sabato 18 06 22
incrementa i profili social con follower instagram facebook tiktok italiani

HomeSportEsplode il PalaMangano, la Scafati Basket torna in serie A dopo 14...

Esplode il PalaMangano, la Scafati Basket torna in serie A dopo 14 anni

La Givova Scafati si afferma nella finale playoff contro la Pallacanestro Cantù. Il match è stato combattuto, ma alla fine la squadra di coach Rossi e un’intera città possono festeggiare la promozione in serie A

Scafati vince la finale: prestazione sontuosa

La partita doveva essere accesa e lo è stata fino alla fine, ma gli uomini di coach Rossi sono stati maggiormente determinati e alla fine hanno avuto la meglio dei lombardi.

Il match

Cantù vince la palla a due. Bayeye inaugura la retina con un tap in da rimbalzo offensivo, ma Clarke risponde subito all’appello con una tripla dai blocchi. Le squadre sono molto concentrate e sbagliano poco con Scafati brava a sfruttare le triple disponibili. Dopo 3 minuti di gioco il punteggio è piantato in parità. Il protagonista assoluto dei primi 5 minuti al PalaMangano è l’americano Clarke che infiamma il palazzetto di Via Della Gloria con percentuali altissime dai tre punti. Segue una fase molto imprecisa del gioco, con falli che aumentano e le percentuali che si abbassano. Ad allungare ulteriormente il vantaggio ci pensa Cournooh su due tiri liberi grazie al bonus accumulato, con la prima frazione che termina 21-11.

Il secondo quarto inizia con due azioni decise dei gialloblù che allungano ulteriormente il vantaggio. Ma la ciliegina sulla torta la mette capitan Rossato con una tripla che dopo due minuti di gioco porta il vantaggio a 15 lunghezze (28-13). Segue una fase confusa del match con le squadre che riescono a siglare punti solo dai liberi, con le maglie che si stringono in difesa. Scafati allunga ulteriormente il vantaggio con tre azioni scaturite da contropiede. Clarke si dimostra un mattatore, mettendo il sigillo sul quinto minuto allungando le distanze fino a 22 punti (37-25). Il trend gialloblù continua con Clarke che recupera anche le triple che non ha messo in gara 4, allungando ancora il punteggio dei campani che chiudono il primo tempo con un rassicurante 40-19.

Il terzo quarto si apre con le squadre molto imprecise, anche per un tasso di umidità che cresce con il passare dei minuti. Infatti dopo due minuti nessuna delle due squadre ha inaugurato la retina. Solo dei liberi affidati ad Allen permettono a Cantù di siglare i primi punti del quarto. Ma ci pensa Ikangi con una tripla dai blocchi a ristabilire le distanze e dal terzo minuto Cantù sembra impotente di rispondere adeguatamente e la partita si porta avanti con un botta risposta che fa comodo ai padroni di casa. Solo al sesto minuto Stefanelli cerca di riaccendere la speranza per i lombardi con una tripla dall’angolo. Ma un ispirato Cucci riporta Scafati sul +20. Il copione si ripete per i restanti minuti con la terza frazione che si conclude 61-42.

Mobio inaugura la retina dell’ultima frazione con una tripla che fa esplodere il PalaMangano, che vede il traguardo vicino. Il ritmo resta alto, ma i lombardi non riescono più a riprendere il discorso, con i gialloblù che riescono ad ammaestrare il vantaggio che si mantiene sui 20 punti in tutto il periodo. Con Cantù che si arrende allo strapotere sul parquet dei gialloblù, con il match che termina sul punteggio di 73-60.

I premi della finale:

Miglior realizzatore: Rotnei Clarke

MVP: Diego Monaldi

 


Potrebbe interessarti anche:

Basket, Serie D: play-off: Agropoli in finale contro la Antoniana

 

- Advertisment -Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: