libera.

Spinelli cede il Livorno: “È giunta l’ora di fermarsi”

Aldo Spinelli, 80 anni compiuti lo scorso 4 gennaio, è nel mondo del calcio dal 1985 e, come ribadito ad i colleghi de La Gazzetta dello Sport, ha deciso di fermarsi. 

Dopo 21 anni di presidenza, Spinelli sembra in procinto di cedere il Livorno ad una cordata di imprenditori. La cessione, annunciata ma mai concretizzata negli ultimi anni, sembra ormai fatta; la società, infatti, passerà nelle mani di imprenditori presentati dal sindaco di Livorno, Luca Salvetti, al presidente, deciso a vendere.

Nel corso dell’intervista, inoltre, il presidente amaranto ha parlato anche della situazione attuale e ribadito, con convinzione, la sua posizione.


“Le classifiche devono essere congelate ed i campionati fermati. Ci saranno 2 promozioni dalla Serie B, per una Serie A a 22, e 3 squadre saliranno dalla Serie C, facendo una Serie B a 21 e senza retrocessioni”.


Molto da ridire anche contro Roberto Breda, punzecchiato fin dal giorno del suo esonero, e contro la tifoseria amaranto.


“Non siamo una squadra da ultimo posto in classifica, abbiamo avuto semplicemente una stagione poco fortunata, ma siamo stati penalizzati anche dalle scelte tecniche. […] Breda è stato anche contrario alla conferma di Diamanti e la piazza ha cominciato ad inveire contro di me. Successe lo stesso a Genova, dove siamo andati a vincere ad Anfield per poi essere denigrati”.


Senza dimenticare le polemiche, delle quali abbiamo anche recentemente parlato, contro Claudio Lotito.


“Lotito deve smetterla di rompere le scatole con la ripresa forzata dei campionati. Lo stesso vale per Stirpe, infatti mi verrebbe da definirlo un Lotito 2 la vendetta”.


Insomma, vulcanico e mai banale. C’è da dire, però, che uscite stravaganti, non solo per il famigerato impermeabile giallo, mancheranno nel mondo del calcio.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari