venerdì 14 06 24
spot_img
HomeSalernitanaPescara - Salernitana: quinta sconfitta. Ora testa ai play-out
spot_img

Pescara – Salernitana: quinta sconfitta. Ora testa ai play-out

spot_img
spot_img

Cielo sereno sullo stadio “Adriatico” per l’ultima partita di campionato Pescara e Salernitana. Da Salerno sono giunti circa 800 tifosi per supportare i granata in una partita che può valere l’intero campionato.

Le formazioni

Pescara: Fiorillo; Pinto, Scognamiglio, Bettella, Balzano, Memushaj, Crecco (63’ Bruno), Brugman, Marras (79’ Antonucci), Mancuso, Sottil. A disp.: Antonucci, Bellini, Bruno, Farelli, Kanoute, Ciofani, Gravillon, Campagnaro, Capone, Kastrati, Monachello. All.: G. Pillon

Salernitana: Micai, D. Anderson (82’ Rosina), Di Tacchio, Migliorini, Lopez, Casasola, Mantovani, Odjer, A. Anderson (61’ Mazzarani), Jallow, Djuric (75’ Calaiò). A disp.: Akpa Akpro, Calaiò, Gigliotti, Mazzarani, Memolla, Orlando, Pucino, Rosina, Schiavi, Vannucchi. All.: L. Menichini

Arbitro: Luigi Nasca di Bari
Assistenti: Colarossi (sez. di Roma 2) e Imperiale (sez. di Genova)
IV uomo: Marini (sez. di Roma 1)

Marcatori: 78′ Bettella, 90′ Ciofani
Corner: 5-2
Ammoniti: 74′ Sottil, 75′ Casasola

PRIMO TEMPO – Scendono in campo le due formazioni con le consuete prime maglie ufficiali, a strisce biancoazzure quelli del Pescara, completo granata per la Salernitana. I padroni di casa attaccheranno da sinistra a destra, mentre saranno i granata a giocare il primo pallone del match. Pronti, partenza… via! Partiti. Dopo una prima fase di studio, le due squadre iniziano ad attaccarsi. Lo fa prima il Pescara che cerca la via del tiro, stesso discorso per i granata. Al 12’ cross di Lopez in area piccola, chiude Balzano. Ci prova Jallow al 16’ il tiro è rimpallato arriva a Djuric che stoppa bene di petto e cerca la rovesciata, palla fuori. Al 23’ Mancuso riceve palla in area, tenta il piazzato a rientrare da posizione deflilata, ma la conclusione è centrale per Micai che para senza problemi. La partita scivola via fino al 31’ quando Djavan Anderson ha l’occasione buona per concludere a rete ma il suo tiro termina abbondantemente fuori dopo una buona verticalizzazione di Jallow. Un minuto dopo ancora Djavan protagonista: da destra compie un paio di finte e mette un rasoterra centrale ma non segue il movimento di Djuric che ne frattempo tagliava sul primo palo. Ci prova anche il Pescara, buona l’idea di Balzano con un cross a tagliare in area, palla leggermente alta per i compagni. Gara spesso spezzettata da continui falli ma non cattivi. Al 41’ grossa occasione per il Pescara in contropiede, palla sui piedi di Mancuso ma Micai alza un muro. Finisce il primo tempo con le due squadre ancora ferme sullo 0-0.

SECONDO TEMPO – Ricomincia il match con 8 minuti di ritardo per allinearsi agli altri campi. Pronti via e subito una palla gol sui piedi di Jallow: cross basso di Lopez, Djuric va sul primo palo mentre il gambiano, da dentro l’area piccola, non trova l’impatto con la sfera a porta vuota. Al 53’ occasione anche per il Pescara: Mancuso appoggia all’indietro per Sottil, palla fuori di poco dopo un tocco della difesa granata. Dopo la battuta del corner Micai si ferma per un colpo subito alla caviglia; dopo l’intervento dei sanitari, l’estremo granata riprende senza problemi. Al 60’ primo cambio, Menichini richiama André Anderson, al suo posto Mazzarani. Anche Pillon opta per un cambio richiamando l’ex Lazio Crecco, al suo posto entra Bruno. Al 68’ occasione per la Salernitana: cross basso per Djuric che interviene in spaccata, la palla va fuori, lui vorrebbe il corner ma l’arbitro indica il fondo. Iniziano a prendere campo i granata. Al 72’ Fiorillo para in due tempi un tiro forte e teso da poco fuori l’area di rigore, da parte di Casasola. Come nel primo tempo, molti falli ma non cattivi. Arriva però il primo giallo del match, è per Sottil. Menichini tenta il tutto per tutto per vincere la gara, dentro Calaiò per Djuric. Nel frattempo arriva anche il secondo giallo della partita, questa volta nelle file granata: se lo prende questa volta Casasola per un fallo su Sottil. Nel loro momento migliore i granata vanno sotto.

GOL DEL PESCARA! Sugli sviluppi di un corner la palla giunge a Bittante che, solo in area, spara in porta, Micai non può farci niente, 1-0.

Ora la Salernitana deve tentare il tutto per tutto. Dentro anche Rosina. Forze fresche di Pillon in difesa: entra Ciofani al posto di Pinto. All’86’, dagli sviluppi di un corner, spettacolare rovesciata di Di Tacchio appena fuori l’area di rigore, palla che esce di pochissimo ma Fiorillo era sulla traiettoria. Siamo all’88’, ancora un’occasione per i granata, palla in direzione di Calaiò il quale viene atterrato in area, per Nasca non ci sono gli estremi per il calcio di rigore ai granata.

GOL DEL PESCARA! Sul ribaltamento fronte il Pescara conquista un corner, il neo entrato Ciofani è il più lesto di tutti, Micai battuto per la seconda volta, 2-0.

C’è ancora il tempo per un calcio di punizione sulla barriera di Rosina e per un tiro fuori di poco di Casasola, poi il triplice fischio finale di Luigi Nasca. Risultato bugiardo e che costringerà i granata nel giocarsi le carte salvezza nel play-out con il Foggia.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.
spot_img

Notizie popolari