giovedì 22 02 24
spot_img
HomeSalernitanaSalernitana: ce n'è voluto, ma Heurtaux sta pian piano crescendo
spot_img

Salernitana: ce n’è voluto, ma Heurtaux sta pian piano crescendo

spot_imgspot_img

Thomas Heurtaux, arrivato come colpo di mercato per la Serie B, ha faticato moltissimo nel ritrovare forma fisica e condizione. Il centrale ex Udinese e Verona, però, è in fase di crescita e le ultime gare hanno regalato alla Salernitana un nuovo centrale difensivo … con ancora molto da poter dire.

La Salernitana ha ritrovato Thomas Heurtaux (?)

Il punto interrogativo tra parentesi è d’obbligo, così come lo sarebbe stato un condizionale. Thomas Heurtaux, dopo quasi un anno, è finalmente stato recuperato al 100% dal punto di vista fisico ed atletico.

Il centrale francese, con alle spalle moltissima esperienza in Serie A e nelle coppe europee, ha faticato a riprendersi dopo quasi un anno di inattività in Turchia. A differenza del compagno Alessio Cerci, ritornato e ricaduto a più riprese, il numero 28 granata sembrerebbe messo meglio sul piano atletico.

Atletismo confermato anche dal costante utilizzo nelle ultime giornate, 4 gettoni nelle ultime 6 ne hanno fatto uno dei centrali più utilizzati da Ventura post-lockdown.

Il 32enne difensore, però, non ha certamente mostrato ciò ai quali ha abituato, in special modo, i tifosi dell’Udinese; in Friuli, infatti, è risultato per anni uno dei migliori centrali del massimo campionato, risultando, spesse volte, anche pericoloso in zona gol.

A Salerno, soprattutto nelle prime gare, lo si è visto molto scolastico negli interventi difensivi, ma con un carattere da vendere. Sulle palle ferme, inoltre, ha anche centrato un palo con la Juve Stabia e dato filo da torcere ad i colleghi avversari. Peccato la crescita, inevitabilmente, verrà stoppata dalla fine della stagione che, come si augurano i tifosi, sarà intorno al 20 di agosto, altrimenti questo venerdì.

Heurtaux è di certo una risorsa in più per la Salernitana e, se confermato anche per la prossima stagione, potrebbe esserlo maggiormente. Col freno a mano tirato ha dimostrato ottime doti ed una personalità sopra la media, libero da problemi fisici potrebbe farsi valere ancora di più.

spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Salernitana: ce n’è voluto, ma Heurtaux sta pian piano crescendo

spot_imgspot_img

Thomas Heurtaux, arrivato come colpo di mercato per la Serie B, ha faticato moltissimo nel ritrovare forma fisica e condizione. Il centrale ex Udinese e Verona, però, è in fase di crescita e le ultime gare hanno regalato alla Salernitana un nuovo centrale difensivo … con ancora molto da poter dire.

La Salernitana ha ritrovato Thomas Heurtaux (?)

Il punto interrogativo tra parentesi è d’obbligo, così come lo sarebbe stato un condizionale. Thomas Heurtaux, dopo quasi un anno, è finalmente stato recuperato al 100% dal punto di vista fisico ed atletico.

Il centrale francese, con alle spalle moltissima esperienza in Serie A e nelle coppe europee, ha faticato a riprendersi dopo quasi un anno di inattività in Turchia. A differenza del compagno Alessio Cerci, ritornato e ricaduto a più riprese, il numero 28 granata sembrerebbe messo meglio sul piano atletico.

Atletismo confermato anche dal costante utilizzo nelle ultime giornate, 4 gettoni nelle ultime 6 ne hanno fatto uno dei centrali più utilizzati da Ventura post-lockdown.

Il 32enne difensore, però, non ha certamente mostrato ciò ai quali ha abituato, in special modo, i tifosi dell’Udinese; in Friuli, infatti, è risultato per anni uno dei migliori centrali del massimo campionato, risultando, spesse volte, anche pericoloso in zona gol.

A Salerno, soprattutto nelle prime gare, lo si è visto molto scolastico negli interventi difensivi, ma con un carattere da vendere. Sulle palle ferme, inoltre, ha anche centrato un palo con la Juve Stabia e dato filo da torcere ad i colleghi avversari. Peccato la crescita, inevitabilmente, verrà stoppata dalla fine della stagione che, come si augurano i tifosi, sarà intorno al 20 di agosto, altrimenti questo venerdì.

Heurtaux è di certo una risorsa in più per la Salernitana e, se confermato anche per la prossima stagione, potrebbe esserlo maggiormente. Col freno a mano tirato ha dimostrato ottime doti ed una personalità sopra la media, libero da problemi fisici potrebbe farsi valere ancora di più.

spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Salernitana: ce n’è voluto, ma Heurtaux sta pian piano crescendo

spot_img

Thomas Heurtaux, arrivato come colpo di mercato per la Serie B, ha faticato moltissimo nel ritrovare forma fisica e condizione. Il centrale ex Udinese e Verona, però, è in fase di crescita e le ultime gare hanno regalato alla Salernitana un nuovo centrale difensivo … con ancora molto da poter dire.

La Salernitana ha ritrovato Thomas Heurtaux (?)

Il punto interrogativo tra parentesi è d’obbligo, così come lo sarebbe stato un condizionale. Thomas Heurtaux, dopo quasi un anno, è finalmente stato recuperato al 100% dal punto di vista fisico ed atletico.

Il centrale francese, con alle spalle moltissima esperienza in Serie A e nelle coppe europee, ha faticato a riprendersi dopo quasi un anno di inattività in Turchia. A differenza del compagno Alessio Cerci, ritornato e ricaduto a più riprese, il numero 28 granata sembrerebbe messo meglio sul piano atletico.

Atletismo confermato anche dal costante utilizzo nelle ultime giornate, 4 gettoni nelle ultime 6 ne hanno fatto uno dei centrali più utilizzati da Ventura post-lockdown.

Il 32enne difensore, però, non ha certamente mostrato ciò ai quali ha abituato, in special modo, i tifosi dell’Udinese; in Friuli, infatti, è risultato per anni uno dei migliori centrali del massimo campionato, risultando, spesse volte, anche pericoloso in zona gol.

A Salerno, soprattutto nelle prime gare, lo si è visto molto scolastico negli interventi difensivi, ma con un carattere da vendere. Sulle palle ferme, inoltre, ha anche centrato un palo con la Juve Stabia e dato filo da torcere ad i colleghi avversari. Peccato la crescita, inevitabilmente, verrà stoppata dalla fine della stagione che, come si augurano i tifosi, sarà intorno al 20 di agosto, altrimenti questo venerdì.

Heurtaux è di certo una risorsa in più per la Salernitana e, se confermato anche per la prossima stagione, potrebbe esserlo maggiormente. Col freno a mano tirato ha dimostrato ottime doti ed una personalità sopra la media, libero da problemi fisici potrebbe farsi valere ancora di più.

Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari