domenica, Ottobre 24, 2021
Realizza con Kynetic web agency di Salerno il tuo sito web ecommerce di successo in sole 72 ore con pagamento a rate mensili

HomeSalernitanaPescara-Salernitana, le pagelle granata: un altro 10 mAggio

Pescara-Salernitana, le pagelle granata: un altro 10 mAggio

Ecco le pagelle dei granata impegnati in PescaraSalernitana. La gara, l’ultima della regular season della Serie B 2020-2021, premia i granata che tornano in Serie A dopo 23 anni.

Pescara-Salernitana, le pagelle granata

Giornata importantissima e delicatissima per la Salernitana di Fabrizio Castori, al suo ritorno in panchina dopo la positività al Coronavirus. I granata, di scena allo stadio “Adriatico” di Pescara, si sono giocati l’accesso diretto alla Serie A. Ecco le loro pagelle.

Belec – Spettatore per tutta la gara, ringrazia al palo al 39′ e poi dirige con calma. 6,5 per oggi, 8 per la sua stagione.

Mantovani – Due interventi importanti nella prima frazione di gioco ed una grande tenacia nella ripresa, piacevole riscoperta, 7.

Gyomber – Nel primo tempo è la difesa a tenere a galla i granata e lui, egregiamente, la dirige, 7.

Bogdan – Decisivo e volenteroso nei primi 45 minuti, con interventi puliti e determinazione nel provare a dare il via alla manovra. Ottima seconda frazione e passerella finale, 7. Dal 73′ Aya – Ritorna in campo per far rifiatare Bogdan, 6.

Casasola – Gioca un’ora scarsa in apnea, facendosi notare alla lunga con covinzione e la solita abnegazione al lavoro di squadra. Dopo una serpentina ubriacante al 72′, proietta la Salernitana in Serie A grazie ad un diagonale che, Fiorillo colpevole, regala ad i suoi il 2-0, 7. Dal 79′ Kupisz – Entra a risultato acquisito ma, non contento, mette corsa e grinta al servizio della squadra, servendo a Tutino la palla del 3-0, 6,5.

Capezzi – Dopo tantissime gare giocate ad altissimi livelli, quest’oggi accusa la stanchezza. Non riesce a mettere la solita classe e quantità in mezzo al campo, risultando frettoloso ed impreciso, 5,5. Dal 63′ Schiavone – Entra per sostituire uno spento Capezzi ed è decisivo nel lanciare a rete Casasola. Bravo anche in fase difensiva ed a tenere botta, 6,5.

Di Tacchio – Dopo un primo tempo di sacrificio, si rimbocca le maniche ed è decisivo nel grande secondo tempo dei suoi con solidità e tenacia. Esplode in lacrime a fine primo tempo, un po’ come tutta la città di Salerno, 7.

Kiyine – Ritrova la maglia da titolare dopo il turno di squalifica ma gioca un primo tempo da horror, con molti errori e tante leziosità fini a sè stesse, 4,5. Dal 46′ Anderson – Entra molto bene in partita, rivoltando completamente la Salernitana, molto passiva nel primo tempo. Si procura e realizza il rigore dell’1-0 a metà ripresa, fraseggia benissimo con i compagni ed è fondamentale, 8.

Jaroszynski – Uno dei migliori della prima frazione di gioco, perlomeno l’unico che, oltre alla fase difensiva, ha provato ad accennare anche quella offensiva. Nella ripresa è importante il suo lavoro difensivo, 6,5.

Gondo – Comincia con molta volontà la gara, inseguendo palla ed avversari. Non riesce ad incidere, e, mal supportato dal centrocampo, corre a vuoto per gran parte della gara, sostituito all’intervallo, 5. Dal 46′ Djuric – Impiega 10 minuti per propiziare la prima occasione pericolosa dei suoi, con una sponda di testa che porta Tutino a sfiorare il palo. Prende un paio di botte, ma è fondamentale nel dare la scossa per la promozione, 6,5.

Tutino – Voglia di mettersi in mostra, ma poche palle pulite nel primo tempo dove è costretto ad agire in lungo ed in largo. Nella ripresa fraseggia bene con Anderson ed al 55′ sfiora la rete su imbeccata di Djuric. Gioca un grandissimo secondo tempo, sigillando con la rete del 3-0, meritatissima, la promozione diretta, 7,5.

Castori – Ritorna in panchina dopo la brutta esperienza legata al COVID-19 e lancia i suoi col collaudato 3-5-2, lanciando Mantovani e Kiyine dall’inizio. All’intervallo prova a dare la scossa alla squadra, buttando dentro Djuric ed Anderson che stravolgono il tutto. Schiavone entra e lancia Casasola per il 2-0, mentre Aya e Kupisz servono a far rifiatare Bogdan e Casasola. La squadra torna in Serie A, soprattutto grazie al lavoro del suo tecnico, 9


Potrebbe interessarti anche:

Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -SInfissi a Salerno con lo sconto del 50% ecobonus e se acquisti anche le porte Finmaster offre uno sconto del 50%

SempreFarmacia.it acquista on line

Top Vacanze agenzia di viaggio a Salerno

Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Grill House Salerno - braceria e birreria a Salerno consegna a domicilio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Most Popular

Recent Comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: