mercoledì 27 07 22
HomeEditorialePasqua di Resurrezione per la Salernitana a Genova

Pasqua di Resurrezione per la Salernitana a Genova

Trova tre punti la Salernitana nell’uovo di Pasqua. Torna alla vittoria dopo oltre tre mesi, infatti, la compagine granata, sbancando Genova. Successo importante quello conquistato da Nicola contro la Sampdoria, il primo per il trainer sulla panchina del Cavalluccio.

La Salernitana è una… Pasqua

La Bersagliera parte con le idee chiare: obiettivo tre punti al di là dei risultati delle concorrenti. E l’uno-due di avvio partita è fulminante grazie ai timbri di Fazio ed Ederson. L’ex Caputo accorcia le distanze provando a scuotere i suoi ma i blucerchiati non sono mai realmente pericolosi. I granata lottano ma non affondano, la condizione fisica dei disponibili del momento non è sembrata eccelsa e quindi pressing alto e ricerca di ripartenze sono accantonate a favore del cinismo e del target finale, obbligatorio per continuare ad alimentare le residue speranze salvezza. In deliro i 521 tifosi salernitani giunti in Liguria a sostegno della casacca, la vittoria va prima di tutto a loro.

Quella con la Samp è la prima di una serie di partite ravvicinate che si riveleranno decisive per la lotta alla permanenza in A. Non c’è nemmeno il tempo per godersi una vittoria tanto agognata, attesa da tempo e i segnali di vitalità c’erano.

Il prossimo ostacolo

Si deve preparare la difficile trasferta di Udine, che vale il recupero delle ultima giornata del girone d’andata, combattuta finora a suon di ricorsi e carte bollate. L’Udinese, che ha servito il poker ad uno spento Empoli, non ha (apprezzabilmente) proseguito il percorso in sede legale federale. Mancheranno certamente all’appello gli squalificati Djuric e Mazzocchi, Nicola dovrà inventarsi soluzioni alternative, soprattutto in fase offensiva.

Il mese di aprile sarà determinante per le sorti granata dopo la definizione del calendario dei recuperi che rappresenterà un vero e proprio tour de force con impegni ravvicinati nelle prossime due settimane. Bisogna crederci ma anche centellinare le forze per arrivare al traguardo con lo smalto giusto e la possibilità di restare ancora in corsa in termini di matematica.

Pasqua felice in casa Salernitana, anche i granata risorgono sul campo, lasciando quantomeno accesa la fiammella della speranza.

- Advertisment -

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: