mercoledì 28 02 24
spot_img
HomeFrontpageLe pagelle di Salernitana-Roma: ottimi Kastanos e Basic, male Simy
spot_img

Le pagelle di Salernitana-Roma: ottimi Kastanos e Basic, male Simy

spot_imgspot_img

Le pagelle della Salernitana, che non riesce a rimontare il doppio svantaggio contro la Roma. Allo stadio “Arechi” termina 2-1 in favore dei giallorossi nonostante il maggior numero di occasioni per i padroni di casa.

Salernitana-Roma, le pagelle dei granata

La partita inizia con una Salernitana ben piazzata in campo. I granata non lasciano spazi e la Roma fa possesso palla sterile. Le occasioni sono tutte del Cavalluccio, che aspetta e riparte in contropiede. Dopo circa 30 minuti la Salernitana si fa vedere insistentemente e cresce, impensierendo Rui Patricio prima con Bradaric da fuori, poi con Tchaouna e Candreva. A nulla serve il dominio di possesso giallorosso: sono i ragazzi di Inzaghi a rendersi di nuovo pericolosi con Simy, che non trova la porta con un colpo di testa che si spegne di poco sul fondo. Nel finale non mancano le proteste: prima viene fischiato un fallo abbastanza dubbio di Pierozzi che viene generosamente ammonito; poi Pellegrini rischia qualcosa in più di un giallo con un intervento a palla già lontana falciando Sambia.

La ripresa parte male per la Salernitana. La Roma passa in vantaggio su rigore con Dybala in seguito ad un fallo di mano di Maggiore. I giallorossi prendono coraggio e alzano il baricentro, con la Salernitana che per un po’ non riesce più a sfondare in contropiede. Ochoa viene chiamato in causa per la prima volta e para su El Shaarawy rimandando solo di pochi minuti il 2-0 per gli ospiti. Pellegrini, infatti, insacca a  botta sicura e regala il raddoppio. Nel finale e un assolo granata. Kastanos accorcia le distanze e dà fiducia alla squadra, che nonostante un costante attacco non segna. Rui Patricio è chiamato a qualche intervento (non troppo complicato) e il match termina con un’altra sconfitta per il Cavalluccio.

Le pagelle

Ochoa – Primo tempo da spettatore non pagante. Spiazzato sul rigore calciato da Dybala. Il primo intervento arriva al 64′ su El Shaarawy e salva – momentaneamente – il risultato. Incolpevole sul raddoppio di Pellegrini. 6

Pierozzi – Combatte e tiene decentemente botta limitando le offensive sul suo lato, effettuando anche un paio di diagonali difensive interessanti. 6 Dal 78′ Zanoli – Entra bene in partita e si fionda su tutti i palloni, anche con la giusta frenesia. 6

Gyomber – Non si capisce perché abbia deciso di regalare quella rimessa laterale in zona d’attacco alla Roma. È bravo a regolare Lukaku, bloccandolo con prontezza nel primo tempo. Poi si lascia andare a qualche solita distrazione. Nel raddoppio giallorosso ci mette un po’ del suo. 5,5. Dal 73′ Lovato – Entra per lottare con la punta della Roma nei minuti finali con il forcing granata in atto. Non lascia spazio a Lukaku ed è attento su Zaleski. Unico errore: il passaggio sbagliato in occasione dell’ultimo possesso granata. 6

Daniliuc – In quella che è stata probabilmente la sua ultima apparizione in stagione con la maglia della Salernitana conduce senza sbavature. Sale spesso ad infastidire Dybala, che gioca sulla linea dei centrocampisti. Ottimo il suo pressing. Incolpevole sui gol. 6,5

Bradaric – Partita estremamente tattica nella prima frazione. Non permette alla Roma di avanzare e si fa vedere in avanti con giudizio. Impegna Rui Patricio con un sinistro da fuori. Cala col passare dei minuti nella ripresa, e dal suo lato parte il cross che porta al 2-0 di Pellegrini. 5,5

Sambia – In avvio è propositivo, poi si spegne e perde quel po’ di mordente che sembrava avere nella prima metà di gara. 5,5. Dal 62′ Kastanos – Illuminante. Entra benissimo e lotta con grande voglia. La riapre con un bell’inserimento e un preciso colpo di testa. Bellissimo il lancio di esterno per Candreva, purtroppo non finalizzato. 7

Maggiore – Un gran peccato. Era partito bene, sia con un ottimo lavoro da incontrista che da regista: alcuni passaggi in verticale nel primo tempo non erano affatto male e hanno tagliato in due la difesa avversaria. Poi il black out, con l’ingenuità che costa l’ennesimo rigore fischiato contro i granata in stagione. 5

Basic – Migliore in campo – senza dubbio – fino alla sua sostituzione. Marca a uomo Dybala (e non solo). Recupera diversi palloni importanti e permette alla squadra di ripartire in varie occasioni. 7. Dal 62′ Martegani – Si fa vedere subito con una conclusione da fuori che impensierisce Rui Patricio. Molto presente in fase di impostazione nel forcing finale. Conferma il periodo di forma dopo la rete della scorsa partita. 6

Tchaouna – Match complicato, a due facce. A tratti non gli riescono i soliti dribbling, poi ha brevi momenti di crescita, esplosivi. Emblematici i due episodi che lo vedono protagonista: perde Pellegrini in maratura, causando di fatto la rete del raddoppio della Roma; in seguito, serve l’assist per il gol di Kastanos, il cross è perfetto. Avrebbe potuto fare di più. 6

Candreva – Alterna momenti di solito calcio di alto livello ad attimi (per fortuna pochi) in cui sembra si spenga. In avvio è sottotono e commette qualche errore di troppo (da uno come lui non te lo aspetti). Poi si accende tra dribbling, tiri pericolosi e palloni al bacio per i compagni. Anche in queste partite dove non è al 100% è indispensabile. 6,5

Simy – Si impegna e prova ad essere presente nella manovra, ma non è efficace e in alcuni casi è deleterio. Si divora una rete colpendo male di testa e sparando alto. 5. Dal 73′ Ikwuemesi – Chiamato a pungere dopo un match in cui l’attacco granata è mancato. Niente da fare, non si rende mai pericoloso: ci prova anche di testa nel recupero, ma il portiere giallorosso blocca senza problemi. 5,5

Inzaghi – La squadra è messa benissimo in campo e, seppur lasciando il possesso alla Roma, le occasioni più importanti sono granata. Da comprendere meglio il cambio di Basic, che fino a quel momento era il migliore in campo. A sua discolpa, la rosa ha gravi carenze in attacco. 6

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Le pagelle di Salernitana-Roma: ottimi Kastanos e Basic, male Simy

spot_imgspot_img

Le pagelle della Salernitana, che non riesce a rimontare il doppio svantaggio contro la Roma. Allo stadio “Arechi” termina 2-1 in favore dei giallorossi nonostante il maggior numero di occasioni per i padroni di casa.

Salernitana-Roma, le pagelle dei granata

La partita inizia con una Salernitana ben piazzata in campo. I granata non lasciano spazi e la Roma fa possesso palla sterile. Le occasioni sono tutte del Cavalluccio, che aspetta e riparte in contropiede. Dopo circa 30 minuti la Salernitana si fa vedere insistentemente e cresce, impensierendo Rui Patricio prima con Bradaric da fuori, poi con Tchaouna e Candreva. A nulla serve il dominio di possesso giallorosso: sono i ragazzi di Inzaghi a rendersi di nuovo pericolosi con Simy, che non trova la porta con un colpo di testa che si spegne di poco sul fondo. Nel finale non mancano le proteste: prima viene fischiato un fallo abbastanza dubbio di Pierozzi che viene generosamente ammonito; poi Pellegrini rischia qualcosa in più di un giallo con un intervento a palla già lontana falciando Sambia.

La ripresa parte male per la Salernitana. La Roma passa in vantaggio su rigore con Dybala in seguito ad un fallo di mano di Maggiore. I giallorossi prendono coraggio e alzano il baricentro, con la Salernitana che per un po’ non riesce più a sfondare in contropiede. Ochoa viene chiamato in causa per la prima volta e para su El Shaarawy rimandando solo di pochi minuti il 2-0 per gli ospiti. Pellegrini, infatti, insacca a  botta sicura e regala il raddoppio. Nel finale e un assolo granata. Kastanos accorcia le distanze e dà fiducia alla squadra, che nonostante un costante attacco non segna. Rui Patricio è chiamato a qualche intervento (non troppo complicato) e il match termina con un’altra sconfitta per il Cavalluccio.

Le pagelle

Ochoa – Primo tempo da spettatore non pagante. Spiazzato sul rigore calciato da Dybala. Il primo intervento arriva al 64′ su El Shaarawy e salva – momentaneamente – il risultato. Incolpevole sul raddoppio di Pellegrini. 6

Pierozzi – Combatte e tiene decentemente botta limitando le offensive sul suo lato, effettuando anche un paio di diagonali difensive interessanti. 6 Dal 78′ Zanoli – Entra bene in partita e si fionda su tutti i palloni, anche con la giusta frenesia. 6

Gyomber – Non si capisce perché abbia deciso di regalare quella rimessa laterale in zona d’attacco alla Roma. È bravo a regolare Lukaku, bloccandolo con prontezza nel primo tempo. Poi si lascia andare a qualche solita distrazione. Nel raddoppio giallorosso ci mette un po’ del suo. 5,5. Dal 73′ Lovato – Entra per lottare con la punta della Roma nei minuti finali con il forcing granata in atto. Non lascia spazio a Lukaku ed è attento su Zaleski. Unico errore: il passaggio sbagliato in occasione dell’ultimo possesso granata. 6

Daniliuc – In quella che è stata probabilmente la sua ultima apparizione in stagione con la maglia della Salernitana conduce senza sbavature. Sale spesso ad infastidire Dybala, che gioca sulla linea dei centrocampisti. Ottimo il suo pressing. Incolpevole sui gol. 6,5

Bradaric – Partita estremamente tattica nella prima frazione. Non permette alla Roma di avanzare e si fa vedere in avanti con giudizio. Impegna Rui Patricio con un sinistro da fuori. Cala col passare dei minuti nella ripresa, e dal suo lato parte il cross che porta al 2-0 di Pellegrini. 5,5

Sambia – In avvio è propositivo, poi si spegne e perde quel po’ di mordente che sembrava avere nella prima metà di gara. 5,5. Dal 62′ Kastanos – Illuminante. Entra benissimo e lotta con grande voglia. La riapre con un bell’inserimento e un preciso colpo di testa. Bellissimo il lancio di esterno per Candreva, purtroppo non finalizzato. 7

Maggiore – Un gran peccato. Era partito bene, sia con un ottimo lavoro da incontrista che da regista: alcuni passaggi in verticale nel primo tempo non erano affatto male e hanno tagliato in due la difesa avversaria. Poi il black out, con l’ingenuità che costa l’ennesimo rigore fischiato contro i granata in stagione. 5

Basic – Migliore in campo – senza dubbio – fino alla sua sostituzione. Marca a uomo Dybala (e non solo). Recupera diversi palloni importanti e permette alla squadra di ripartire in varie occasioni. 7. Dal 62′ Martegani – Si fa vedere subito con una conclusione da fuori che impensierisce Rui Patricio. Molto presente in fase di impostazione nel forcing finale. Conferma il periodo di forma dopo la rete della scorsa partita. 6

Tchaouna – Match complicato, a due facce. A tratti non gli riescono i soliti dribbling, poi ha brevi momenti di crescita, esplosivi. Emblematici i due episodi che lo vedono protagonista: perde Pellegrini in maratura, causando di fatto la rete del raddoppio della Roma; in seguito, serve l’assist per il gol di Kastanos, il cross è perfetto. Avrebbe potuto fare di più. 6

Candreva – Alterna momenti di solito calcio di alto livello ad attimi (per fortuna pochi) in cui sembra si spenga. In avvio è sottotono e commette qualche errore di troppo (da uno come lui non te lo aspetti). Poi si accende tra dribbling, tiri pericolosi e palloni al bacio per i compagni. Anche in queste partite dove non è al 100% è indispensabile. 6,5

Simy – Si impegna e prova ad essere presente nella manovra, ma non è efficace e in alcuni casi è deleterio. Si divora una rete colpendo male di testa e sparando alto. 5. Dal 73′ Ikwuemesi – Chiamato a pungere dopo un match in cui l’attacco granata è mancato. Niente da fare, non si rende mai pericoloso: ci prova anche di testa nel recupero, ma il portiere giallorosso blocca senza problemi. 5,5

Inzaghi – La squadra è messa benissimo in campo e, seppur lasciando il possesso alla Roma, le occasioni più importanti sono granata. Da comprendere meglio il cambio di Basic, che fino a quel momento era il migliore in campo. A sua discolpa, la rosa ha gravi carenze in attacco. 6

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Le pagelle di Salernitana-Roma: ottimi Kastanos e Basic, male Simy

spot_img

Le pagelle della Salernitana, che non riesce a rimontare il doppio svantaggio contro la Roma. Allo stadio “Arechi” termina 2-1 in favore dei giallorossi nonostante il maggior numero di occasioni per i padroni di casa.

Salernitana-Roma, le pagelle dei granata

La partita inizia con una Salernitana ben piazzata in campo. I granata non lasciano spazi e la Roma fa possesso palla sterile. Le occasioni sono tutte del Cavalluccio, che aspetta e riparte in contropiede. Dopo circa 30 minuti la Salernitana si fa vedere insistentemente e cresce, impensierendo Rui Patricio prima con Bradaric da fuori, poi con Tchaouna e Candreva. A nulla serve il dominio di possesso giallorosso: sono i ragazzi di Inzaghi a rendersi di nuovo pericolosi con Simy, che non trova la porta con un colpo di testa che si spegne di poco sul fondo. Nel finale non mancano le proteste: prima viene fischiato un fallo abbastanza dubbio di Pierozzi che viene generosamente ammonito; poi Pellegrini rischia qualcosa in più di un giallo con un intervento a palla già lontana falciando Sambia.

La ripresa parte male per la Salernitana. La Roma passa in vantaggio su rigore con Dybala in seguito ad un fallo di mano di Maggiore. I giallorossi prendono coraggio e alzano il baricentro, con la Salernitana che per un po’ non riesce più a sfondare in contropiede. Ochoa viene chiamato in causa per la prima volta e para su El Shaarawy rimandando solo di pochi minuti il 2-0 per gli ospiti. Pellegrini, infatti, insacca a  botta sicura e regala il raddoppio. Nel finale e un assolo granata. Kastanos accorcia le distanze e dà fiducia alla squadra, che nonostante un costante attacco non segna. Rui Patricio è chiamato a qualche intervento (non troppo complicato) e il match termina con un’altra sconfitta per il Cavalluccio.

Le pagelle

Ochoa – Primo tempo da spettatore non pagante. Spiazzato sul rigore calciato da Dybala. Il primo intervento arriva al 64′ su El Shaarawy e salva – momentaneamente – il risultato. Incolpevole sul raddoppio di Pellegrini. 6

Pierozzi – Combatte e tiene decentemente botta limitando le offensive sul suo lato, effettuando anche un paio di diagonali difensive interessanti. 6 Dal 78′ Zanoli – Entra bene in partita e si fionda su tutti i palloni, anche con la giusta frenesia. 6

Gyomber – Non si capisce perché abbia deciso di regalare quella rimessa laterale in zona d’attacco alla Roma. È bravo a regolare Lukaku, bloccandolo con prontezza nel primo tempo. Poi si lascia andare a qualche solita distrazione. Nel raddoppio giallorosso ci mette un po’ del suo. 5,5. Dal 73′ Lovato – Entra per lottare con la punta della Roma nei minuti finali con il forcing granata in atto. Non lascia spazio a Lukaku ed è attento su Zaleski. Unico errore: il passaggio sbagliato in occasione dell’ultimo possesso granata. 6

Daniliuc – In quella che è stata probabilmente la sua ultima apparizione in stagione con la maglia della Salernitana conduce senza sbavature. Sale spesso ad infastidire Dybala, che gioca sulla linea dei centrocampisti. Ottimo il suo pressing. Incolpevole sui gol. 6,5

Bradaric – Partita estremamente tattica nella prima frazione. Non permette alla Roma di avanzare e si fa vedere in avanti con giudizio. Impegna Rui Patricio con un sinistro da fuori. Cala col passare dei minuti nella ripresa, e dal suo lato parte il cross che porta al 2-0 di Pellegrini. 5,5

Sambia – In avvio è propositivo, poi si spegne e perde quel po’ di mordente che sembrava avere nella prima metà di gara. 5,5. Dal 62′ Kastanos – Illuminante. Entra benissimo e lotta con grande voglia. La riapre con un bell’inserimento e un preciso colpo di testa. Bellissimo il lancio di esterno per Candreva, purtroppo non finalizzato. 7

Maggiore – Un gran peccato. Era partito bene, sia con un ottimo lavoro da incontrista che da regista: alcuni passaggi in verticale nel primo tempo non erano affatto male e hanno tagliato in due la difesa avversaria. Poi il black out, con l’ingenuità che costa l’ennesimo rigore fischiato contro i granata in stagione. 5

Basic – Migliore in campo – senza dubbio – fino alla sua sostituzione. Marca a uomo Dybala (e non solo). Recupera diversi palloni importanti e permette alla squadra di ripartire in varie occasioni. 7. Dal 62′ Martegani – Si fa vedere subito con una conclusione da fuori che impensierisce Rui Patricio. Molto presente in fase di impostazione nel forcing finale. Conferma il periodo di forma dopo la rete della scorsa partita. 6

Tchaouna – Match complicato, a due facce. A tratti non gli riescono i soliti dribbling, poi ha brevi momenti di crescita, esplosivi. Emblematici i due episodi che lo vedono protagonista: perde Pellegrini in maratura, causando di fatto la rete del raddoppio della Roma; in seguito, serve l’assist per il gol di Kastanos, il cross è perfetto. Avrebbe potuto fare di più. 6

Candreva – Alterna momenti di solito calcio di alto livello ad attimi (per fortuna pochi) in cui sembra si spenga. In avvio è sottotono e commette qualche errore di troppo (da uno come lui non te lo aspetti). Poi si accende tra dribbling, tiri pericolosi e palloni al bacio per i compagni. Anche in queste partite dove non è al 100% è indispensabile. 6,5

Simy – Si impegna e prova ad essere presente nella manovra, ma non è efficace e in alcuni casi è deleterio. Si divora una rete colpendo male di testa e sparando alto. 5. Dal 73′ Ikwuemesi – Chiamato a pungere dopo un match in cui l’attacco granata è mancato. Niente da fare, non si rende mai pericoloso: ci prova anche di testa nel recupero, ma il portiere giallorosso blocca senza problemi. 5,5

Inzaghi – La squadra è messa benissimo in campo e, seppur lasciando il possesso alla Roma, le occasioni più importanti sono granata. Da comprendere meglio il cambio di Basic, che fino a quel momento era il migliore in campo. A sua discolpa, la rosa ha gravi carenze in attacco. 6

spot_img

Notizie popolari