HomeFrontpageLa Sampdoria che blocca la Juve, è il prossimo avversario della Salernitana

La Sampdoria che blocca la Juve, è il prossimo avversario della Salernitana

- Advertisment -

Il prossimo avversario della Salernitana è la Sampdoria, e i doriani hanno bloccato sullo 0-0 la Juventus. Ora i liguri forse fanno un più paura.

La Samp blocca la Juventus

Il giorno dopo si sprecavano titoli sui giornali nel mettere in luce i limiti della Vecchia Signora, più che le virtù messe in posa della Sampdoria. Più i demeriti che i meriti, come si è solito fare quando Golia scopre di essere Davide; eppure i numeri parlano di un più o meno equilibrato rapporto di possesso palla (48<52), stesso numero di tiri verso la porta (1<3 nello specchio; 6>4 fuori) e quasi sostanziale equilibrio anche nel numero dei corner (3<4). Insomma, un pareggio giusto. Eppure Golia ha perso (ops, pareggiato), mentre Davide è il solito fortunato, si direbbe.


Potrebbe interessarti anche:


Questa è la copertina della Sampdoria da consegnare alla Salernitana. I doriani faranno visita allo stadio “Arechi”, e il Principe degli stadi sarà la solita bolgia, tutto per trascinare i granata alla vittoria, un altro passo verso la salvezza. E tanto i liguri blucerchiati, quanto il Cavalluccio sono due delle squadre che daranno battaglia nella parte destra della classifica. Almeno sulla carta così era stato indicato, non certo la Samp vista ieri però, e questo è un fatto, più dei titoli sensazionalistici di oggi, merita qualcosa di più.

La partita di Genova

I bianconeri di Max Allegri arrivano a Marassi con i soliti favori del pronostico. Con Di Maria e Pogba fermi ai box, in rampa di lancio ci sono sostanzialmente gli stessi uomini del campionato precedente. I porta c’è Perin che sostituisce l’infortunato Szczęsny; in difesa Bremer è l’uomo nuovo che aggiunge a Danilo e Rugani, mentre in attacco Kostic, altro volto nuovo, fa coppia con Vlahovic.

Dall’altra parte l’austerity della Samp ha portato Djuricic, Rincon e Villar. Non tanto insomma per una squadra che si è salvata per il rotto della cuffia ed è tra le principali candidate al salto indietro. Ma la differenza in campo non si vede, anzi. Sono proprio i doriani, infatti, a sfiorare la rete con una traversa di Leris; è vero poi che la Juve ci va altrettanto vicino ma Audero e VAR ci sono per questo. Quindi delle due è la Sampdoria ad avere una mira peggiore in fase di realizzazione, ma anche una gran difesa all’occorrenza.

In sostanza: la Juve farà paura perché la Juve, ma non oltre e provarci. Ma questa Samp che si ripete dopo la buona prestazione con l’Atalanta (0-2 per la Dea), è da tener d’occhio.

Il tabellino del match

Sampdoria (4-1-4-1): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Augello (73′ Murru); Vieira (78′ Depaoli); Leris, Rincon (68′ Verre), Sabiri, Djuricic (76′ Villar); Caputo (78′ Quagliarella). A disp.: Contini, Ravaglia, Villar, Verre, Leverbe, Depaoli, Murillo, Gabbiadini, Quagliarella, Yepes, Murru, Malagrida. All.: M. Giampaolo

Juventus (4-3-3): Perin; Danilo, Rugani, Bremer, Alex Sandro (46′ De Sciglio); McKennie (62′ Miretti), Locatelli (85′ Rovella), Rabiot; Cuadrado (77′ Kean), Vlahovic, Kostic. A disp.: Pinsoglio, Garofani, De Sciglio, Rovella, Gatti, Kean, Bonucci, Miretti, Zakaria, Soulè, Fagioli. All.: M. Allegri

Marcatori:
Corner: 3-4
Ammoniti: 42′ Djuricic, 44′ Alex Sandro, 62′ Leris, 87′ Verre, 91′ Rovella

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo
Assistenti: Domenico Palermo (sez. di Bari) e Andrea Zingarelli (sez. di Siena)
Quarto ufficiale: Francesco Cosso (sez. di Reggio Calabria)
VAR: Luca Banti (sez. di Livorno)
AVAR: Alessandro Lo Cicero (sez. di Brescia)

I numeri del match

48 52

Possesso palla

7 7

Tiri 

8 14

Falli

Exit mobile version