venerdì 29 07 22
HomeFrontpageDanilo Iervolino: "Individuare i profili giusti sui quali poi investire"

Danilo Iervolino: “Individuare i profili giusti sui quali poi investire”

Bella esperienza, anche per il nostro giornale, vivere l’evento del compleanno della Salernitana allo stadio Arechi. Un’esperienza vissuta in onore della LILT, e con le dichiarazioni raccolte da Radio Punto Nuovo, in partnership con SalernoSport24.

Radio PN racconta il compleanno della Salernitana

Intensa la serata del 19 giugno in cui SalernoSport24 ha lavorato a stretto contatto con Radio Punto Nuovo che, nella giornata di oggi, sta trasmettendo quanto raccolto in esclusiva dalla pancia dello stadio “Arechi” con uno speciale sul compleanno del club granata. Dichiarazioni importanti che partono da Iervolino, e passano per alcuni degli ultimi calciatori che vestito il vessillo della Salernitana.

Danilo Iervolino: «Festeggiamo 103 anni e non li sentiamo. Siamo in grande spolvero, dopo una stagione difficile. Sappiamo che ora ce ne aspetta un’altra, ma l’amore dei tifosi è grande e non vediamo l’ora di ricominciare. Siamo fiduciosi. Dopo due anni di pandemia ci eravamo abituati a stare rintanati e con gli stadi vuoti. Adesso abbiamo lasciato il peggio, il calcio è gioia e aggregazione e anche Salerno è tornato l’entusiasmo. Qui si sta bene. De Sanctis? Ha passione sfrenata, si è innamorato subito del nostro progetto. Vogliamo una Salernitana giovane, di qualità. Presto ci metteremo al lavoro. Cavani? Forse resterà un sogno, di certo parliamo di un grande giocatore… Ad ogni modo, la prossima settimana inizieremo la nostra campagna acquisti. Ne parleremo con il direttore e con tutto lo staff, per individuare i profili giusti da seguire e sui quali poi investire. Siamo ottimisti, contiamo di fare un buon operato».

Dino Fava: «Tornare all’Arechi è un’emozione straordinaria, bellissima. Entrare negli spogliatoi è incredibile per chi li ha vissuti da dentro. Morgani De Sanctis? Sono molto curioso di capire come si muoverà, posso dire che da calciatore era molto meticoloso e attento. Certamente sarà capace di assolvere al compito assegnato». Negli di moti c’è ancora il gol di tacco che segnò al Modena sotto la Curva Sud Siberiano: «Segnare sotto quella curva è un’emozione unica. Ricordo quel gol, andare lì e gioire con i tifosi è liberatorio» In campo anche per la LILT: «Questo rappresenta un valore aggiunto della serata, e come sempre Salerno risponde in queste occasioni».

Francesco Scarpa: «Faccio i miei auguri alla Salernitana, sono felice ed orgoglioso di aver fatto parte di questa storia fantastica. Un applauso poi va agli organizzatori dell’evento, unici».

- Advertisment -

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: