sabato 13 04 24
spot_img
HomeSalernitanaSalernitana-Venezia, le pagelle dei granata: Cerci e Micai sugli scudi
spot_img

Salernitana-Venezia, le pagelle dei granata: Cerci e Micai sugli scudi

spot_imgspot_img

Le pagelle di SalernoSport24 ad i giocatori della Salernitana nella sfida interna contro il Venezia. Il turno infrasettimanale di Serie BKT è terminato 2-0 in favore della squadra di Ventura.

Salernitana-Venezia: le pagelle granata

In un Arechi “tiepido” (5424 spettatori), la Salernitana di Gian Piero Ventura ha affrontato il Venezia di Alessio Dionisi. La gara, valevole per il 27° turno di Serie BKT, è terminata 2-0 . Ecco le pagelle di SalernoSport24 ad i giocatori granata.

Micai – Il numero 1 granata, che dietro le spalle porta però il 12, è arrivato alla sua 69ª gara consecutiva da titolare. Non compie parate degne di nota ma è bravissimo nelle uscite di pugno, di piede e nelle prese sui traversoni laterali. Ciliegina sulla torta il rigore neutralizzato a Longo e la terza gara consecutiva in casa senza subire gol, 7.

Karo – Il centrale Cipriota bagna il rientro tra gli 11 iniziali, dopo due panchine consecutive, con la prima rete in granata. Non brillante dal punto di vista difensivo, si galvanizza dopo la marcatura riuscendo anche a salvare, con Micai battuto, una possibile palla-gol. 6,5.

Billong – Sostituisce ancora una volta Migliorini in maniera egregia. Muro invalicabile per l’attacco lagunare, risponde ancora una volta presente dopo la buona gara col Livorno. 6,5.

Jaroszynski – Nel primo tempo si dimostra il migliore del pacchetto arretrato agendo sia da centrale sia da terzino. Nella ripresa crea anche grattacapi in fase offensiva senza però perdere mai l’avversario. Esce tra gli applausi, 7. Dal 81′ Aya – Entra per rendere meno angosciante l’arrivo del 90′. SV.

Kiyine – Meno sofisticato e più concreto del solito gioca più per la squadra che per lui. Fa suo l’out di sinistra e si procura e trasforma il rigore dell’1-0. Nel secondo tempo si limita al “compitino” evitando dribbling superflui. 6,5.

 Maistro – Molto isolato in campo, vuoi per stanchezza vuoi per altro, non è brillante e deciso come nelle ultime apparizioni. 5,5.

Dziczek – Prestazione sottotono per il regista dell Salernitana. Ingenuo in fase difensiva, per poco non regala agli ospiti la palla dello 0-1 dopo appena 20 minuti. Micai salva un’altra sua leggerezza parando il penalty assegnato per un suo fallo. 5

Akpa Akpro – Senza Di Tacchio, Djuric e Migliorini la fascia da capitano è sua, ed il perché di tale scelta di Ventura è chiaro. Il centrocampista ivoriano dimostra di avere un altro passo rispetto i compagni inanellando l’ennesima prestazione positiva. Presente ovunque, 6,5.

Cicerelli – Partenza diesel che gli costa svariati richiami da parte di Ventura. Si riprende e già sul finire di primo tempo prova a mettersi in moto per la squadra giocando una ripresa pulita e con poche sbavature, 6. Dal 81′ Lopez – Vedi Aya, SV.

Cerci – Il numero 7 granata rivede la maglia da titolare dopo 449 giorni. L’inizio è convincente e con alcune serpentine semina il panico sugli out, servendo alcune palle interessanti non sfruttate dai compagni. Sfiora il gol di testa e, a tratti, dimostra di essere di un’altra categoria. Nella ripresa gioca ancor di più a sprazzi facendo vedere sia le qualità sia la carenza di condizione fisica. Suo l’assist per il 2-0 di Karo, lascia il campo tra gli applausi e con la consapevolezza di poter dare ancora di più, 7. Dal 74′ Jallow – Entra per concedere la passerella a Cerci, niente di più. SV.

Gondo – L’assenza di Djuric pesa, ed anche moltissimo, perché Gondo non riesce a sostituirlo. Oscilla tra un fuorigioco ed uno scatto tardivo, risultando spesse volte estraneo alla manovra di gioco. Nella ripresa prova a fare di più provocando la seconda ammonizione, con conseguente espulsione, di Riccardi e facendosi trovare pronto quando chiamato in causa. 5,5. 

Ventura – Il tecnico granata, complici anche gli infortuni ed il turnover, lancia il pupillo Cerci dall’inizio dopo la buona impressione lasciata a Frosinone. Azzardo che paga così come il ritorno tra i titolari di Karo. La sesta vittoria consecutiva in casa, quindi la terza senza subire gol, è un ottimo traguardo ad 11 gare dal termine, 6,5.


Il tabellino del match

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Jaroszynski (81’ Aya); Cicerelli (81’ Lopez), Akpa Akpro, Dziczek, Maistro, Kiyine, Gondo, Cerci (75’ Jallow). A disp.: Aya, Capezzi, Heurteaux, Iannone, Jallow, Lopez, Migliorini, Vannucchi. All.: Gian Piero Ventura

Venezia (4-3-1-2): Pomini, Fiordaliso, Riccardi, Casale, Maleh, Vacca (63’ Senesi), Fiordilino, Lollo (74’ Firenze), Aramu, Longo, Monachello (63’ Capello). A disp.: Bertinato, Caligara, Capello, Daffre, Firenze, Lakicevic, Marino, Molinaro, Senesi, Simeoni, Zigoni, Zuculini. All.: Alessio Dionisi

Marcatori: 45’ Kiyine (rig.), 69’ Karo
Corner: 4-7
Ammoniti: 36’ Riccardi, 40’ Kiyine, 45’ Fiordaliso
Espulso: 80’ Riccardi

spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!

Notizie popolari