martedì 25 06 24
spot_img
HomeFrontpageLa difesa anti-Sassuolo: le possibili scelte tra cambi di modulo e di...
spot_img

La difesa anti-Sassuolo: le possibili scelte tra cambi di modulo e di interpreti

spot_img
spot_img

La Salernitana si sta preparando al prossimo incontro, che vedrà i granata affrontare tra le mura amiche il Sassuolo di Dionisi, una delle squadre più in forma del campionato. Ma non vanno escluse alcune possibili scelte che andrebbero a preservare alcuni giocatori in vista del match di sabato 29 con il Napoli.

Salernitana, una ‘nuova’ difesa contro il Sassuolo?

La salvezza non è ancora conquistata, certo, e i sette punti di vantaggio sul Verona non danno certo tutta la sicurezza di questo mondo. Però questa Salernitana, capace di inanellare sette risultati utili consecutivi grazie alla ‘cura Sousa’, potrebbe permettersi di far rifiatare una o più pedine importanti in vista dell’incontro – sulla carta più complicato – con il Napoli.

Il Sassuolo è una delle squadre più in forma della Serie A. Solo due sconfitte nelle ultime dodici giornate di campionato, passando per vittorie importanti contro avversari blasonati e di livello (Milan, Atalanta, Roma, Juventus). Gli uomini di Dionisi hanno vissuto un periodo complicato nella prima metà della stagione, quando hanno occupato pericolosamente anche il diciassettesimo posto in classifica. Ma con questi risultati la musica e cambiata e si può – se dovessero essere confermati i punti di penalizzazione alla Juventus – addirittura sognare un posto in Europa.


Potrebbero interessarti anche:


Non è improbabile che Sousa e i suoi pensino anche all’incontro che si terrà al “Maradona” una settimana dopo. Ci sono diversi fattori che potrebbero portare il tecnico lusitano a cambiare modulo, passando dalla solita difesa a 3 ad uno schieramento a 4.

Innanzitutto, il difensore più in forma della squadra, Norbert Gyomber, è uscito acciaccato dalla sfida contro il Torino. Inoltre, non va dimenticato che è diffidato. Rischiare un infortunio e/o una squalifica proprio in vista del derby campano sarebbe un azzardo e una grave perdita per la retroguardia granata, ecco perché è probabile che Sousa scelga la via della prudenza.

Il ritorno di Troost-Ekong è importante in questa parte di stagione, vista anche l’assenza del lungodegente Fazio. Nella difesa a 4 sarebbe proprio Ekong a trovare spazio, dando un turno di riposo a Gyomber. Attenzione anche a Daniliuc: il giovane centrale austriaco potrebbe anch’egli rifiatare.

Scalpitano Lovato e Bronn ma in vantaggio c’è Pirola, che ultimamente è cresciuto tanto e ha regalato prestazioni di spessore. Verosimilmente farà una staffetta con uno dei due, in modo da non rischiare.

Le possibili scelte sulle fasce

Anche Bradaric è diffidato, ma il suo impiego non dovrebbe essere in dubbio. Nel caso di un’ammonizione, contro il Napoli il tecnico portoghese potrebbe comunque contare sul ritorno di Mazzocchi, che verrebbe dirottato a sinistra (e ci sarebbe il ritorno alla difesa a 3). La fascia destra, così facendo, andrebbe in mano a uno tra Sambia e Kastanos (che ha giocato bene contro il Torino, ma con il Napoli, in quello stesso ruolo, sarebbe una scommessa rischiosa).

Dunque, la difesa anti-Sassuolo potrebbe essere composta da: Mazzocchi, Troost-Ekong, Pirola e Bradaric. Ma Sousa ci ha ormai abituati alla sua enigmaticità prima di una partita. Non lascia trasparire le sue intenzioni e le sorprese di formazione sono all’ordine del giorno.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari