venerdì 09 12 22
HomeSportSCHERMARossella Gregorio e le azzurre della sciabola sul podio ad Algeri

Rossella Gregorio e le azzurre della sciabola sul podio ad Algeri

- Advertisment -spot_img

Primo atto della Coppa del Mondo 2022-2023 di scherma: gli sciabolatori salernitani Michele Gallo e Rossella Gregorio in pedana ad Algeri.

Podio nella prova a squadre per Rossella Gregorio

La Coppa del Mondo di sciabola si è aperta nell’ultima fine settimana ad Algeri con la gara individuale e il torneo a squadre: in gara i salernitani Michele Gallo e Rossella Gregorio.

La 32enne dei Carabinieri ha riscattato la sconfitta ai 32/mi per mano della francese Rifkiss (15-10) nel torneo individuale con il 2° posto ottenuto in compagnia del quartetto azzurro, battuto in finale dalla Francia all’ultima stoccata.

Di conseguenza, la sciabolatrice di Salerno ha riposto tutte le sue energie sulla prova a squadre, cui hanno partecipato anche Martina Criscio, Chiara Mormile ed Eloisa Passaro. Entrata in gioco dagli ottavi, l’Italia ha facilmente superato il Canada per 45-31, guadagnandosi il quarto di finale con l’Ungheria.

Indietro dopo i primi due assalti, le ragazze del CT Zanotti hanno ribaltato il parziale già alla fine della prima tornata (15-12) per poi allungare grazie al netto 10-3 con cui Criscio e Passaro hanno liquidato Pusztai e Katona nel secondo giro. Gregorio e le sue compagne hanno poi completato l’opera, vincendo senza affanni per 45-36.

In semifinale, poi, il terzetto Criscio-Gregorio-Passaro ha firmato un vero capolavoro contro la Corea: avanti per 15-7 dopo il primo trittico di assalti, l’Italia ha dominato la scena con un secco 15-6 che ha schiantato le asiatiche. Il 45-32 vale il biglietto per la finale contro la Francia.

Le cugine d’Oltralpe (Balzer-Queroli-Rifkiss) partono a testa bassa, portandosi sul 15-9 dopo i primi tre incontri. Precipitata a -9, l’Italia rimette in piedi la sfida grazie a un’eccellente Martina Criscio, che rifila un netto 12-5 a Rifkiss. Alla fine della seconda serie, Gregorio torna in pedana per sostituire Mormile, ma esce sconfitta per 5-2 dall’assalto con Sara Balzer.

L’Italia riesce a recuperare un paio di stoccate con Passaro e Mormile prima che Criscio salga in pedana per l’ultimo match con Balzer. La foggiana rimonta fino al 44-44, ma il colpo risolutivo arriva dalla sciabolatrice francese.


Potrebbe interessarti anche:


Poca fortuna per Michele Gallo

Alla trasferta nordafricana ha partecipato anche il 21enne Michele Gallo, argento a squadre nell’ultima rassegna iridata in Egitto.

L’atleta dei Carabinieri ha tuttavia raccolto poco in entrambe le gare: a livello individuale, la sua corsa si è conclusa al secondo turno per mano del vincitore di giornata, il georgiano Sandro Bazadze, che ha prevalso per 15-10.

Selezionato per la gara a squadre al pari di Luca Curatoli, Luigi Samele e Pietro Torre, Gallo ha contribuito al successo negli ottavi sul Kazakhstan (45-39) prima di assistere a bordo pedana all’eliminazione nei quarti contro la Francia (45-35).

L’Italia ha infine chiuso il torneo al 5° posto dopo aver superato Giappone (45-39) e Ungheria (45-44).

Appuntamento a dicembre con il Grand Prix

Concluso il primo rodaggio in Coppa del Mondo, sciabolatori e sciabolatrici torneranno in gara a Orléans, in Francia, da giovedì 8 a sabato 10 dicembre.

Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per 105 Tv, Kosmos Tv e Italia2, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di ciclismo e atletica. Attualmente collabora con «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni», ventiblog.com e Salerno Sport 24. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni su riviste di storia contemporanea.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: