venerdì 31 05 24
spot_img
HomeCalcioPaganese-Foggia 1-4: disastro azzurrostellato, gioiscono i rossoneri
spot_img

Paganese-Foggia 1-4: disastro azzurrostellato, gioiscono i rossoneri

spot_img
spot_img

Oggi allo stadio Marcello Torre si sfidano Paganese e Foggia, match valido per la 17° giornata del campionato di Serie C, Girone C.

Paganese-Foggia: la cronaca del “Torre”

Ultima gara prima della sosta natalizia e soprattutto di questo travagliato 2020 che ha portato un cambiamento epocale nel nostro mondo.

La Paganese di mister Erra disputa la terza gara consecutiva tra le mura amica. L’obiettivo della squadra azzurrostellata è quello di eliminare il numero zero dalla casella delle vittorie al Marcello Torre e di ritornare alla vittoria che manca dall’exploit di Viterbo.

Il Foggia di Marco Marchionni, ex calciatore della Juventus arriva alla gara del Torre dopo aver riposato forzatamente vista la rinuncia del Trapani.

Primo tempo

Al quarto minuto alla prima occasione il Foggia va in vantaggio. Su un lancio di Gavazzi, Mattia svirgola clamorosamente e per D’Andrea, calciatore in prestito dalla Salernitana è un gioco da ragazzi battere Campani per lo 0-1 dei foggiani.

Si fa vedere anche la Paganese dalle parti di Fumagalli. È Gaeta che semina il panico nella trequarti avversaria mandando al tiro Carotenuto, conclusione respinta ottimamente da Gavazzi. Al 19° ancora un’ occasione per il Foggia con Curcio, palla che attraversa tutta l’area di rigore senza alcun patema. Al minuto 26 i pugliesi raddoppiano ancora con D’Andrea che sfrutta un’assist da capogiro di Curcio, niente da fare per Campani che si trova nuovamente battuto nell’uno contro uno con l’ex Salernitana.

Gli azzurrostellati non mollano e cercano il gol che potrebbe riaprire la gara. È Mendicino che manda al lato un buon assist di Carotenuto.

È ancora Mendicino che va vicino al gol. L’attaccante ex Lazio sfrutta alla grande un’assist di Diop, tiro debole che non desta preoccupazioni.

Al minuto 43 la Paganese accorcia le distanze con Schiavino, bravo a sfruttare un calcio di punizione di Scarpa.

Termina dopo un minuto di recupero la prima frazione di gioco sul risultato di 1-2.

Secondo tempo

Pronti, via e il Foggia sigla la rete del 1-3.

I pugliesi calano il tris stavolta con Curcio al minuto 51. Il numero 10 sfrutta una ribattuta di Campani che pochi secondi prima aveva respinto l’ennesimo tiro di D’Andrea oggi in grande spolvero.

A venti minuti dalla fine il Foggia cala il poker. Stavolta è Rocca a siglare la rete dell’1-4, incolpevole Campani. Notte fonda per la Paganese che non ha saputo più reagire dopo la rete di Curcio.

Dopo cinque minuti di recupero termina il match. La Paganese esce nuovamente sconfitta dal Marcello Torre per 1-4 per un Foggia che ha disputato una buona gara.

Sette gol subiti e uno segnato in quattro giorni per gli azzurrostellati che ora sono una delle squadre più battute del girone C.

La Paganese chiude il suo 2020 con 12 punti in classifica in piena zona play-out e a meno quattro dalla Cavese, ultima della classe.

Il tabellino

Paganese (3-5-2): Campani; Perazzolo (56° Guadagni), Schiavino, Mattia; Carotenuto (85° Curci), Onescu, Gaeta, Scarpa, Squillace (85° Esposito); Mendicino, Diop. A disp.: Bovenzi, Fasan, Esposito, Di Palma, Curci, Bramati, Bonavolontà, Isufaj, Costagliola, Guadagni. All.: Erra

Foggia (3-5-1-1): Fumagalli; Anelli (74° Morrone), Gavazzi (85° Lucarelli), Del Prete; Kalombo (85° Pompa), Vitale, Raggio Garibaldi (57° Germinio), Rocca, Di Jenno; Curcio; D’Andrea (74° Dell’Agnello). A disp.: Vitali, Galeotafiore, Di Masi, Dell’Agnello, Germinio, Iannone, Garofalo, Morrone, Lucarelli, Pompa, Tomassini, Balde. All.: Marchionni

Reti: D’Andrea 4° (F), D’Andrea 27° (F), Schiavino 43° (P), Curcio 51° (F), Rocca (F) 71°.

Ammoniti: Perazzolo (P), Kalombo (F), Di Jenno (F).

Recupero: 1- 5

spot_img
spot_img
spot_img
Ugo D'Amico
Ugo D'Amico
Classe 1996, giornalista pubblicista dal 2022 e prossimo alla laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Nato praticamente con una palla tra i piedi, ma vista la scarsa qualità il sogno ora è di raccontare le mille emozioni che regala quel magico prato verde. Sono cresciuto seguendo le gesta di: Del Piero, Buffon, Ronaldo, Messi e tanti altri. Appassionato di calcio locale, passione che permette di capire a 360° le innumerevoli sfaccettature che sono presenti in questo fantastico mondo.

Notizie popolari