domenica 03 03 24
spot_img
HomeSalernitanaSalernitana-Empoli, le pagelle granata: bravi tutti
spot_img

Salernitana-Empoli, le pagelle granata: bravi tutti

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in SalernitanaEmpoli. La gara, valida per la 37ª e penultima giornata della Serie B 2020-2021, è terminata 2-0.

Salernitana-Empoli, le pagelle granata

Gara fondamentale in chiave promozione per la Salernitana di Fabrizio Castori. I granata, obbligati a vincere, ospitano allo stadio “Arechi” l’Empoli, squadra già vincitrice di questa Serie B 2020-2021. Ecco le pagelle odierne.

Belec – Provvidenziale, grazie ad i suoi riflessi ed al palo, al 9′ su colpo di testa di Moreo. Tanta ordinaria amministrazione ed altrettanta tranquillità infusa ad i suoi compagni. Nel finale prende un giallo per proteste, 7.

Veseli – Gioca un ottimo primo tempo, tenendo bene botta durante le incursioni sull’out mancino. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, una botta alla nuca lo mette KO, costringendolo a dare forfait all’intervallo, 6,5. Dal 46′ Mantovani – Entra bene in partita, tiene a bada gli attaccanti ospiti e non commette falli o ingenuità, 6,5.

Gyomber – Nel primo tempo non ne sbaglia una, risultando sempre in vantaggio e pulito sugli avversari. L’intervento su Terzic al 39′ è da manuale del calcio, nella ripresa, per di più, continua a garantire sicurezza a Belec e compagni di reparto, 7.

Bogdan – Da predatore dell’area piccola, realizza il suo quarto gol stagionale. Galvanizzato dalla marcatura, sale in cattedra anche in difesa e gioca una ripresa sontuosa, sgolandosi anche nell’incitare i compagni a tenere lontana la palla, 7,5.

Casasola – Spizza la palla in occasione della rete di Bogdan. Bravo anche in fase difensiva, limitando i danni, mentre, ancora una volta, si dimostra importantissimo con le sue cavalcate sull’out destro, 7.

Coulibaly – Ritorna titolare dopo un mese d’assenza. Appare macchinoso nei primi attimi di gara e, al 13′ da diffidato, rimedia un giallo banale quanto palese per fallo a centrocampo. Alcuni errori in fase d’impostazione ma determinazione nel rimediare e supportare, 6. Dal 79′ Schiavone – Entra per garantire maggior copertura ma si ritrova tra i piedi la palla che dà il via alla rete del 2-0, 6,5.

Di Tacchio – Freme dalla voglia di portare a termine, e nel migliore dei modi, la stagione. Gioca una gara attenta, non perfetta con alcuni rilanci sbilenchi, ma concreta e da capitano vero, 6,5.

Capezzi – Gioca un gran primo tempo, correndo per 3 e provando a chiudere quanti più spazi possibili in fase di ripiego. Alcune belle giocate ad innescare gli attaccanti ed un paio di conclusioni. Cala fisiologicamente nella ripresa, continuando a garantire comunque un prezioso contributo ai suoi, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza sull’out mancino. Gioca spesso da 5° di difesa, riuscendo però anche a farsi notare con alcuni interessanti traversoni verso l’area di rigore 6,5. Dal 67′ Kupisz – Entra bene in partita, con un paio di sgroppate sulla fascia destra. Crossa lui al centro la palla che, dopo alcuni rimpalli, viene spedita in rete da Anderson, 6,5.

Gondo – Cresce l’affinità con Tutino, fraseggia bene col partner d’attacco e prova più volte la triangolazione e la sponda per entrare in area di rigore. Strattonato di continuo, prova comunque a dar fastidio a Brignoli, senza però riuscire a superarlo. Lascia il campo tra gli applausi dei pochi presenti sui gradoni, 7. Dal 79′ Anderson – Tocca pochissime palle, ma si fa trovare pronto, freddo e fortunato, sul rimpallo, per spedire in rete la palla del 2-0, 7,5.

Tutino – Volontà e corsa a non finire. Un po’ troppo altruista, dimostra comunque un buon feeling con Gondo. Lascia il campo nervoso, aveva voglia di segnare anche oggi, 6,5. Dal 63′ Djuric – Impiega 10 minuti a sbloccarsi, ma con troppa irruenza, vedendo la rete annullata. Tante sponde e tanto lavoro sporco a difendere la palla, soprattutto negli ultimi minuti, fuocosi, di gioco. Fondamentale anche nel 2-0 di Anderson, 7.

Bocchini – Ritorna al 3-5-2, rilanciando Coulibaly in mediana e Vesely in difesa. Proprio dalla difesa, reparto migliore di stagione, arriva la rete del vantaggio granata. Nella ripresa è costretto a togliere Veseli, ma poi gli altri subentrati (Djuric, Schiavone, Kupisz ed Anderson) confezionano il gol della sicurezza. Cambi perfetti, carattere e grinta in campo e boato di gioia al triplice fischio, a Pescara servirà un’altra vittoria ed il sogno sarà realtà, 8.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Salernitana-Empoli, le pagelle granata: bravi tutti

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in SalernitanaEmpoli. La gara, valida per la 37ª e penultima giornata della Serie B 2020-2021, è terminata 2-0.

Salernitana-Empoli, le pagelle granata

Gara fondamentale in chiave promozione per la Salernitana di Fabrizio Castori. I granata, obbligati a vincere, ospitano allo stadio “Arechi” l’Empoli, squadra già vincitrice di questa Serie B 2020-2021. Ecco le pagelle odierne.

Belec – Provvidenziale, grazie ad i suoi riflessi ed al palo, al 9′ su colpo di testa di Moreo. Tanta ordinaria amministrazione ed altrettanta tranquillità infusa ad i suoi compagni. Nel finale prende un giallo per proteste, 7.

Veseli – Gioca un ottimo primo tempo, tenendo bene botta durante le incursioni sull’out mancino. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, una botta alla nuca lo mette KO, costringendolo a dare forfait all’intervallo, 6,5. Dal 46′ Mantovani – Entra bene in partita, tiene a bada gli attaccanti ospiti e non commette falli o ingenuità, 6,5.

Gyomber – Nel primo tempo non ne sbaglia una, risultando sempre in vantaggio e pulito sugli avversari. L’intervento su Terzic al 39′ è da manuale del calcio, nella ripresa, per di più, continua a garantire sicurezza a Belec e compagni di reparto, 7.

Bogdan – Da predatore dell’area piccola, realizza il suo quarto gol stagionale. Galvanizzato dalla marcatura, sale in cattedra anche in difesa e gioca una ripresa sontuosa, sgolandosi anche nell’incitare i compagni a tenere lontana la palla, 7,5.

Casasola – Spizza la palla in occasione della rete di Bogdan. Bravo anche in fase difensiva, limitando i danni, mentre, ancora una volta, si dimostra importantissimo con le sue cavalcate sull’out destro, 7.

Coulibaly – Ritorna titolare dopo un mese d’assenza. Appare macchinoso nei primi attimi di gara e, al 13′ da diffidato, rimedia un giallo banale quanto palese per fallo a centrocampo. Alcuni errori in fase d’impostazione ma determinazione nel rimediare e supportare, 6. Dal 79′ Schiavone – Entra per garantire maggior copertura ma si ritrova tra i piedi la palla che dà il via alla rete del 2-0, 6,5.

Di Tacchio – Freme dalla voglia di portare a termine, e nel migliore dei modi, la stagione. Gioca una gara attenta, non perfetta con alcuni rilanci sbilenchi, ma concreta e da capitano vero, 6,5.

Capezzi – Gioca un gran primo tempo, correndo per 3 e provando a chiudere quanti più spazi possibili in fase di ripiego. Alcune belle giocate ad innescare gli attaccanti ed un paio di conclusioni. Cala fisiologicamente nella ripresa, continuando a garantire comunque un prezioso contributo ai suoi, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza sull’out mancino. Gioca spesso da 5° di difesa, riuscendo però anche a farsi notare con alcuni interessanti traversoni verso l’area di rigore 6,5. Dal 67′ Kupisz – Entra bene in partita, con un paio di sgroppate sulla fascia destra. Crossa lui al centro la palla che, dopo alcuni rimpalli, viene spedita in rete da Anderson, 6,5.

Gondo – Cresce l’affinità con Tutino, fraseggia bene col partner d’attacco e prova più volte la triangolazione e la sponda per entrare in area di rigore. Strattonato di continuo, prova comunque a dar fastidio a Brignoli, senza però riuscire a superarlo. Lascia il campo tra gli applausi dei pochi presenti sui gradoni, 7. Dal 79′ Anderson – Tocca pochissime palle, ma si fa trovare pronto, freddo e fortunato, sul rimpallo, per spedire in rete la palla del 2-0, 7,5.

Tutino – Volontà e corsa a non finire. Un po’ troppo altruista, dimostra comunque un buon feeling con Gondo. Lascia il campo nervoso, aveva voglia di segnare anche oggi, 6,5. Dal 63′ Djuric – Impiega 10 minuti a sbloccarsi, ma con troppa irruenza, vedendo la rete annullata. Tante sponde e tanto lavoro sporco a difendere la palla, soprattutto negli ultimi minuti, fuocosi, di gioco. Fondamentale anche nel 2-0 di Anderson, 7.

Bocchini – Ritorna al 3-5-2, rilanciando Coulibaly in mediana e Vesely in difesa. Proprio dalla difesa, reparto migliore di stagione, arriva la rete del vantaggio granata. Nella ripresa è costretto a togliere Veseli, ma poi gli altri subentrati (Djuric, Schiavone, Kupisz ed Anderson) confezionano il gol della sicurezza. Cambi perfetti, carattere e grinta in campo e boato di gioia al triplice fischio, a Pescara servirà un’altra vittoria ed il sogno sarà realtà, 8.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Salernitana-Empoli, le pagelle granata: bravi tutti

spot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in SalernitanaEmpoli. La gara, valida per la 37ª e penultima giornata della Serie B 2020-2021, è terminata 2-0.

Salernitana-Empoli, le pagelle granata

Gara fondamentale in chiave promozione per la Salernitana di Fabrizio Castori. I granata, obbligati a vincere, ospitano allo stadio “Arechi” l’Empoli, squadra già vincitrice di questa Serie B 2020-2021. Ecco le pagelle odierne.

Belec – Provvidenziale, grazie ad i suoi riflessi ed al palo, al 9′ su colpo di testa di Moreo. Tanta ordinaria amministrazione ed altrettanta tranquillità infusa ad i suoi compagni. Nel finale prende un giallo per proteste, 7.

Veseli – Gioca un ottimo primo tempo, tenendo bene botta durante le incursioni sull’out mancino. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, una botta alla nuca lo mette KO, costringendolo a dare forfait all’intervallo, 6,5. Dal 46′ Mantovani – Entra bene in partita, tiene a bada gli attaccanti ospiti e non commette falli o ingenuità, 6,5.

Gyomber – Nel primo tempo non ne sbaglia una, risultando sempre in vantaggio e pulito sugli avversari. L’intervento su Terzic al 39′ è da manuale del calcio, nella ripresa, per di più, continua a garantire sicurezza a Belec e compagni di reparto, 7.

Bogdan – Da predatore dell’area piccola, realizza il suo quarto gol stagionale. Galvanizzato dalla marcatura, sale in cattedra anche in difesa e gioca una ripresa sontuosa, sgolandosi anche nell’incitare i compagni a tenere lontana la palla, 7,5.

Casasola – Spizza la palla in occasione della rete di Bogdan. Bravo anche in fase difensiva, limitando i danni, mentre, ancora una volta, si dimostra importantissimo con le sue cavalcate sull’out destro, 7.

Coulibaly – Ritorna titolare dopo un mese d’assenza. Appare macchinoso nei primi attimi di gara e, al 13′ da diffidato, rimedia un giallo banale quanto palese per fallo a centrocampo. Alcuni errori in fase d’impostazione ma determinazione nel rimediare e supportare, 6. Dal 79′ Schiavone – Entra per garantire maggior copertura ma si ritrova tra i piedi la palla che dà il via alla rete del 2-0, 6,5.

Di Tacchio – Freme dalla voglia di portare a termine, e nel migliore dei modi, la stagione. Gioca una gara attenta, non perfetta con alcuni rilanci sbilenchi, ma concreta e da capitano vero, 6,5.

Capezzi – Gioca un gran primo tempo, correndo per 3 e provando a chiudere quanti più spazi possibili in fase di ripiego. Alcune belle giocate ad innescare gli attaccanti ed un paio di conclusioni. Cala fisiologicamente nella ripresa, continuando a garantire comunque un prezioso contributo ai suoi, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza sull’out mancino. Gioca spesso da 5° di difesa, riuscendo però anche a farsi notare con alcuni interessanti traversoni verso l’area di rigore 6,5. Dal 67′ Kupisz – Entra bene in partita, con un paio di sgroppate sulla fascia destra. Crossa lui al centro la palla che, dopo alcuni rimpalli, viene spedita in rete da Anderson, 6,5.

Gondo – Cresce l’affinità con Tutino, fraseggia bene col partner d’attacco e prova più volte la triangolazione e la sponda per entrare in area di rigore. Strattonato di continuo, prova comunque a dar fastidio a Brignoli, senza però riuscire a superarlo. Lascia il campo tra gli applausi dei pochi presenti sui gradoni, 7. Dal 79′ Anderson – Tocca pochissime palle, ma si fa trovare pronto, freddo e fortunato, sul rimpallo, per spedire in rete la palla del 2-0, 7,5.

Tutino – Volontà e corsa a non finire. Un po’ troppo altruista, dimostra comunque un buon feeling con Gondo. Lascia il campo nervoso, aveva voglia di segnare anche oggi, 6,5. Dal 63′ Djuric – Impiega 10 minuti a sbloccarsi, ma con troppa irruenza, vedendo la rete annullata. Tante sponde e tanto lavoro sporco a difendere la palla, soprattutto negli ultimi minuti, fuocosi, di gioco. Fondamentale anche nel 2-0 di Anderson, 7.

Bocchini – Ritorna al 3-5-2, rilanciando Coulibaly in mediana e Vesely in difesa. Proprio dalla difesa, reparto migliore di stagione, arriva la rete del vantaggio granata. Nella ripresa è costretto a togliere Veseli, ma poi gli altri subentrati (Djuric, Schiavone, Kupisz ed Anderson) confezionano il gol della sicurezza. Cambi perfetti, carattere e grinta in campo e boato di gioia al triplice fischio, a Pescara servirà un’altra vittoria ed il sogno sarà realtà, 8.


Potrebbe interessarti anche:

Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari