sabato 13 04 24
spot_img
HomeSalernitanaSalerno Club 2010: "Basta essere trattati da succursale, la misura è colma"
spot_img

Salerno Club 2010: “Basta essere trattati da succursale, la misura è colma”

spot_imgspot_img

Il comunicato del Salerno Club 2010 in merito all’attuale situazione in cui versa la squadra del Cavalluccio. La profonda delusione e l’invito alla società di trovare fortuna lontano da Salerno.

Il comunicato del Salerno Club 2010

“Tanto tuonò che piovve”, recita un detto antico. Dopo cinque campionati anonimi, culminati con il mancato raggiungimento dei play-off nella stagione appena conclusa, l’umore della piazza è ormai ai minimi storici. Sempre più ampio il solco tra proprietà, dirigenti e supporter, frutto di un modus operandi che non ha fatto altro che allontanare, progressivamente, anche la parte più sanguigna del tifo granata. Ecco il comunicato stampa del Salerno Club 2010 che, senza mezzi termini, invita la società a trovare fortuna altrove:

Comunicato stampa

«Sono passati circa 15 giorni dal nostro “duro” comunicato e tra 24 ore termina il ritiro di Sarnano. il Salerno Club 2010 chiedeva fatti chiari concreti ed univoci, ovvero una squadra competitiva. Ad oggi, invece, a 20 giorni dall’inizio del campionato, gli acquisti annunciati dalla società granata si contano sulle punte delle dita di una mano! Praticamente il romitaggio estivo nelle Marche ha visto una Salernitana “cantiere aperto”, totalmente da costruire, senza ancora una identità. A noi non interessano i nomi di chi indosserà la gloriosa casacca granata, ma intendiamo solo verificare la volontà di programmare qualcosa di “vincente“. Il tutto considerato che, dopo 5 anni di serie B sostanzialmente anonimi, la proprietà si trova in questa stagione dinanzi ad un bivio. Purtroppo la situazione non sembra affatto questa, anzi, si palesa assai deludente e mortificante.

Ma la cosa ancora più grave, che corrobora la legittima contestazione della piazza verso il duo Lotito-Mezzaroma (non è mai successo che la squadra del cavalluccio granata fosse stata lasciata sola dai propri supporters nel ritiro estivo) e’ il costante silenzio degli stessi Co-patron che dura ormai da tempo. Ma anche mister Castori, che i rumors dipingono molto arrabbiato per il mancato arrivo dei giocatori richiesti, non ha ancora ufficialmente espresso il proprio pensiero, nè si è ancora presentato all’ambiente salernitano. Insomma, una comunicazione pari allo zero che contribuisce ad alimentare tensioni ed aumenta in maniera esponenziale la giusta, profonda rabbia dei sanguigni ad appassionati tifosi granata. Ribadiamo: vogliamo fatti e non parole. Ed i fatti oggi rispecchiano una situazione paradossale, triste, deludente che possiamo etichettare amaramente … da “succursale”! Allora insistiamo: nessuno deve rimanere a dispetto dei Santi! Passano gli anni, ma il modus operandi, purtroppo, rimane inalterato e ciò non è più tollerabile. Per cui, ancora una volta, ringraziamo questa società, ma le rinnoviamo l’invito a trovar fortuna lontano da Salerno».

Salerno Club 2010

spot_img
spot_img
spot_img
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.

Notizie popolari