lunedì 20 06 22
incrementa i profili social con follower instagram facebook tiktok italiani

HomeSportSerie A2: il cuore non basta alla Givova, la serie si allunga...

Serie A2: il cuore non basta alla Givova, la serie si allunga a gara 5

La Givova Scafati dovrà affrontare un altro match di finale contro la Pallacanestro Cantù per sapere il proprio destino. Proprio come in semifinale, gli uomini di coach Rossi affronteranno un’infuocata gara 5.

Scafati: finale sarà decisa in gara 5

Tanto cuore per i gialloblù in gara 4, che non potendo contare sull’apporto fondamentale di Daniel e con Clarke che si è concesso solo 6 minuti, hanno dovuto puntare su minutaggi molto lunghi di altri giocatori. De Laurentiis e Cournooh su tutti. C’è poco da dire i campani sono stati a tratti eroici, con tanta voglia e cuore che alla fine non bastano. Gara 4 è stata una sfida che si è retta in piedi fino agli ultimi minuti, dopodiché Cantù ha preso il sopravvento data anche la stanchezza degli avversari. Il punteggio finale, recita  77-68 in favore dei lombardi.

Coach Rossi: “Recuperare energie, per presentarci in forma al PalaMangano”

Il capoallenatore di Scafati al termine della partita ha dichiarato: «complimenti a Cantù per la vittoria e complimenti ai miei ragazzi per non aver mai lasciato nulla di intentato in questa gara 4, nella quale, pur essendo imprecisi, non abbiamo lasciato nulla di intentato al caso, giocando con grande orgoglio e spirito di sacrificio, senza mai disunirci, neppure nelle difficoltà. Abbiamo avuto un grave passaggio a vuoto a cavallo tra i due tempi, che alla fine ci è costato caro. C’è rammarico, perché potevamo fare meglio tante cose, ma usciamo comunque a testa alta. Ora dobbiamo recuperare le  energie fisiche e mentali, per presentarci al PalaMangano nelle migliori condizioni possibili».

Anche il coach di Cantù, Marco Sodini, ha rilasciato un’intervista, pubblicata sul sito web della squadra canturina, di cui se ne riporta uno stralcio: «che questa non sarebbe stata una partita bella ve lo potevo mettere per iscritto. Devo dire che abbiamo fatto una fatica incredibile, specialmente nel primo tempo, a tenere gli uno contro uno, cosa che non era mai successa. Nemmeno nelle due partite giocate a Scafati, avevamo preso delle penetrazioni dritte come ci è successo stasera, soprattutto a cavallo tra la fine del 1° quarto e l’inizio del 2° quarto. Dopodiché, siamo stati, secondo me, poco bravi a chiuderla nel 3° quarto quando, per cinque possessi consecutivi, abbiamo regalato falli e tiri liberi gratuiti quando già eravamo in bonus. Altrimenti la partita doveva essere chiusa prima. Detto questo, sapete che sono obiettivo e devo dire che ci hanno fatto penare. Nonostante un americano fuori e uno che ha giocato sei minuti». 

Martedì 14 giugno appuntamento con la storia al PalaMangano

Prossimo e ultimo appuntamento di questa finale promozione in programma martedì 16 giugno al PalaMangano di Scafati.


Potrebbe interessarti anche:

Basket, Serie D – play-off: Agropoli in finale contro la Antoniana

- Advertisment -Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: