domenica 03 03 24
spot_img
HomeSalernitanaSalernitana-Brescia, le pagelle granata: la decide Bogdan, Anderson sontuoso
spot_img

Salernitana-Brescia, le pagelle granata: la decide Bogdan, Anderson sontuoso

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle per i ragazzi di Fabrizio Castori impegnati in SalernitanaBrescia. I granata, impegnati tra le mura amiche dello stadio “Arechi” di Salerno per la 30ª giornata di Serie B, portano a casa i tre punti.

Le pagelle dei granata in Salernitana-Brescia

Salernitana e Brescia, squadre unite nel tifo da oltre un ventennio, si sono affrontate allo stadio “Arechi” di Salerno nel corso della 30ª giornata di Serie B. Ecco le pagelle per i padroni di casa.

Belec – Spettatore infreddolito per gran parte della partita, nessuna parata degna di nota, ma tanta attenzione. Quarta gara consecutiva conclusa da imbattuto, settima per la Salernitana, 6,5.

Bogdan – Sblocca, di testa, la partita su azione d’angolo, risultando anche attento e vigile in fase difensiva. Nella ripresa chiude più volte lo specchio al Brescia, 7.

Gyomber – Dimostra più volte di essere di categoria superiore. Mai in ritardo, anzi, sempre in anticipo e sempre attento, 7.

Veseli – Ormai inamovibile, risulta prezioso nei minuti finali del secondo tempo, attento, 6,5.

Casasola – Gara positiva dell’esterno argentino, bravissimo a ripiegare in difesa, un po’ meno nel servire traversone invitanti, 6,5.

Coulibaly – Molta sostanza ma non altrettanta qualità palla al piede per il centrocampista numero 2. Al fianco di Di Tacchio alza un muro pressocché invalicabile, rubando palloni in quantità industriale, 6,5. Dal 90′ Schiavone – Entra per far rifiatare la mediana, SV.

Di Tacchio – Non lo si vede molto con la palla tra i piedi, ma lo si sente moltissimo. Capitano non per caso, è lui a chiamare le giocate per i compagni ed è il primo a dirigere la manovra offensiva, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza per l’esterno polacco, bravo anche a farsi notare nei pressi della bandierina per crossare palloni al centro, 6,5. Dal 83′ Kupisz – Gioca una decina di minuti scarsi, ma ad un’intensità notevole, 6.

Anderson – Lanciato titolare, riesce ad agire sia da mezzala sia da trequartista riuscendo a creare molti grattacapi agli avversari. Imprendibile a tratti, crea l’inimmaginabile con giocate di gran classe, suo l’assist vincente dalla bandierina, 7,5. Dal 65′ Capezzi – Entra bene in partita cercando la palla il più possibile, 6.

Gondo – Confermato titolare, gioca una prima frazione di sacrificio e corsa, sprecando, però, una buona occasione con un colpo di testa solo accennato. Cala nella ripresa, 5,5. Dal 65′ Djuric – Entra subito nel vivo del gioco con due sponde aeree. Nel finale di gara potrebbe chiudere la gara con qualche minuto d’anticipo, ma sfiora la rete per pochi centimentri, 6.

Tutino – Danza sul fronte avversario agendo, però, lontano dalla porta. Triangola molto con Anderson e Gondo, creandosi anche molto spazio per potersi defilare e provare il cross. Calcia poco verso la porta, ma è bravo a dare fastidio alla difesa ospite con molte giocate pericolose, 6,5. Dal 83′ Cicerelli – Entra a dar manforte negli ultimi minuti, ma non ha modo di mettersi, egregiamente, in mostra, SV.

Castori – Si affida al tandem formato da Gondo e Tutino e rilancia Anderson titolare per la riconquista del podio in classifica. Il fantasista brasiliano risulta il migliore in campo, mentre la difesa, ormai collaudata, continua a non concedere gol agli avversari. La squadra segna, si chiude ed amministra bene il risultato, il 12° risultato utile consecutivo, 7.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Salernitana-Brescia, le pagelle granata: la decide Bogdan, Anderson sontuoso

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle per i ragazzi di Fabrizio Castori impegnati in SalernitanaBrescia. I granata, impegnati tra le mura amiche dello stadio “Arechi” di Salerno per la 30ª giornata di Serie B, portano a casa i tre punti.

Le pagelle dei granata in Salernitana-Brescia

Salernitana e Brescia, squadre unite nel tifo da oltre un ventennio, si sono affrontate allo stadio “Arechi” di Salerno nel corso della 30ª giornata di Serie B. Ecco le pagelle per i padroni di casa.

Belec – Spettatore infreddolito per gran parte della partita, nessuna parata degna di nota, ma tanta attenzione. Quarta gara consecutiva conclusa da imbattuto, settima per la Salernitana, 6,5.

Bogdan – Sblocca, di testa, la partita su azione d’angolo, risultando anche attento e vigile in fase difensiva. Nella ripresa chiude più volte lo specchio al Brescia, 7.

Gyomber – Dimostra più volte di essere di categoria superiore. Mai in ritardo, anzi, sempre in anticipo e sempre attento, 7.

Veseli – Ormai inamovibile, risulta prezioso nei minuti finali del secondo tempo, attento, 6,5.

Casasola – Gara positiva dell’esterno argentino, bravissimo a ripiegare in difesa, un po’ meno nel servire traversone invitanti, 6,5.

Coulibaly – Molta sostanza ma non altrettanta qualità palla al piede per il centrocampista numero 2. Al fianco di Di Tacchio alza un muro pressocché invalicabile, rubando palloni in quantità industriale, 6,5. Dal 90′ Schiavone – Entra per far rifiatare la mediana, SV.

Di Tacchio – Non lo si vede molto con la palla tra i piedi, ma lo si sente moltissimo. Capitano non per caso, è lui a chiamare le giocate per i compagni ed è il primo a dirigere la manovra offensiva, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza per l’esterno polacco, bravo anche a farsi notare nei pressi della bandierina per crossare palloni al centro, 6,5. Dal 83′ Kupisz – Gioca una decina di minuti scarsi, ma ad un’intensità notevole, 6.

Anderson – Lanciato titolare, riesce ad agire sia da mezzala sia da trequartista riuscendo a creare molti grattacapi agli avversari. Imprendibile a tratti, crea l’inimmaginabile con giocate di gran classe, suo l’assist vincente dalla bandierina, 7,5. Dal 65′ Capezzi – Entra bene in partita cercando la palla il più possibile, 6.

Gondo – Confermato titolare, gioca una prima frazione di sacrificio e corsa, sprecando, però, una buona occasione con un colpo di testa solo accennato. Cala nella ripresa, 5,5. Dal 65′ Djuric – Entra subito nel vivo del gioco con due sponde aeree. Nel finale di gara potrebbe chiudere la gara con qualche minuto d’anticipo, ma sfiora la rete per pochi centimentri, 6.

Tutino – Danza sul fronte avversario agendo, però, lontano dalla porta. Triangola molto con Anderson e Gondo, creandosi anche molto spazio per potersi defilare e provare il cross. Calcia poco verso la porta, ma è bravo a dare fastidio alla difesa ospite con molte giocate pericolose, 6,5. Dal 83′ Cicerelli – Entra a dar manforte negli ultimi minuti, ma non ha modo di mettersi, egregiamente, in mostra, SV.

Castori – Si affida al tandem formato da Gondo e Tutino e rilancia Anderson titolare per la riconquista del podio in classifica. Il fantasista brasiliano risulta il migliore in campo, mentre la difesa, ormai collaudata, continua a non concedere gol agli avversari. La squadra segna, si chiude ed amministra bene il risultato, il 12° risultato utile consecutivo, 7.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Salernitana-Brescia, le pagelle granata: la decide Bogdan, Anderson sontuoso

spot_img

Ecco le pagelle per i ragazzi di Fabrizio Castori impegnati in SalernitanaBrescia. I granata, impegnati tra le mura amiche dello stadio “Arechi” di Salerno per la 30ª giornata di Serie B, portano a casa i tre punti.

Le pagelle dei granata in Salernitana-Brescia

Salernitana e Brescia, squadre unite nel tifo da oltre un ventennio, si sono affrontate allo stadio “Arechi” di Salerno nel corso della 30ª giornata di Serie B. Ecco le pagelle per i padroni di casa.

Belec – Spettatore infreddolito per gran parte della partita, nessuna parata degna di nota, ma tanta attenzione. Quarta gara consecutiva conclusa da imbattuto, settima per la Salernitana, 6,5.

Bogdan – Sblocca, di testa, la partita su azione d’angolo, risultando anche attento e vigile in fase difensiva. Nella ripresa chiude più volte lo specchio al Brescia, 7.

Gyomber – Dimostra più volte di essere di categoria superiore. Mai in ritardo, anzi, sempre in anticipo e sempre attento, 7.

Veseli – Ormai inamovibile, risulta prezioso nei minuti finali del secondo tempo, attento, 6,5.

Casasola – Gara positiva dell’esterno argentino, bravissimo a ripiegare in difesa, un po’ meno nel servire traversone invitanti, 6,5.

Coulibaly – Molta sostanza ma non altrettanta qualità palla al piede per il centrocampista numero 2. Al fianco di Di Tacchio alza un muro pressocché invalicabile, rubando palloni in quantità industriale, 6,5. Dal 90′ Schiavone – Entra per far rifiatare la mediana, SV.

Di Tacchio – Non lo si vede molto con la palla tra i piedi, ma lo si sente moltissimo. Capitano non per caso, è lui a chiamare le giocate per i compagni ed è il primo a dirigere la manovra offensiva, 7.

Jaroszynski – Tanta sostanza per l’esterno polacco, bravo anche a farsi notare nei pressi della bandierina per crossare palloni al centro, 6,5. Dal 83′ Kupisz – Gioca una decina di minuti scarsi, ma ad un’intensità notevole, 6.

Anderson – Lanciato titolare, riesce ad agire sia da mezzala sia da trequartista riuscendo a creare molti grattacapi agli avversari. Imprendibile a tratti, crea l’inimmaginabile con giocate di gran classe, suo l’assist vincente dalla bandierina, 7,5. Dal 65′ Capezzi – Entra bene in partita cercando la palla il più possibile, 6.

Gondo – Confermato titolare, gioca una prima frazione di sacrificio e corsa, sprecando, però, una buona occasione con un colpo di testa solo accennato. Cala nella ripresa, 5,5. Dal 65′ Djuric – Entra subito nel vivo del gioco con due sponde aeree. Nel finale di gara potrebbe chiudere la gara con qualche minuto d’anticipo, ma sfiora la rete per pochi centimentri, 6.

Tutino – Danza sul fronte avversario agendo, però, lontano dalla porta. Triangola molto con Anderson e Gondo, creandosi anche molto spazio per potersi defilare e provare il cross. Calcia poco verso la porta, ma è bravo a dare fastidio alla difesa ospite con molte giocate pericolose, 6,5. Dal 83′ Cicerelli – Entra a dar manforte negli ultimi minuti, ma non ha modo di mettersi, egregiamente, in mostra, SV.

Castori – Si affida al tandem formato da Gondo e Tutino e rilancia Anderson titolare per la riconquista del podio in classifica. Il fantasista brasiliano risulta il migliore in campo, mentre la difesa, ormai collaudata, continua a non concedere gol agli avversari. La squadra segna, si chiude ed amministra bene il risultato, il 12° risultato utile consecutivo, 7.


Potrebbe interessarti anche:

Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari