domenica 03 03 24
spot_img
HomeSalernitanaCittadella-Salernitana, le pagelle granata: ancora un pari per i ragazzi di Castori
spot_img

Cittadella-Salernitana, le pagelle granata: ancora un pari per i ragazzi di Castori

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in CittadellaSalernitana. I ragazzi di Fabrizio Castori, impegnati al “Tombolato” per questa 29ª giornata, tornano a Salerno con 1 punto.

Cittadella-Salernitana, le pagelle

La Salernitana di Fabrizio Castori, dopo due giorni di mini-ritiro, è stata di scena al “Tombolato”, ospite del Cittadella. Ecco le pagelle per i granata campani nel corso di questa 29ª giornata di Serie B.

Belec – Attento per tutti e 90 i minuti di gioco, bravissimo ad inizio ripresa a negare a Gargiulo il gol del vantaggio veneto. Ci mette del suo per dare alla Salernitana il sesto clean sheet consecutivo, ringraziando anche il palo del Tombolato, 6,5.

Bogdan – Molto in difficoltà con il Cosenza, comincia la gara col piglio giusto, scheggiando anche la traversa su azione d’angolo. Bravo ad arginare le avanzate del Citta, rimane attento e costante per tutti e 90 i minuti, 6,5.

Gyomber – Leader difensivo e vero e proprio generale della difesa granata. Sei gare consecutive senza subire gol non vengono per caso, ma anche grazie a prestazioni di buon livello, 7.

Veseli – Non fa più notizia la sua conferma dall’inizio, la 5ª consecutiva. Dimostra di essere in crescita e di meritarsi la continua fiducia di Castori, 6,5.

Jaroszynki – Molto meglio questa sera che col Cosenza. Bravo a chiudere ed a provare a servire palle interessanti verso il centro dell’area di rigore. Cala nella ripresa, lasciando il posto a Durmisi per provare a pungere di più in fase offensiva, 6. Dal 74′ Durmisi – Entra per provare a graffiare, ma non riesce a mettersi in mostra, SV.

Coulibaly – Gara di quantità per il centrocampista granata che corre e pressa come un forsennato. Bravo a rubare molti palloni, un po’ meno in fase d’impostazione e con le conclusioni, la Giallappa’s Band apprezzerebbe qualche suo maldestro tentativo, 6,5.

Di Tacchio – Nonostante Capezzi non giochi una gran partita, è bravo a sopperire alle leggerezze in fase difensiva del compagno. Dirige, magistralmente, la squadra, soprattutto nei minuti concitati di gioco, 6,5.

Capezzi – Anche questa sera non risulta in grande spolvero, risultando in ritardo o molto scolastico nei disimpegni e negli inserimenti, 5. Dal 74′ Anderson – Altro spezzone di gioco agrodolce per il fantasista granata. Entra pimpante, si fa ammonire per simulazione e poi prova a fare quel che può in fase difensiva, sufficienza per l’impegno e la voglia di mettersi in mostra, 6.

Casasola – Ritorna titolare sull’out destro. Gioca una gara di corsa, sacrificio e riesce a sfornare anche interessanti palle verso il centro dell’area. Nella ripresa si concentra maggiormente alla fase difensiva, risultando prezioso abbassandosi sulla linea difensiva, 6,5.

Djuric – Non si vede moltissimo, se non per le consuete sponde ed il lavoro di fisico in mezzo l’area di rigore, 5. Dal 82′ Kristoffersen – Non riesce ad incidere, SV.

Gondo – Dimostra tantissima buona volontà, ma risulta poco concreto in più frangenti, 5,5. Dal 61′ Tutino – Mezz’ora di gioco per l’attaccante napoletano che appena entrato prova a farsi vedere, ma non riesce a mettersi in mostra. L’atteggiamento del Cittadella, inoltre, lo costringe a ripiegare in fase difensiva risultando più un difensore aggiunto, 5,5.

Castori – Solamente due i cambi rispetto allo scialbo 0-0 interno col Cosenza, con Gondo e Casasola per Tutino e Kupisz. Nella ripresa prova a vincerla con Tutino ed Anderson, ma l’atteggiamento permissivo dei suoi provoca la reazione del Cittadella che, al 93′, ferma al palo la sua chance di vittoria. Da lodare la fase difensiva, sei gare consecutive senza subire gol e la strisca di risultati utili consecutivi che sale ad 11, non sono roba da poco. Se la squadra attaccasse come difende, avrebbe qualche punto in più, 6,5.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Cittadella-Salernitana, le pagelle granata: ancora un pari per i ragazzi di Castori

spot_imgspot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in CittadellaSalernitana. I ragazzi di Fabrizio Castori, impegnati al “Tombolato” per questa 29ª giornata, tornano a Salerno con 1 punto.

Cittadella-Salernitana, le pagelle

La Salernitana di Fabrizio Castori, dopo due giorni di mini-ritiro, è stata di scena al “Tombolato”, ospite del Cittadella. Ecco le pagelle per i granata campani nel corso di questa 29ª giornata di Serie B.

Belec – Attento per tutti e 90 i minuti di gioco, bravissimo ad inizio ripresa a negare a Gargiulo il gol del vantaggio veneto. Ci mette del suo per dare alla Salernitana il sesto clean sheet consecutivo, ringraziando anche il palo del Tombolato, 6,5.

Bogdan – Molto in difficoltà con il Cosenza, comincia la gara col piglio giusto, scheggiando anche la traversa su azione d’angolo. Bravo ad arginare le avanzate del Citta, rimane attento e costante per tutti e 90 i minuti, 6,5.

Gyomber – Leader difensivo e vero e proprio generale della difesa granata. Sei gare consecutive senza subire gol non vengono per caso, ma anche grazie a prestazioni di buon livello, 7.

Veseli – Non fa più notizia la sua conferma dall’inizio, la 5ª consecutiva. Dimostra di essere in crescita e di meritarsi la continua fiducia di Castori, 6,5.

Jaroszynki – Molto meglio questa sera che col Cosenza. Bravo a chiudere ed a provare a servire palle interessanti verso il centro dell’area di rigore. Cala nella ripresa, lasciando il posto a Durmisi per provare a pungere di più in fase offensiva, 6. Dal 74′ Durmisi – Entra per provare a graffiare, ma non riesce a mettersi in mostra, SV.

Coulibaly – Gara di quantità per il centrocampista granata che corre e pressa come un forsennato. Bravo a rubare molti palloni, un po’ meno in fase d’impostazione e con le conclusioni, la Giallappa’s Band apprezzerebbe qualche suo maldestro tentativo, 6,5.

Di Tacchio – Nonostante Capezzi non giochi una gran partita, è bravo a sopperire alle leggerezze in fase difensiva del compagno. Dirige, magistralmente, la squadra, soprattutto nei minuti concitati di gioco, 6,5.

Capezzi – Anche questa sera non risulta in grande spolvero, risultando in ritardo o molto scolastico nei disimpegni e negli inserimenti, 5. Dal 74′ Anderson – Altro spezzone di gioco agrodolce per il fantasista granata. Entra pimpante, si fa ammonire per simulazione e poi prova a fare quel che può in fase difensiva, sufficienza per l’impegno e la voglia di mettersi in mostra, 6.

Casasola – Ritorna titolare sull’out destro. Gioca una gara di corsa, sacrificio e riesce a sfornare anche interessanti palle verso il centro dell’area. Nella ripresa si concentra maggiormente alla fase difensiva, risultando prezioso abbassandosi sulla linea difensiva, 6,5.

Djuric – Non si vede moltissimo, se non per le consuete sponde ed il lavoro di fisico in mezzo l’area di rigore, 5. Dal 82′ Kristoffersen – Non riesce ad incidere, SV.

Gondo – Dimostra tantissima buona volontà, ma risulta poco concreto in più frangenti, 5,5. Dal 61′ Tutino – Mezz’ora di gioco per l’attaccante napoletano che appena entrato prova a farsi vedere, ma non riesce a mettersi in mostra. L’atteggiamento del Cittadella, inoltre, lo costringe a ripiegare in fase difensiva risultando più un difensore aggiunto, 5,5.

Castori – Solamente due i cambi rispetto allo scialbo 0-0 interno col Cosenza, con Gondo e Casasola per Tutino e Kupisz. Nella ripresa prova a vincerla con Tutino ed Anderson, ma l’atteggiamento permissivo dei suoi provoca la reazione del Cittadella che, al 93′, ferma al palo la sua chance di vittoria. Da lodare la fase difensiva, sei gare consecutive senza subire gol e la strisca di risultati utili consecutivi che sale ad 11, non sono roba da poco. Se la squadra attaccasse come difende, avrebbe qualche punto in più, 6,5.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Cittadella-Salernitana, le pagelle granata: ancora un pari per i ragazzi di Castori

spot_img

Ecco le pagelle dei granata impegnati in CittadellaSalernitana. I ragazzi di Fabrizio Castori, impegnati al “Tombolato” per questa 29ª giornata, tornano a Salerno con 1 punto.

Cittadella-Salernitana, le pagelle

La Salernitana di Fabrizio Castori, dopo due giorni di mini-ritiro, è stata di scena al “Tombolato”, ospite del Cittadella. Ecco le pagelle per i granata campani nel corso di questa 29ª giornata di Serie B.

Belec – Attento per tutti e 90 i minuti di gioco, bravissimo ad inizio ripresa a negare a Gargiulo il gol del vantaggio veneto. Ci mette del suo per dare alla Salernitana il sesto clean sheet consecutivo, ringraziando anche il palo del Tombolato, 6,5.

Bogdan – Molto in difficoltà con il Cosenza, comincia la gara col piglio giusto, scheggiando anche la traversa su azione d’angolo. Bravo ad arginare le avanzate del Citta, rimane attento e costante per tutti e 90 i minuti, 6,5.

Gyomber – Leader difensivo e vero e proprio generale della difesa granata. Sei gare consecutive senza subire gol non vengono per caso, ma anche grazie a prestazioni di buon livello, 7.

Veseli – Non fa più notizia la sua conferma dall’inizio, la 5ª consecutiva. Dimostra di essere in crescita e di meritarsi la continua fiducia di Castori, 6,5.

Jaroszynki – Molto meglio questa sera che col Cosenza. Bravo a chiudere ed a provare a servire palle interessanti verso il centro dell’area di rigore. Cala nella ripresa, lasciando il posto a Durmisi per provare a pungere di più in fase offensiva, 6. Dal 74′ Durmisi – Entra per provare a graffiare, ma non riesce a mettersi in mostra, SV.

Coulibaly – Gara di quantità per il centrocampista granata che corre e pressa come un forsennato. Bravo a rubare molti palloni, un po’ meno in fase d’impostazione e con le conclusioni, la Giallappa’s Band apprezzerebbe qualche suo maldestro tentativo, 6,5.

Di Tacchio – Nonostante Capezzi non giochi una gran partita, è bravo a sopperire alle leggerezze in fase difensiva del compagno. Dirige, magistralmente, la squadra, soprattutto nei minuti concitati di gioco, 6,5.

Capezzi – Anche questa sera non risulta in grande spolvero, risultando in ritardo o molto scolastico nei disimpegni e negli inserimenti, 5. Dal 74′ Anderson – Altro spezzone di gioco agrodolce per il fantasista granata. Entra pimpante, si fa ammonire per simulazione e poi prova a fare quel che può in fase difensiva, sufficienza per l’impegno e la voglia di mettersi in mostra, 6.

Casasola – Ritorna titolare sull’out destro. Gioca una gara di corsa, sacrificio e riesce a sfornare anche interessanti palle verso il centro dell’area. Nella ripresa si concentra maggiormente alla fase difensiva, risultando prezioso abbassandosi sulla linea difensiva, 6,5.

Djuric – Non si vede moltissimo, se non per le consuete sponde ed il lavoro di fisico in mezzo l’area di rigore, 5. Dal 82′ Kristoffersen – Non riesce ad incidere, SV.

Gondo – Dimostra tantissima buona volontà, ma risulta poco concreto in più frangenti, 5,5. Dal 61′ Tutino – Mezz’ora di gioco per l’attaccante napoletano che appena entrato prova a farsi vedere, ma non riesce a mettersi in mostra. L’atteggiamento del Cittadella, inoltre, lo costringe a ripiegare in fase difensiva risultando più un difensore aggiunto, 5,5.

Castori – Solamente due i cambi rispetto allo scialbo 0-0 interno col Cosenza, con Gondo e Casasola per Tutino e Kupisz. Nella ripresa prova a vincerla con Tutino ed Anderson, ma l’atteggiamento permissivo dei suoi provoca la reazione del Cittadella che, al 93′, ferma al palo la sua chance di vittoria. Da lodare la fase difensiva, sei gare consecutive senza subire gol e la strisca di risultati utili consecutivi che sale ad 11, non sono roba da poco. Se la squadra attaccasse come difende, avrebbe qualche punto in più, 6,5.


Potrebbe interessarti anche:

Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
spot_img

Notizie popolari