martedì 16 04 24
spot_img
HomeFrontpageGrande rebus in casa granata: programmare per tempo o affidarsi nuovamente a...
spot_img

Grande rebus in casa granata: programmare per tempo o affidarsi nuovamente a Filippo Inzaghi

spot_imgspot_img

Questione di scelte, ma anche questione di tempo. La Salernitana, complice l’ennesima umiliante sconfitta contro un Lecce non certo irresistibile, si trova davanti a un bivio: traghettare la barca fino a giugno oppure programmare con largo anticipo la prossima stagione sportiva.

I dubbi in casa Salernitana

Il verdetto del campo non lascia ben sperare per le prossime partite: la Salernitana, con soli quattordici punti in ventinove partite, è sempre più il fanalino di coda del campionato di Serie A. Le parole dell’amministratore delegato Maurizio Milan, intervenuto nel post-partita della gara di ieri, non lasciano spazio a possibili interpretazioni: “prenderemo delle decisioni nelle prossime ore”.


Potrebbe interessarti anche:


I possibili scenari per il futuro

Se da un lato, complice un andamento non certo costante delle dirette concorrenti, il campo imporrebbe l’ennesimo disperato tentativo di riassestamento del team; da un altro la realtà è ben diversa. Il team granata, nonostante l’ennesimo ritiro “punitivo” stagionale, non ha dato alcun segno di compatezza e unità di intenti. Anche nella gara contro il Lecce, non sono arrivate le risposte attese dal patron e la salvezza ad ora appare ampiamente utopistica.

La società, a partire da ieri sera, sta vagliando diverse ipotesi per il futuro e potrebbe a breve scogliere le riserve per cercare di lavorare quantomeno ad un finale di stagione dignitoso in vista del ritorno in cadetteria.

La prima ipotesi, caldeggiata a lungo da patron Iervolino e alcuni suoi collaboratori, porterebbe a un esonero immediato sia del direttore generale Walter Sabatini e sia dell’attuale tecnico Fabio Liverani. Il primo, che pubblicamente ha manifestato enorme delusione per lo scarso apporto dei nuovi acquisti alla causa, è in discussione da diverse ore. Con il suo allontanamento, qualora non sia il tecnico a rinunciare al proprio contratto, la Salernitana si ritroverebbe a busta paga due allenatori e potrebbe decidere di richiamare alla base Filippo Inzaghi. L’ex tecnico di Brescia e Benevento, che non ha lasciato la città di Salerno, prenderebbe volentieri in mano nuovamente la guida tecnica della squadra a patto che ad affiancarlo ci sia un direttore sportivo con il quale si è ben trovato in passato. Non è un mistero che il feeling tra Walter Sabatini e il tecnico emiliano non sia mai sbocciato: le dichiarazioni social post esonero sono solo l’ultimo di tanti screzi. In quest’ottica non sono certo da scartare le ipotesi che portano a Massimo Taibi, Pasquale Foggia (che vanta ottimi rapporti con dirigenti vicini al patron) o Daniele Faggiano. Quest’ultimo, complice anche una grande voglia di tornare al lavoro, accetterebbe di buon grado la piazza di Salerno.

L’altra ipotesi sarebbe quella di…non decidere. In questo caso, ogni valutazione sul prossimo futuro verrebbe rinviata al termine della stagione sportiva. Qualora la situazione dovesse prendere credito, la Salernitana si ritroverebbe a poter scegliere su un roster più ampio e completo. Tra i tanti profili importanti troviamo, Michele Mignani, che in B ha fatto benissimo a Bari, Paolo Zanetti o anche i vari Pecchia, Alvini e Stroppa che potrebbe lasciare Cremona. Possibile anche si vada su un profilo emergente: per esempio Nesta sta facendo ottime cose in sella alla Reggiana.  Insomma, tutte garanzie per la cadetteria e sicurezza di un campionato di vertice.

Restebbe, ovviamente, d’attualità il problema sulla guida tecnica che dovrà traghettare la Salernitana al 30 giugno. L’ipotesi più probabile in quest’ottica è quella di un Colantuono-ter con l’affiancamento di Franck Ribery o di un giovane emergente allenatore come Luca Fusco. Ma questo, probabilmente, sarebbe l’ultimo dei problemi.

La scelta resta difficile e forse prematura, in quanto anche Filippo Inzaghi vanta ottime annate in cadetteria. La Salernitana sta riflettendo e a breve potrebbe dare una risposta definitiva.

spot_img
spot_img
spot_img
Giuseppe Mautone
Giuseppe Mautone
“Sii forte che nessuno ti sconfigga, nobile che nessuno ti umili, e te stesso che nessuno ti dimentichi.”

Notizie popolari