domenica 03 03 24
spot_img
HomeCalcioSerie B, la finale play-off che non t'aspetti... o quasi
spot_img

Serie B, la finale play-off che non t’aspetti… o quasi

spot_imgspot_img

La stagione calcistica volge al termine e con essa anche la Serie B, già pronta a regalarci un’intensa finale play-off, tutta veneta, tra due affamatissime squadre.

Serie B, play-off: l’inedita finale tra Cittadella e Venezia

All’arrivo dei primi verdetti comprendi che la stagione sta volgendo al termine e lungo la schiena di sportivi, tifosi ed appassionati un brivido accresce tensioni ed emozioni. Una scarica d’adrenalina condita di curiosità: la voglia di scoprire chi si sarà a guadagnarsi una promozione, una qualificazione, un titolo; il desiderio di esplorare il nuovo nelle vicende di realtà inedite pronte a calcare palcoscenici poco o per nulla visti, toccare trofei mai o soltanto sfiorati. La fame ceca di una nuova stagione lontana tre mesi ma mai realmente distante tra rumors, calciomercato e ritiri.

L’ultimo verdetto della Serie B 2020-2021 sarà sancito soltanto giovedì 27 luglio, ma questa sera entrerà già nel vivo con la gara d’andata tra Cittadella e Venezia in programma alle 21.15. Sogni e speranze appesi per cinque giorni, pregio e difetto di una finale a doppia gara. I primi due verdetti della serie cadetta si conoscono bene: la tanto inaspettata quanto bella promozione in A della Salernitana a 23 anni dall’ultima volta, partita senza i favori dei pronostici e quella dell’Empoli squadra giovane e solida che dominato la seconda parte del torneo.

Senza i favori del pronostico

Senza i favori dei pronostici sono certamente partite anche Cittadella e Venezia. I granata padovani, mai stati in massima serie, centrano i play-off per il quinto anno consecutivo. Una della squadre meno costose e con il monte ingaggi più basso della B. Un’impresa non circoscritta soltanto all’attuale stagione ma che si proroga di anno in anno, con la compagine veneta sempre ai piani alti del campionato. Non si parli di sorpresa: il Cittadella è chiaramente una certezza.

Gli arancioneroverdi che mancano dalla A da ben diciannove anni, hanno invece vissuto due stagioni difficili. Non da meno l’inizio della stagione attuale salvo poi subire un’importante sterzata che li ha portati a sognare anche la promozione diretta.

Se si vuole parlare d’impresa bisogna allora citare le due semifinali: quella “finanziariamente” agli antipodi tra il Cittadella e il Monza (squadra più costosa e con il monte ingaggi più alto della B) e l’altra al cardiopalma tra Lecce e Venezia. L’epilogo che non t’aspetti, Lecce e Monza, due delle squadre più accreditate alla promozione diretta, in corsa fino all’ultima giornata della regular season fuori alla prima gara.

Chi seguirà Empoli e Salernitana in Serie A? Difficile fare pronostici. Certamente un’altra bella storia di calcio sarà presto scritta.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Serie B, la finale play-off che non t’aspetti… o quasi

spot_imgspot_img

La stagione calcistica volge al termine e con essa anche la Serie B, già pronta a regalarci un’intensa finale play-off, tutta veneta, tra due affamatissime squadre.

Serie B, play-off: l’inedita finale tra Cittadella e Venezia

All’arrivo dei primi verdetti comprendi che la stagione sta volgendo al termine e lungo la schiena di sportivi, tifosi ed appassionati un brivido accresce tensioni ed emozioni. Una scarica d’adrenalina condita di curiosità: la voglia di scoprire chi si sarà a guadagnarsi una promozione, una qualificazione, un titolo; il desiderio di esplorare il nuovo nelle vicende di realtà inedite pronte a calcare palcoscenici poco o per nulla visti, toccare trofei mai o soltanto sfiorati. La fame ceca di una nuova stagione lontana tre mesi ma mai realmente distante tra rumors, calciomercato e ritiri.

L’ultimo verdetto della Serie B 2020-2021 sarà sancito soltanto giovedì 27 luglio, ma questa sera entrerà già nel vivo con la gara d’andata tra Cittadella e Venezia in programma alle 21.15. Sogni e speranze appesi per cinque giorni, pregio e difetto di una finale a doppia gara. I primi due verdetti della serie cadetta si conoscono bene: la tanto inaspettata quanto bella promozione in A della Salernitana a 23 anni dall’ultima volta, partita senza i favori dei pronostici e quella dell’Empoli squadra giovane e solida che dominato la seconda parte del torneo.

Senza i favori del pronostico

Senza i favori dei pronostici sono certamente partite anche Cittadella e Venezia. I granata padovani, mai stati in massima serie, centrano i play-off per il quinto anno consecutivo. Una della squadre meno costose e con il monte ingaggi più basso della B. Un’impresa non circoscritta soltanto all’attuale stagione ma che si proroga di anno in anno, con la compagine veneta sempre ai piani alti del campionato. Non si parli di sorpresa: il Cittadella è chiaramente una certezza.

Gli arancioneroverdi che mancano dalla A da ben diciannove anni, hanno invece vissuto due stagioni difficili. Non da meno l’inizio della stagione attuale salvo poi subire un’importante sterzata che li ha portati a sognare anche la promozione diretta.

Se si vuole parlare d’impresa bisogna allora citare le due semifinali: quella “finanziariamente” agli antipodi tra il Cittadella e il Monza (squadra più costosa e con il monte ingaggi più alto della B) e l’altra al cardiopalma tra Lecce e Venezia. L’epilogo che non t’aspetti, Lecce e Monza, due delle squadre più accreditate alla promozione diretta, in corsa fino all’ultima giornata della regular season fuori alla prima gara.

Chi seguirà Empoli e Salernitana in Serie A? Difficile fare pronostici. Certamente un’altra bella storia di calcio sarà presto scritta.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Serie B, la finale play-off che non t’aspetti… o quasi

spot_img

La stagione calcistica volge al termine e con essa anche la Serie B, già pronta a regalarci un’intensa finale play-off, tutta veneta, tra due affamatissime squadre.

Serie B, play-off: l’inedita finale tra Cittadella e Venezia

All’arrivo dei primi verdetti comprendi che la stagione sta volgendo al termine e lungo la schiena di sportivi, tifosi ed appassionati un brivido accresce tensioni ed emozioni. Una scarica d’adrenalina condita di curiosità: la voglia di scoprire chi si sarà a guadagnarsi una promozione, una qualificazione, un titolo; il desiderio di esplorare il nuovo nelle vicende di realtà inedite pronte a calcare palcoscenici poco o per nulla visti, toccare trofei mai o soltanto sfiorati. La fame ceca di una nuova stagione lontana tre mesi ma mai realmente distante tra rumors, calciomercato e ritiri.

L’ultimo verdetto della Serie B 2020-2021 sarà sancito soltanto giovedì 27 luglio, ma questa sera entrerà già nel vivo con la gara d’andata tra Cittadella e Venezia in programma alle 21.15. Sogni e speranze appesi per cinque giorni, pregio e difetto di una finale a doppia gara. I primi due verdetti della serie cadetta si conoscono bene: la tanto inaspettata quanto bella promozione in A della Salernitana a 23 anni dall’ultima volta, partita senza i favori dei pronostici e quella dell’Empoli squadra giovane e solida che dominato la seconda parte del torneo.

Senza i favori del pronostico

Senza i favori dei pronostici sono certamente partite anche Cittadella e Venezia. I granata padovani, mai stati in massima serie, centrano i play-off per il quinto anno consecutivo. Una della squadre meno costose e con il monte ingaggi più basso della B. Un’impresa non circoscritta soltanto all’attuale stagione ma che si proroga di anno in anno, con la compagine veneta sempre ai piani alti del campionato. Non si parli di sorpresa: il Cittadella è chiaramente una certezza.

Gli arancioneroverdi che mancano dalla A da ben diciannove anni, hanno invece vissuto due stagioni difficili. Non da meno l’inizio della stagione attuale salvo poi subire un’importante sterzata che li ha portati a sognare anche la promozione diretta.

Se si vuole parlare d’impresa bisogna allora citare le due semifinali: quella “finanziariamente” agli antipodi tra il Cittadella e il Monza (squadra più costosa e con il monte ingaggi più alto della B) e l’altra al cardiopalma tra Lecce e Venezia. L’epilogo che non t’aspetti, Lecce e Monza, due delle squadre più accreditate alla promozione diretta, in corsa fino all’ultima giornata della regular season fuori alla prima gara.

Chi seguirà Empoli e Salernitana in Serie A? Difficile fare pronostici. Certamente un’altra bella storia di calcio sarà presto scritta.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img

Notizie popolari