martedì 25 06 24
spot_img
HomeFrontpageRivoluzione dentro e fuori dal parquet della Feldi: Samperi allenerà la Nazionale
spot_img

Rivoluzione dentro e fuori dal parquet della Feldi: Samperi allenerà la Nazionale

spot_img
spot_img

Il grandissimo lavoro svolto nel corso degli anni sulla panchina della Feldi Eboli, vale a Salvo Samperi la chiamata della Nazionale. L’allenatore catanese lascerà la città che lo ha reso Campione d’Italia, abbracciando così il progetto azzurro.

La Nazionale chiama, Samperi risponde

Dopo le vittorie solo sfiorate, le emozioni europee e i meritati successi raggiunti, stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, Salvo Samperi saluterà la Feldi Eboli, lasciando in eredità al popolo ebolitano tanti insegnamenti e uno status di big assoluta del panorama calcettistico italiano.


Ti potrebbe interessare anche:


Nonostante le pesanti partenze di inizio anno, la Feldi ha dimostrato grande valore durante la post season, ‘rischiando’ persino di fare lo sgambetto al Napoli Futsal, divenuta la grande favorita per la vittoria finale dello scudetto in seguito all’inaspettata eliminazione dell’Olimpus Roma.

Alcuni episodi hanno condizionato l’esito finale della serie, estromettendo le volpi dai play-off già al primo turno. L’impronta di Samperi, però, si è vista. In questa stagione, così come in passato. Il giovane tecnico è stato in grado di inculcare, nella testa dei calcettisti, le proprie idee e la giusta mentalità, specialmente negli incontri con un’altissima posta in palio. I supporter rossoblù non possono che ringraziare: l’era Samperi è terminata.

Le volpi cambiano pelle: un big straniero sulla panchina, Braga ai saluti

In attesa di conoscere il nome del degno sostituto al comando della guida tecnica, che sarà, con ogni probabilità, un top allenatore straniero, farà il suo ingresso in società Antonio Massa, ex Real San Giuseppe. Potrebbe dirigersi verso Eboli anche Lino Somma, anch’egli dal passato sangiuseppese e vecchia conoscenza dello Sporting Sala Consilina. In particolare, per Somma si tratterebbe di un ritorno alla Feldi, dopo la remota esperienza in Serie C.

Con le valige pronte, direzione Torino, è Lucas Braga. Per il pivot brasiliano, MVP della gara-1 dei quarti di finale dei play-off scudetto, si aprono le porte della L84 di Alfredo Paniccia, pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

Aggiornamento

La nostra notizia, riportata diverse settimane fa, relativa al futuro di Salvo Samperi ha trovato conferma: la FIGC ha pubblicato, infatti, sul proprio sito, un comunicato che annuncia il matrimonio tra le parti.

Per Samperi è ufficialmente iniziato un nuovo capitolo della propria carriera.

Samperi: “Diventare CT è un sogno, lavorerò con massima passione ed entusiasmo”

«Ringrazio profondamente il presidente Gravina e il presidente Bergamini per aver riposto in me la fiducia nel ricoprire un incarico così prestigioso. Sento grande emozione e senso di responsabilità, ma penso che faccia parte del ruolo che andrò a ricoprire. Diventare CT della Nazionale è un sogno per chiunque: ho i brividi su tutto il corpo ed è questo ciò che proverò a trasmettere ai giocatori, allo staff e a tutti coloro che lavoreranno insieme a noi. La maglia azzurra è un onore, ma come detto anche una responsabilità importante, perché i risultati sono determinanti nel nostro percorso. Mi assumo l’onere di questa chiamata e farò questo lavoro col massimo della passione e dell’entusiasmo: sono carico a mille per provare a fare qualcosa in più per questo sport».

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari